Giovedì , 12 Dicembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Bottega letteraria > Prodotti e confezioni
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Ferrara. Poesie sui Rom alla Biblioteca Ariostea
20 Febbraio 2013
 

Ieri, 19 febbraio 2013, sono andato a Ferrara per la presentazione del libro Il silenzio dei violini, che ho scritto con il poeta Paul Polansky e che mi consente di parlare alla gente e alle istituzioni – attraverso la mia esperienza di difensore dei diritti umani mediata dall'arte – dell'immane tragedia che colpisce il popolo Rom. Mi ha accompagnato il giovane poeta e fotografo Steed Gamero.

Nel tardo mattino siamo scesi dal treno alla stazione ferroviaria e ci siamo recati a casa della poetessa Patrizia Garofalo, cara amica e direttrice della collana “Orizzonti” delle Edizioni Il Foglio, collana in cui è pubblicato Il silenzio dei violini. È stato un momento intenso e lieto, abbracciare Patrizia e conversare con lei, che è ormai parte della mia “famiglia spirituale”, i cui legami sono composti da quel tipo raro di amicizia che Aristotele definì “amicizia basata sulla bontà”. L'abitazione di Patrizia – in cui si è trasferita pochi mesi fa, lasciando un antico palazzo nel centro storico in seguito al terremoto che l'anno scorso ha colpito la sua città – è un tempio dedicato ai rituali della poesia a del vivere. Alle pareti, alcune foto che lei stessa ha scattato in momenti diversi della sua vita sono collegate da rime e assonanze iconografiche. Parlano di silenzio ed eternità. Dovunque, nelle diverse stanze, oggetti e arredi che raccontano l'esperienza umana e artistica di Patrizia: il rituale della poesia. Abbiamo pranzato gustando il pane che la poetessa fa in casa, pomodorini e capperi raccolti dalle sue mani e trasformati poi in preziose delizie sott'olio: il rituale del vivere.

L'incontro con il pubblico alla Biblioteca Ariostea, in una splendida, antica sala, è stato intenso e toccante. Il poeta Angelo Andreotti, che ha conversato con me per più di un'ora e mezza, ha espresso pensieri e mi ha posto domande seguendo un percorso che ha permesso agli spettatori di conoscere via via la storia dei Rom in Europa, le innumerevoli persecuzioni che hanno subito, la lunga schiavitù nei Principati Romeni, i pogrom, l'Olocausto. Una delle domande che mi hanno posto dal pubblico mi è sembrata emblematica sia del pregiudizio che della curiosità che la gente ha nei confronti dei Rom: “Perché amano tanto l'oro?”.

Nella cultura Rom, l'oro è un simbolo solare, ho risposto, e rappresenta la luce. I Rom, inoltre, ricordano l'oro – il poco oro, unico avere di tante famiglie – che i loro antenati portarono con sé dall'India, mille anni fa. E che gli aguzzini che li ridussero in schiavitù in Romania gli portarono via. E ricordano l'oro – il poco oro, unico avere che rappresentava il magro risparmio di intere esistenze – che i nazisti sottrassero loro negli anni dell'Olocausto, prima di deportarli nei campi di sterminio. L'oro è l'unica forma di risparmio che resta ai Rom, cui non è certo favorito l'ingresso nelle banche dei gagé. L'oro è luce, speranza e memoria. Ecco perché molti Rom portano denti ricoperti da una lamina d'oro (è un lavoro che costa da 10 a venti euro, altro che “Rom che portano tesori in bocca”, secondo un altro pregiudizio!): per sentirsi belli e per sentirsi – con orgoglio – Rom.

Rom, che significa poi “esseri umani”.

Durate la serata, ho letto – a volte commuovendomi e notando la mia stessa commozione negli occhi di Patrizia, Angelo e Steed – alcune poesie da Il silenzio dei violini. Qui di seguito, la poesia che dà il titolo all'opera:

 

 

Il silenzio dei violini

 

Ispirata da Jasmina, giovane Romnì che le autorità milanesi scacciarono brutalmente dal campo di via Triboniano nel mese di giugno 2007.

 

Tu che sei un essere umano come me,

fermati, non passare oltre, affrettando il passo

e girando la faccia per non vedere.

 

Guardami!

Guarda le mie sorelle, i miei fratelli,

guarda i nostri bambini!

 

Non lasciarti ingannare: è vero,

sono diversi dai tuoi bimbi

che se ridono sembrano violini,

violoncelli se piangono.

 

I nostri no, non ridono, non piangono,

sono sporchi, malati, hanno occhi tristi

fissi sul nulla come quelli dei vecchi.

 

Tu che vivi fuggendo - quasi sempre -

il dolore, fermati per un attimo e guardaci.


Guardaci: siamo uguali a te (quando la sofferenza

come un raggio di luce acuminato

ti colpisce - inattesa - al centro del cuore).

 

Guardaci, siamo carne e fame e sete

e sogni e sangue e pelle

come te, come la tua gente,

come i tuoi bambini.

 

(Impara ad ascoltare il silenzio dei violini,

l’agonia dei violoncelli).

Tu che sembri un essere umano come me,

fermati, non passare oltre, affrettando il passo

e girando la faccia condannandoci

a non esistere.

 

Roberto Malini

 

 

Nelle foto di Steed Gamero: con Angelo Andreotti, leggo una poesia da Il silenzio dei violini (copertina) e converso con Patrizia Garofalo (in allegato) nel corso dell'incontro ferrarese


Foto allegate

Articoli correlati

  Roberto Malini. Se­con­da assemblea pubblica del co­mi­ta­to Genova­solidale
  Festival di Poesia di Genova: il Reading al Coronata Campus diventerà un film
  Vetrina/ Roberto Malini. Tatarszentgyoergy
  Vetrina/ R. Malini e P. Garofalo, A Simone
  Roberto Malini. Liliana Segre ispira ancora il migliore attivismo umanitario
  Giornata Europea della Cultura Ebraica a Barletta: un successo, aspettando la Cittadella
  Il popolo Rom in Italia attraverso l'obiettivo di Steed Gamero
  Vetrina/ Roberto Malini. Oceano
  Roberto Malini. “Cari nomi”
  Genova. Roberto Malini in un reading per il disarmo nucleare alla Stanza della Poesia
  Vetrina/ Roberto Malini. In memoria del Mahatma Gandhi nell’anniversario della sua nascita
  Viareggio. Al Welcome Square anteprima del film “La canzone di Rebecca” di Roberto Malini
  Roberto Malini. Come si diventa poeti?
  In libreria/ Roberto Malini. Dichiarazione
  Iniziative/ “Leggi una poesia a un bambino”
  C'è una nuova legge in Uganda/ There’s a New Law in Uganda
  Vetrina/ Roberto Malini. Il patto di Malta
  Roberto Malini. La vita è… una giornata fra poeti
  Vetrina/ Roberto Malini. Risoluzione sulla pace
  Vetrina/ Hamza Kashgari. Nel giorno del tuo compleanno...
  Premi e concorsi/ Roberto Malini finalista al Premio internazionale di Poesia “Senghor”
  Dario Picciau. La poesia di Roberto Malini conquista il Brasile
  Roberto Malini. I Poeti per i Diritti Umani cantano perché la speranza non muoia
  EveryOne. Un libro italiano di poesie conquista i Rom del Brasile
  “Pan, dio della selva” di Roberto Malini
  Morire a Milano di povertà, indifferenza e freddo
  L’8 giugno alla Rocca di Sassocorvaro inaugurazione della mostra “Artisti dell’Olocausto"
  Giorno dell’Indipendenza di Israele a Vercelli
  Il vento della poesia nelle corde dei violini
  Premi e concorsi/ Roberto Malini al Premio “Jacopo Durandi” della Città di Santhià
  Anteprima/ Paul Polansky, Roberto Malini. Il silenzio dei violini
  Vetrina/ Roberto Malini. Silenzio
  Genova. Per ricordare Cesare Mazzolari e completare la scuola nel Sud Sudan
  Spot/ Rom: poesia e arte. Con Rebecca Covaciu e Roberto Malini
  Roberto Malini. Possiamo recuperare democrazia e civiltà con una nuova Resistenza
  Roberto Malini. In Italia le autorità perseguitano i poveri
  Vetrina/ Roberto Malini. Tortura
  Vetrina/ Roberto Malini. Dal diario di Veta, bambina Rom
  Vetrina/ Roberto Malini. “Ponte Morandi”
  Vetrina/ Roberto Malini. Abbiamo dimenticato
  EveryOne Group. Donazione di Roberto Malini a favore del Museo della Shoah di Roma
  Alfred Breitman. Una poesia di Roberto Malini dedicata ai mendicanti
  Vetrina/ Roberto Malini. I nuovi partigiani
  Vetrina/ Roberto Malini. Bello come una stella
  Vetrina/ Roberto Malini. Il Vangelo di Giuda
  12 giugno 2014: oggi è il compleanno di Anne Frank
  Vetrina/ Roberto Malini. Su ferite mortali ancora aperte
  In libreria/ Patrizia Garofalo. Bligal di pietra e luce: riconoscere il tempo
  Vetrina/ Roberto Malini. Il dolore
  Viareggio. Commozione per il film La canzone di Rebecca e l'inno Rom
  Vetrina/ Roberto Malini. Un giorno senza vento, A Day Without Wind
  Vetrina/ Natale è tellus. 2
  In libreria/ È italiano il primo libro di poesie che uscirà nel 2014
  Roberto Malini. Buon viaggio, sardine!
  Shoah: tavole rotonde, commemorazioni, concerti per ricordare
  Premi e concorsi/ Menzione Speciale al Premio Letterario Camaiore 2012 per “Il silenzio dei violini”
  Addio, Pesaro. Una videopoesia, un invito a intraprendere un viaggio di civiltà
  Marisa Cecchetti. Roberto Malini, Dichiarazione
  Giornata della Memoria a Vercelli: le donne della Shoah
  Ravenna, cinema e diritti umani: a Roberto Malini il Premio “Dan Arevalos”
  In libreria/ Anteprima: “Bligal di pietra e luce”
  Roberto Malini. Il ciliegio che sopravvisse alla bomba
  Premi e concorsi/ “Nuove Lettere” di Napoli: Roberto Malini finalista
  Vetrina/ Roberto Malini. Fra i due istanti
  Roberto Malini: performance di poesia “Il giardino dei poeti quantici”
  Teatro. A Milano, anteprima de “La forchetta di Mastro Scappi”
  Eventi/ La poesia di Roberto Malini va nello spazio con la Nasa
  In libreria/ Marisa Cecchetti. “Il giardino dei poeti quantici” di Roberto Malini
  L’artista santhiatese Ennio Cobelli dona al poeta Roberto Malini la sua opera “Holocaust”
  In libreria/ Roberto Malini. “Immergi i piedi in questo fiume di speranza” di Alatishe Kolawole
  Roberto Malini. Le fiamme di Notre-Dame
  “Leggerò versi sulla Shoah per onorare le vittime della strage di Bruxelles”
  Eventi/ Poesia a Genova
  Genova. Life Festival - Voci a colori: parole che escono dal cor(p)o
  Premi e concorsi/ Roberto Malini vince il Premio di poesia “Benfazeja” di San Paolo (Brasile)
  Editoria/ Recensione della collana “Le isole del suono” (Lavinia Dickinson Edizioni) sul prestigioso Le Monde diplomatique
  Genova, “Onde gravitazionali”: un successo la performance di Roberto Malini
  Una poesia di Roberto Malini dedicata ad Anne Frank
  Alba Montori. La memoria: Grüne Rose
  Ferrara. Il silenzio dei violini alla Biblioteca Comunale Ariostea
  Premi e concorsi/ Roberto Malini vince il “Frate Ilaro del Corvo” 2018
  Spot/ Genova, Casa America: la poesia di Roberto Malini dall'Italia al Brasile
  Premi e concorsi/ “Phralipé” 2013 all'attivista umanitario e scrittore Roberto Malini
  Andrea Mancaniello. L'uovo: pura poesia in un film sul valore della vita
  Roberto Malini/Kujtim Pacaku. Due poeti si incontrano all'alba...
  Il silenzio dei violini entra nei LibriVivi con la voce di Gino La Monica
  Teatro. Prima nazionale de “La forchetta di Mastro Scappi” alla Libera Università di Alcatraz
  Festa di Carugate: poesia e diritti umani con Roberto Malini
  Esopo era ebreo?
  L'importanza dei difensori dei diritti umani in quest'Italia di barbarie istituzionale
  Vetrina/ Roberto Malini. Fortunati coloro che possono vivere sulla terra
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.3%
NO
 24.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy