Martedì , 07 Dicembre 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Bottega letteraria > Prodotti e confezioni [08-20]
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Paola Mara De Maestri. Poesia “bambina” (2ª parte) 
Composizioni degli alunni delle Scuole primarie "A. Racchetti" di Sondrio e "U. Sansi" di Cosio Valtellino
22 Aprile 2010
 

SECONDA PARTE

 

 

C’è una strada di campagna

c’è una fattoria modesta

c’è una donna che raccoglie il grano

c’è un prato verdolino

c’è un laghetto trasparente

c’è il desiderio di vivere lì per sempre.

 

Federico Rabbiosi, Raffaele Svanella, Matteo Foresto

Classe V B – Scuola primaria “Don Ugo Sansi” di Regoledo di Cosio V.

 

 

Il mare è un cielo capovolto

L’albero è un essere vivente con i capelli verdi

I pennarelli sono omini con i cappellini.

 

C’è un semaforo rosso

c’è una fila di macchine

c’è tanto traffico

c’è la speranza di andare avanti.

 

Anita Bulanti, Nicole Cornaggia, Benedetta Colli, Giulia Consonni

Classe V B – Scuola primaria “Don Ugo Sansi” di Regoledo di Cosio V.

 

 

La guerra è…

 

La guerra è paura.

La guerra è dolore.

La guerra è un bambino che piange.

La guerra è un mondo di sofferenza

che non ha fine.

 

La guerra è crudeltà.

La guerra è disperazione.

La guerra è panico di bambini orfani.

La guerra è ansia delle persone rimaste sole.

 

La guerra si deve evitare,

la gente non deve più soffrire

e allora gridiamo

La guerra è inutile, salviamo la pace!”.

 

La pace è possibile

non è solo un sogno di bambini disperati

ma realtà sarà

se la speranza non morirà!

 

Nicolae Turculet, Alessandro Bettini, Marco Boccasile

Classe V C – Scuola primaria “A. Racchetti” di Sondrio

 

 

Lungo il cammino

 

Lungo il cammino

Vidi un bambino,

più non sorrideva

perché la guerra vedeva.

 

Lungo il cammino

vidi una bambina

che guerra non conosceva

perché veniva da lontano

dove guerra non c’era.

 

Lungo il cammino

vidi un campo di concentramento

dove i bambini erano in tormento,

nulla vedevano

oltre la guerra.

 

Lungo il cammino

Vidi una donna,

pregava e pregava,

ma sordi erano i capi

e lei morì.

 

Lungo il cammino,

vidi la guerra.

 

Stefano Maccolini, Thomas Gavazzi, Sergio Mozzi, Fabio Bonfadini

Classe V C – Scuola primaria “A. Racchetti” di Sondrio

 

 

Le cose che fanno la domenica

 

Il tifo di parenti o amici,

alle partite di basket siam tutti felici.

La messa rimane in testa,

la campane suonano a festa.

Mia mamma viene a svegliarmi,

perché è ora di pranzo,

e in compagnia si mangia un bel manzo.

Le maestre non si sentono urlare,

e noi stiamo a casa a giocare.

 

Pierangelo Tarca, Federico Zecca, Stefano Gusmeroli

Classe V B – Scuola primaria “Don Ugo Sansi” di Regoledo di Cosio V.

 

 

Giocando in giardino,

ho visto un bel gattino

l'ho accarezzato e

l'ho coccolato

poi l’ho preso e sono andato via

e l’ho portato da mia zia

che bellino” disse mia zia.

Portiamolo in casa mia”.

 

Efrem Sutti

Classe V A – Scuola primaria “Don Ugo Sansi” di Regoledo di Cosio V.

 

 

La guerra finirà?

 

La guerra finirà?

Mirko vive la guerra con orrore,

Andrea senza un genitore,

Nilo con dolore

e Lorenzo con terrore.

 

La guerra finirà?

In guerra si muore,

pochi sopravvivono

e i bimbi piangono.

 

In guerra non c’è nessuno che ti stia accanto,

che ti faccia compagnia

o che il male porti via.

 

La guerra distrugge,

la guerra porta via tutto

e lascia la tristezza

nei cuori dei bambini.

 

La guerra finirà?

Nessuno lo sa!

 

Camilla Mazzoleni, Alessia Buccassi, Alessia Mitta, Mariagrazia Moroni

Classe V D – Scuola primaria “A. Racchetti” di Sondrio

 

 

I BAMBINI E LA GUERRA

 

I bambini sognano

una notte silenziosa

senza sibilo dei proiettili.

 

I bambini osservano lontano,

c’è distruzione,morte,

c’è la guerra.

 

I bambini si rattristano,

vedono cose disumane,

è la realtà.

 

I grandi prendono i bambini,

li uccidono, li maltrattano.

Perché lo fanno?

 

I grandi non ricordano,

prima promettono la pace, ma…

poi se ne dimenticano

e così la guerra continua.

 

Luigi Pandolfi, Patrizio Cassina e Pietro Botta

Classe V D – Scuola primaria “A. Racchetti” di Sondrio


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy