Venerdì , 23 Agosto 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > L'ultimo dei milanesi
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Buon compleanno, Franco! 
Presentazione di “Da bambino il cielo. Autobiografia di F. Loi”
19 Gennaio 2010
   

Domani, 20 gennaio, alle ore 21 presso il Teatro Franco Parenti di via Pier Lombardo 14, verrà presentato Da bambino il cielo (Garzanti), l’autobiografia del grande poeta Franco Loi (che il giorno seguente compirà ottant’anni).

Un libro che ho avuto il piacere e l’onore di curare, e che è, innanzitutto, il frutto dell’incontro tra una persona a cui piace molto ascoltare (il sottoscritto) e un’altra che ha davvero tantissimo da raccontare e lo fa splendidamente. Delle doti con cui Franco mi affascinò fin dalla mia prima visita, quando andai nella sua casa sulla circonvallazione per chiedergli la prefazione al mio CentoMilano – La città raccontata dai suoi libri, un volume in cui avevo raccolto cento tra i testi più belli scritti sulla metropoli.

Come tutti, lo conoscevo solo di fama, e all’inizio ero un po’ timoroso: il carattere delle persone famose e degli artisti, si sa, lascia spesso a desiderare… Ma già dopo la mia prima frase, “Io non scrivo poesie…” (la stessa che in seguito venni a sapere lui aveva rivolto anni addietro a Sereni), le paure svanirono, perché lui mi rispose un sorriso gentile, comprensivo, che mi sciolse. Con molta attenzione ascoltò il contenuto del mio libro e subito accettò, senza titubanza alcuna, la mia richiesta. Quindi mi domandò quale sua opera avessi inserito, ed io gli mostrai un brano de “L’Angel” (quello che comincia con «Che dì, ragassi! In de per tutt balera!»), chiedendogli poi della Milano del dopoguerra, un argomento che, da storico, mi ha sempre interessato molto. E fu a quel punto che scattò la scintilla, perché lui cominciò a descriverla con una tale passione che quel flusso di ricordi e aneddoti sia personali sia sui grandi avvenimenti storici mi incantò. Ascoltandolo, il mio tempo si fermò, tanto che quel giorno arrivai a scuola con mezz’ora di ritardo. Una situazione che si ripeté la volta successiva che mi recai da lui: bastò una mia domanda sui suoi genitori, che Franco estrasse dal cilindro della memoria una Genova inedita, quella Colorno dove da piccolo trascorreva le vacanze. E le sue immagini erano talmente belle, le sue storie così interessanti e originali, che mi venne spontaneo chiedergli se avesse mai pensato di raccoglierle in una biografia: il nostro legame era nato.

Il progetto cominciò nell’agosto successivo (era il 2007): rammento con enorme piacere il mio “rito” della metropolitana fino a Sant’Ambrogio, l’attesa della 50, l’arrivo a casa sua alle 15 in punto. Parlavamo fino alle 19 e poi, di notte, sbobinavo. Già a settembre la prima stesura del libro era pronta, e pure il titolo provvisorio, “Ti dirò, Noventa”, ispirato ad una sua opera (ed a un suo sogno). Ma non ci trovammo completamente d’accordo: Loi, infatti, gradiva la struttura che avevo dato al testo, la commistione fra storia personale e poesia che lo caratterizzava, ma non il mio desiderio di sintesi. Io, infatti, per dare risalto ad alcune parti che consideravo più importanti, avevo omesso dei particolari dei suoi racconti, delle precisazioni che invece Franco voleva che venissero inserite. Inoltre, come mi diceva spesso, mentre raccontava riemergevano dalla sua memoria altre persone e avvenimenti che desiderava aggiungere.

La sua successiva revisione ha portato al titolo attuale e ad una stesura più ampia in cui è comunque evidente l’incontro tra un poeta e uno storico. Perché, ovviamente, nel testo si trova tantissima poesia: Dante, Leopardi, il significato che Loi dà alla sua arte. Ci sono la sua scelta di scrivere in milanese, i suoi incontri con i grandi autori del Novecento, e questa passione viene perfettamente mostrata nel dvd allegato al testo, tratto appunto da un’intensa conversazione tra Franco e Marco Manzoni (che mi ha ricordato le interviste a Raimon Panikkar).

Ma Da bambino il cielo è anche un testo di Storia, dove si legge dell’antifascismo di una famiglia qualunque durante la dittatura, dello scoppio della guerra con il vivido ricordo della dichiarazione sentita per le strade di Milano tra sguardi non trionfanti ma attoniti. E poi ci sono i bombardamenti, i morti di piazzale Loreto del 1944 (alcuni dei quali Franco conosceva personalmente), il 25 aprile 1945. Un dopoguerra che porta con sé la disillusione di un ragazzo che vede sfumare, con l’andar del tempo, i suoi ideali. E poi la Milano del boom, il ’68, un piccolo ricordo di quel maledetto 12 dicembre ’69, immagini che scorrono nella pagine grazie alla testimonianza sempre fresca di un Loi che mantenne una posizione dialettica, spesso critica, nei confronti della sinistra e un totale distacco dal terrorismo. Anche se la diversità di vedute con Curcio (che Franco conobbe personalmente) e la folle strategia delle B.R., non gli impedirono di finire addirittura in prigione, a Venezia, in quanto accusato di essere tra i capi di un’organizzazione filo terrorista.

Un avvenimento kafkiano che tocca livelli di epicità (ma anche di assurdità) degni di un grande romanzo. Del resto, la vita di Loi è un’affascinante avventura che noi abbiamo descritto mischiando la “grande storia” (basti osservare l’indice dei nomi che conclude il testo, ricchissimo di persone celebri che Franco ha frequentato, da Don Milani a Vittorini) alla microstoria, alle vicende personali da cui emergono quegli amici (come Sergio Temolo) che tanto, per lui, hanno rappresentato.

Per concludere, però, voglio anche dire che Da bambino il cielo è anche e soprattutto il risultato dell’incontro tra due persone tra cui è corso e corre un affetto profondo. Un sentimento che porterò sempre con me e che, al di là dell’importanza letteraria e storica del libro, è il regalo più importante che mi ha dato la conoscenza di Franco. Salùdi.

 

Mauro Raimondi


Articoli correlati

  Spot/ Monza, PoesiaPresente2010. “In nome di Dio”
  Iniziative/ Incontro con la poesia
  I luoghi del derby di Milano
  “Quel 10 agosto 1944, in Piazzale Loreto, io c’ero” Intervista a Franco Loi
  Milano. Civiche scuole: il massacro continua
  “Il mio cinema”. Intervista a Franco Loi
  Da bambino il cielo. Autobiografia di Franco Loi
  Peti, poeti e corazzata Potemkin
  Premio Juan Montalvo: un pomeriggio di poesia senza tempo
  La storia di Milano attraverso il suo derby
  Alberto Figliolia, Davide Grassi, Mauro Raimondi. Eravamo in Centomila
  Mauro Raimondi
  “Milano e il cinema” a palazzo Morando
  Milano nel cinema
  Giovedì a Milano. Presentazione del libro “Cento novantesimi”
  Mauro Raimondi. Salviamo i Corsi di Idoneità del Comune, un patrimonio di tutti i milanesi
  Mauro Raimondi. La Prima Guerra Mondiale che non ci hanno raccontato…
  Milano tra poesia e storia di Alberto Figliolia e Mauro Raimondi
  Milano e il suo derby, 102 anni di passione sportiva
  Davide Grassi, Mauro Raimondi: “Milano è rossonera”
  Mauro Raimondi e Marco Palazzini. Milano Films 1896-2009
  Ma l'aria di città (cartoon), Eravamo in Centomila (derby Inter-Milan)
  “Il cinema racconta Milano” di Palazzini, Raimondi e Veronesi Carbone
  Mauro Raimondi. “Siriani in transito” nei Civici Corsi di Idoneità
  “Dal tetto del Duomo”. Alberto Figliolia intervista Mauro Raimondi
  Mauro Raimondi. La lezione del partigiano Alfa
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.5%
NO
 24.5%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy