Domenica , 05 Luglio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò Madama [ARCHIVIO 06-12]
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Contraccezione e procreazione responsabile. Bene la campagna della Puglia 
Ora attenzione al dato impressionante dell'obiezione di coscienza
Alberto Tedesco, Assessore alle Politiche della salute della Regione Puglia
Alberto Tedesco, Assessore alle Politiche della salute della Regione Puglia 
01 Aprile 2008
 

Complimenti alla Regione Puglia, un plauso all'assessore alla Sanità che ha deciso di andare nell'unica direzione utile per la procreazione cosciente e responsabile, ossia quella di promuovere la contraccezione, unica vera moratoria per l'aborto.

La giunta regionale ha deciso ieri che i medici dei consultori in Puglia potranno distribuire anticoncezionali gratis alle ragazze, alle donne con basso reddito e con esenzione del pagamento del ticket, alle extracomunitarie, alle neo comunitarie e alle donne che hanno partorito da poco tempo. Peccato che malgrado richieste fatte in questo senso dai consultori, la pillola del giorno dopo non sarà distribuita.

In questa campagna più ampia sulla salute della donna, ci permettiamo di segnalare un problema che occorre mettere al centro dell'attenzione: il dato dell'obiezione di coscienza sull'aborto. A fronte di una media nazionale per i ginecologi del 58,7%, l'obiezione di coscienza registra picchi massimi in Veneto (76,1%), Marche (78,4%), Lazio (77,7%), e purtroppo il dato della Puglia è tra i più elevati, pari al 76,8%.

Situazioni che per la donna significano un calvario: la ricerca di un medico non obiettore comporta allungamento dei tempi, interlocutori non sempre disponibili, donne che devono emigrare da una regione all'altra e, soprattutto tra le immigrate, il possibile ricorso all'aborto clandestino. La questione dell’obiezione di coscienza è particolarmente delicata negli ospedali, essendo l’unico posto in cui è possibile praticare le IVG, poiché per la procedura la donna oltre che al consultorio può rivolgersi a qualunque medico di fiducia.

Per evitare che i pochi medici non obiettori si facciano carico di tutte le interruzioni di gravidanza occorre:

- garantire personale “non obiettore” negli ospedali in misura sufficiente, evitando che debbano occuparsi forzatamente solo delle IVG;

- prevedere la possibilità di ricorso all'aborto farmacologico con la RU486;

- praticare l'interruzione volontaria di gravidanza in intramoenia, anche in strutture sanitarie private convenzionate, prevedendo una tariffazione analoga a quella del DRG;

- programmazione regionale degli ospedali in cui debbono effettuarsi le IVG, garantendo aggiornamento scientifico e qualificazione professionale del personale;

- prevedere che ogni forma di colloquio per un ulteriore approfondimento con personale estraneo al servizio, volontari o personale obiettore, sia attivato su richiesta della donna o per decisione del medico, ma non sia imposto coattivamente.

 

Donatella Poretti

parlamentare radicale-Rnp, segretaria della Commissione Affari Sociali

candidata al Senato (Puglia) per il Partito Democratico

 

 

Qui puoi sottoscrivere la petizione
“pillola del giorno dopo senza ricetta”

E puoi esprimere la tua opinione anche

con il sondaggio di Tellusfolio


Articoli correlati

  Pillola del giorno dopo alle parlamentari: grazie, e che serva per abolire la ricetta!
  Doriana Goracci: Javier Lozano Barragan in pillola per il giorno dopo ogni inquisizione
  Mirella Parachini. Una proposta che contenta tutti
  Pillola del giorno dopo e Ru486. Obiezione coscienza e farmacisti
  Pillola del giorno dopo. Una volta le leggi le faceva il Parlamento, ora le fanno le Asl...
  Marco Cappato. Il voto contro l'aborto è quello alla lista Bonino-Pannella
  Vincenzo Donvito. Contraccezione emergenza: Ok Ue per pillola 5 giorni dopo senza ricetta
  Benedetto XVI e divieto di contraccezione. I maestri senza maestria e l'imprudenza diffusa
  Aborto. La contraccezione è l'unica moratoria
  Sanità. Audizione Sacconi in Senato
  Obiezione di coscienza e farmacisti. Solo in un mercato libero si può pensare di scegliere i prodotti da mettere in vendita
  Domattina, conferenza stampa su consultori e “pillola del giorno dopo” a Roma
  Contraccezione d'emergenza. Il Paese di Pulcinella
  Pillola del giorno dopo e obiezione di coscienza. Bene la Toscana
  Pillola del giorno dopo. Aduc a Movimento per la vita: «Ecco perché fate disinformazione»
  Valter Vecellio. Il Vaticano impazzito
  Pillola del giorno dopo. Sempre più difficile riuscire a farsela prescrivere
  26 settembre, giornata mondiale della contraccezione
  Radicali Roma. Pillola del giorno dopo: soddisfazione per no ad archiviazione
  Pillola del giorno dopo. Ancora boicottaggi e reati penali da parte dei medici
  Legge 194. Guerra ai diritti delle donne
  Poretti e Rovasio: «Inserire anche la pillola del giorno dopo tra i medicinali senza ricetta»
  Pillola del giorno dopo. Potrebbe presto divenire illegale?
  Radicali a Milano. Dalla pillola del giorno dopo a Ichino, passando per l'assemblea: tutte le iniziative
  Pillola del giorno dopo. A Udine medici obiettori non vogliono rispettare la legge
  Pillola del giorno dopo. Guida pratica contro il fondamentalismo religioso
  Il presidente di Laziosanità ignora clamorosamente la differenza fra pillola del giorno dopo e pillola abortiva
  Benvenuta anche alla Federazione degli ordini dei medici sulla pillola del giorno dopo!
  Teramo. Pillola del giorno dopo: ancora vincono le resistenze dogmatiche vaticane
  A quando il test di gravidanza per l'aspirina?
  Mozione per la procreazione cosciente e responsabile
  Valter Vecellio. Moratoria aborto: ma di che stiamo parlando?
  Libertà della donna secondo Ruini
  Monica Lanfranco. A Varese va in scena un attacco alla 194
  Torino. No ai movimenti per la vita nei consultori
  Usciamo dal Silenzio. Un documento e un manifesto per le amministrative 2009
  Ru486. Metodo già previsto in legge. Contraccezione, clandestinità e obiezione di coscienza
  Vincenzo Donvito. Contraccezione e informazione. La solita tragedia
  Maria G. Di Rienzo. Asparagi su Marte
  Depressione post partum o disperazione da ignoranza e abbandono?
  Danila Celant. Affermazioni reazionarie e banali, quelle di papa Benedetto XVI
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.7%
NO
 25.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy