Martedì , 19 Gennaio 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò Madama [ARCHIVIO 06-12]
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
La crociata della Chiesa cattolica bavarese contro gli asili nido 
In Italia i vescovi possono invece dormire sonni tranquilli!
25 Febbraio 2007
 

La notizia che arriva dalla cattolica e tradizionalista Baviera è da brividi: l’arcivescovo di Augusta, Walter Mixa (foto), si è lanciato in una vera e propria crociata culturale contro gli asili nido e le politiche del ministro tedesco della Famiglia. L'esponente cattolico, considerato vicino a Ratzinger, ha accusato la ministra Ursula van der Leyen di voler degradare la donne al ruolo di «fabbricanti di bambini che poi vengono affidati ad altri come pacchi da depositare al mattino e ritirare la sera». La soluzione? Le donne tornino a casa, si dedichino alla cucina e ai figli, e il lavoro resti solo appannaggio maschile.

Visto dall'Italia non meraviglia né l'ingerenza religiosa negli affari dello Stato, né che tale ingerenza arrivi dalla Chiesa cattolica, da noi è bastato l'annuncio di una “riformucola” come quella sui Dico a far saltare il Governo Prodi!

Non meraviglia neppure sapere che ancora nel terzo millennio la donna venga considerata un appendice dell'uomo, e comunque figlia di un dio minore, non in grado di decidere autonomamente.

E in Italia cosa succede, perché i vescovi non si sono pronunciati anche su questo? In Europa siamo la cenerentola degli asili nido, recependo forse i diktat vaticani ancor prima che vengano emessi! Istituiti nel lontano 1971, gli asili nido continuano ad essere un miraggio costoso per molte famiglie. Non è un caso che una donna su dieci lascia il lavoro appena diventa mamma, e che la rete parentale (i nonni in particolare) è l'aiuto maggiore per quelle che decidono di resistere. Asili nido introvabili, lontani, pieni, cari e troppo rigidi. Per raggiungere entro il 2010 l'obbiettivo di Lisbona -passando dall'attuale copertura territoriale del 9,9% a quella del 33% (la Danimarca è già al 64%)- occorrerebbero 9 miliardi di euro. La Finanziaria ha stanziato 300 milioni, una goccia nel mare...

Ma come pensare di risolvere il problema a livello nazionale se sono le istituzioni che non danno il buon esempio? Il nostro Parlamento raggiunge il triste primato di essere l'unico in tutta l'Unione Europea a non avere ancora un asilo nido. E dire che da dieci anni ha deliberato per la sua creazione; il ritardo è solo burocratico o c'è anche un freno culturale-cattolico? A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca...

 

Donatella Poretti


Articoli correlati

  Asili Nido. Pochi e i soldi stanziati non vengono spesi. Interrogazione
  Lavoro femminile e pari opportunità. Il Senato impegna il Governo per avvicinarci all'Europa
  Asili nido. Bene ministro Carfagna
  Asili nido. C'è ancora tempo per intervenire in Finanziaria, dalle parole si passi ai fatti!
  Asili nido. Brava la ministra Carfagna, ma non dimentichi gli impegni già presi e per ora dimenticati
  Montecitorio e Palazzo Medici Riccardi: due palazzi a confronto sulla vicenda degli asili nido
  Commissione pari opportunità. Dalle parole ai fatti: cominciare con l'asilo nido alla Camera dei deputati
  Asili nido. Bene ministro Bindi ma la strada è ancora lunga. Considerare la proposta della Bonino
  Asili nido e fondi per la moltiplicazione. Trasformato in raccomandazione l'ordine del giorno “Poretti”
  Asili-nido. Bene l'iniziativa pubblica-privata bolognese ma continua a mancare il buon esempio dal Parlamento
  Asilo nido alla Camera. Entro il 2008 deve partire il progetto
  Legge sul parto. Tre cose essenziali: epidurale, conservazione autologa del cordone e sostegno agli asili
  Asilo nido alla Camera dei deputati: appuntamento tra 15 giorni, speriamo con buone notizie!
  Asili nido. Manovra economica tenga conto delle indicazioni della Strategia Lisbona
  13 maggio, festa della mamma. Appello a Bertinotti per un asilo nido alla camera
  Nemo sulla manifestazione del centro-destra contro la finanziaria
  Passata la finanziaria, ci aspetta un lavoro di approfondimento e innovazione. Praticamente in tutti i campi
  Finanziaria: il credo degli “uomini liberi” di Lincoln
  Art. 33 della Finanziaria: rischi reali di chiusura o strumentalizzazioni?
  13 a 0 in Commissione difesa
  Al via la "mission impossible" dei volenterosi
  Benedetto Della Vedova. Finanziaria e temi “eticamente sensibili”
  I nuovi dirigenti scolastici
  Convegno sulla Finanziaria 2007. A Treviglio sabato 2 dicembre con l’Università di Bergamo
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.9%
NO
 25.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy