Mercoledì , 21 Aprile 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Sì, viaggiare
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Tony Corti. La 43ª “Festa Grande” a Roma 
Organizzata in modo impeccabile dalla Famiglia Valtellinese della Capitale, si è tenuta domenica scorsa
Portone d
Portone d'ingresso sede Famiglia Valtellinese di Roma al civico 437 di Largo San Carlo al Corso 
24 Febbraio 2012
 

Roma – Anche quest’anno i nostri convalligiani della capitale si sono ritrovati per la consueta Festa Grande annuale promossa dalla Famiglia Valtellinese di Roma. Numerosi come sempre, nonostante l’abbondante nevicata sulla città, che ha costretto a spostare di una settimana l’appuntamento. Domenica 19 febbraio, nel prestigioso ristorante “Rinaldo all’Acquedotto” sulla via Appia, erano presenti i rappresentanti della maggior parte dei paesi della Valle, soprattutto quelli della Costiera dei Cech, da Civo, Cevo e Roncaglia a Dazio e Ardenno.

Tra gli ospiti giunti dalla Valtellina il direttore della Fondazione del Gruppo Credito Valtellinese Tiziana Colombera, l’assessore alla Cultura del comune di Tirano Bruno Ciapponi Landi, lo storico valtellinese Gianluigi Garbellini dell’Università Cattolica di Milano, Pietro Nera titolare dell’omonima Enologica di Chiuro. Intervenuti anche, come sempre con la loro assidua presenza alle molteplici iniziative della Famiglia, Francesco Guicciardi presidente dell’associazione culturale Valtellina nel futuro, Alessandro Dami direttore commerciale area di Roma del Credito Artigiano e Luigi Lionetti direttore della sede romana dello stesso istituto, nonché Umberto Catellani capo area della zona di Roma della Banca Popolare di Sondrio.

Auguri e adesioni alla manifestazione sono pervenuti dalla provincia da parte del prefetto di Sondrio Emma Rosa Cesari, del presidente della Banca Popolare di Sondrio cav. di Gran Croce Piero Melazzini, del direttore generale della stessa banca Mario Alberto Pedranzini, del vice direttore generale vicario Giovanni Ruffini e del vice direttore generale Mario Erba, del presidente della Fondazione Gruppo Credito Valtellinese Angelo Maria Palma e di Mino Fiordi direttore generale del Credito Valtellinese, del presidente Franca Cioccarelli del B.I.M. Consorzio dei Comuni del Bacino Imbrifero Montano dell’Adda, di Emanuele Bartolini presidente della Camera di Commercio Industria Agricoltura e Artigianato di Sondrio e del vescovo della diocesi di Frascati Raffaello Martinelli già primicerio dell’Arciconfraternita dei Lombardi a Roma.

Nel saluto ai presenti e nel ringraziamento alle personalità intervenute, il presidente dell’associazione di convalligiani Leonardo Marchettini ha voluto innanzitutto evidenziare la recente nomina a Cardinale dell’arcivescovo Francesco Coccopalmerio presidente del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi, di madre valtellinese (di Sernio), affezionato alla nostra Valle e in particolare alla Famiglia Valtellinese della capitale. Tanto da premurarsi di far pervenire il seguente messaggio: «Carissimo Presidente Dott. Marchettini, e carissimi Amici della Famiglia Valtellinese, a motivo di noti eventi, non potrò quest’anno essere presente alla tradizionale Festa Valtellinese prevista per il 19 febbraio. Desidero, allora, inviare a Lei e a tutti i convenuti un saluto particolare, carico di affetto. Sono molto legato alla cara Terra di Valtellina, specialmente a Sernio (paese nativo di mia mamma) e a Tirano (con il noto Santuario della Beata Vergine). Ho l’onore di essere stato nominato Cittadino onorario di questi due Comuni. E il legame con la Valtellina significa legame con tutti i Valtellinesi e oggi, di fatto, con quelli che risiedono e lavorano a Roma. Auguro a tutti una giornata di gioia, di rapporti fraterni e di buona tavola. Come ci ricorda un noto canto sacro: Ubi caritas et amor, Deus ibi est, cioè: “Dove c’è amore vero, lì c’è Dio”, sono convinto che nella festa della Famiglia Valtellinese è presente il Signore. A Lui affido tutti voi e vi lascio con un affettuoso e forte abbraccio». Attestazione che è stata accolta con commozione e da un calorosissimo applauso. Va ricordato che nella festa dell’anno precedente Marchettini aveva pronosticato all’arcivescovo, presente con le altre personalità, il berretto cardinalizio. Semplici auguri o premonizione? A quanto pare comunque la Famiglia Valtellinese di Roma e le sue iniziative portano bene ai partecipanti!

Il presidente del sodalizio ha quindi ribadito che non si tratta soltanto di una pranzo, ma di una festa della Valtellina e Valchiavenna a Roma, grazie alla Famiglia Valtellinese, e che lo spirito che anima da sempre la loro riunione annuale è quello di stare insieme per ricordare le tradizioni e il legame con le proprie origini. Una ricorrenza onorata da gente che pur vivendo a Roma è fiera di appartenere a quella terra.

Il tradizionale e ricco menù è stato preparato con prodotti e piatti tipici valtellinesi a cura dei fratelli Valli e degli altri chef del ristorante “Combolo” di Teglio. Insomma un trionfo dell’eno-gastronomia della nostra Valle da tutti molto apprezzato.

Sono state assegnate le borse di studio, messe come sempre a disposizione con particolare sensibilità e magnanimità dalla Fondazione Gruppo Credito Valtellinese per i figli degli associati al sodalizio, che si sono distinti nell’anno scolastico 2010-2011. La Dr Colombera ha premiato Matteo Basso di Dazio per il diploma di scuola media inferiore; Federico Di Rienzo di Ardenno, Simona Gestri di Dazio, Luca Magnanelli di Civo, Elisa Spazzini di Dazio e Stefano Salera di Civo per il diploma di laurea triennale; Ilaria Rota di Civo, Edoardo Maceli di Dazio, Jacopo Giusti di Civo, Elisabetta Menesatti di Ardenno, Matteo Tota di Civo e Francesca Biasini di Ardenno. È interessante notare come le lauree triennali spazino dalla matematica alle scienze politiche, alle scienze geologiche, all’infermieristica o all’economia dei mercati e degli intermediari finanziari. E quelle quinquennali riguardino architettura, giurisprudenza, ingegneria energetica, lingue e culture per la comunicazione e cooperazione internazionale.

A seguire, le estrazioni della lotteria di beneficenza, dal ricco montepremi costituito esclusivamente da prodotti tipici della nostra provincia. Il ricavato sarà devoluto a favore di un ente, associazione o comunità in Valtellina. Doveroso quindi citare le varie ditte che col loro contributo hanno permesso di attuare l’iniziativa: Vinicola N. Negri di Chiuro, soc. Demetra di Talamona, soc. Averna per il Braulio, soc. Bettini di S. Giacomo di Teglio, soc. Vis di Lovero, Coop. Ortofrutticola di Ponte in Valtellina, Agritur Acqua Fragia di Piuro, Salumificio Rigamonti di Montagna, Banca Popolare di Sondrio, Credito Artigiano e il “Combolo” per il week-end di due persone offerto presso il loro hotel e ristorante a Teglio.

Per la sua fedeltà all’associazione è stato premiato Giacomo Bonesi di Civo, che alla “verde” età di 95 anni è il socio più anziano della Famiglia.

Sul finire della riunione, il presidente Marchettini ha ringraziato per quel pranzo egregia-mente curato dall’equipe del “Combolo”, che viene appositamente a Roma da una quindicina d’anni. Chiamato sul palco, Fabio Valli ha precisato che ormai sia lui che i suoi si sentono di far parte della Famiglia e che è un onore venire a Roma a festeggiare al meglio tutti assieme. Un grazie anche al titolare Rinaldo Di Pasquo per l’inappuntabile e squisita ospitalità concessa nel suo locale e la qualità del servizio di “Rinaldo all’Acquedotto”.

A ricordo della festa, un fotografo con tanto di organizzazione per la consegna immediata delle fotografie richieste. E anche un operatore tv per riprese e interviste in onda su Televaltellina.

Organizzazione e attuazione dell’evento impeccabili sia da parte del dinamico presidente Marchettini che dei membri del Consiglio Direttivo della Famiglia.

 

Tony Corti


Articoli correlati

  Iniziative/ Morbegno. Donare poesia
  La Famiglia Valtellinese di Roma inizia il 2012 con una conferenza su Ezio Vanoni
  Nuovi incontri/ Carlo Pini, “poeta della speranza” della Famiglia Valtellinese di Roma
  Presentazione a Roma di “Ricordi, tradizioni e valori della gente di montagna della Valtellina e della Valchiavenna”
  Francesco Guicciardi: “L’identità valtellinese”
  Famiglia Valtellinese di Roma. Conferenza di Garbellini “Risorgimento e unità d'Italia”
  Gianluigi Garbellini: Centenario della Grande Guerra (1914-1918)
  Premi e concorsi/ La Valtellina e la Valchiavenna in racconti e poesie
  “Ricordi, tradizioni e valori della gente della Valtellina e della Valchiavenna”
  “L’identità valtellinese”. Conferenza di Francesco Guicciardi presso la Famiglia Valtellinese di Roma
  Premi e concorsi/ “Gente di montagna” al Festival AMA 2010
  “Festa Autunnale Valtellinese” a Roma con la Pro Loco di Dazio
  Tony Corti. La 42ª Festa Valtellinese nella Capitale
  Famiglia Valtellinese di Roma. Prosegue il progetto “Baita della Cultura”
  La Famiglia Valtellinese di Roma ricorda il contributo dei patrioti valtellinesi e valchiavennaschi
  Leonardo Marchettini. “Li facchini di Dazio dimoranti in Roma...”
  Premi e concorsi/ Gente di Valtellina e Valchiavenna, gente di montagna
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 73.8%
NO
 26.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy