Domenica , 07 Marzo 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > I Care... communication
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Carlo Forin: Apocalisse del ME 
Rivelazioni sulla lingua come dingua
30 Luglio 2009
 

Proemio.


-FATE QUESTO IN MEMORIA DI ME-


Gesù ci fa questa raccomandazione… ed è un ordine1 del Padre:2

Fate questo in memoria di ME.3

Attraverso lo Spirito Santo, ci ispira: spezzate il pane in armonia e unitevi a ME4 prendendo il mio corpo.5


Apocalisse6 è ‘rivelazione’7 e ‘catastrofe’8 contemporaneamente:9 è alla portata di tutti l’unione con Dio, col ME,10 e pochi la curano.11

Il senso dotto della parola -rivelazione- e quello del popolo -catastrofe-12 si combinano e completano in questa esplorazione dell’assurdo che vi invito13 a fare assieme:14 tutti sanno questa realtà e… non c’è vergogna!15

Vi racconto Palam, ‘apertamente’, queste cose apocalittiche (cioè che tutti possono aprire la porta al ME e cenare assieme a Gesù) dal momento che mi è già accaduto due volte di arrivare al limite estremo della vita per ritornare tra di voi: la prima volta nel 1991, con coma ed emorragia cerebrale, e la seconda volta l’anno scorso.

Poiché adesso sto benissimo, è bene che vi sottolinei che questo ‘miracolato’ è stato dichiarato dall’Inps invalido mentalmente: se mi daranno anche la pensione, in questi tempi di crisi, non è stato uno scherzo, no?

A che cosa non sono più valido? Ad operare organizzativamente! Io ebbi un gruppo di 30 promotori finanziari in nove uffici dell’Italia settentrionale ed adesso rimango capace di organizzare solo la mia vita senza nessun interesse lavorativo.

Leggo e scrivo soltanto!

Ho preso da quel coma un filino di follìa rimanendo abile a narrare.

E che cosa hai visto?

Ho rivisto la mia vita ed adesso posso raccontarvi che è modellata da un piano di Dio: non nel senso del -fate così!-, ma in quello opposto del -non fate così, e correggetevi subito subito!-.

-Penitemziagite!- come predicavano i frati nel medioevo, ed aprite il vostro assurdo personale al Creatore se vorrete Misericordia!

Pentitevi delle vostre mancanze, perché il Misericordioso è pronto a perdonare, ma è Giusto e fa poi scontare durissimamente ogni piccolezza rovescia. La fine personale è certa: volete farvi abbindolare da quel logico che ha pervertito il primo principio di Wittgenstein?


Godo del fatto che Tellusfolio non ha dormito ed ha rivelato con prontezza la lettera di don Paolo da Genova. Mi auguro che il Cardinale rilegga la vita di san Carlo Borromeo e si penta: può fare da subito una virata e diventare come lui!

Auguro a Berlusconi di aprire gli occhi e di vedersi novello Eliogabalo, con la sola differenza che lui era giovane mentre il moderno vive una falsa apoteosi di un vecchio demente. Chieda aiuto alle zie suore e si penta!

Auguro a tutti gli Italiani di aprire gli occhi sui giornali liberi, che fuori d’Italia si pubblicano ancora.

Stiamo precipitando nel sottosviluppo e, poiché questo è un fenomeno mai visto prima – di un Paese al 6° posto nel progresso dei popoli, che precipita negli abissi ci si balocca con i ninnoli del Primo mondo che abbiamo ancora!

Pentiamoci ed entriamo in contatto fisico col Misericordioso: chiediamogli aiuto. È capace di cose straordinarie che poi escono dalle nostre mani: potremmo tornar degni dei nostri padri del Rinascimento!


Ad esempio: sapete qual è la mia ‘ultima’ scoperta? Che l’archeologia linguistica si fa consapevoli di poter ricapitolare la lingua ricomponendola esattamente com’è stata, ma in un modo assolutamente nuovo.

Apocalisse, in altre parole, è ‘rivelazione’ e ‘disastro’ contemporaneamente.

L’assurdo è la dimensione che ognuno di noi sta vivendo – con distribuzione dei pesi diversa in ciascuno dei 7 miliardi di ‘me’ , ma basta credere nell’unico ME e ci si apre alla vita, quella che Asmodeo sta negando a chi non spera più!


Carlo Forin



1 Scrivo come un battezzato riconvertito al Cristianesimo nell’estate 2003, che è rimasto 35 anni in sonno, come oggi la maggior parte degli Italiani: Cristiani in sonno. C’è questa sveglia da suonare, piuttosto che riflettere sui musulmani in sonno! Ci sarà il giudizio dell’Amen!

2 «Prendete, questo è il mio corpo». Mc, 14 22

3 «Questo è il mio corpo, che è dato per voi; fate questo in memoria di me». Lc, 22 19

4 Questo è il Verbo dei Cristiani e la parola creatrice dei Sumeri. SU MER = ‘mano cammino-ME’.

5 Questo è un invito all’indeizzazione! Cioè ad introdurre Dio in noi. Capita oggi ai battezzati, forse, quello che accadde agli Ateniesi dell’aeropago davanti a san Paolo, quando parlò del Dio vivente? (Atti, 17 22)

6 Di Giovanni, ultimo libro canonico della Bibbia. Ne è la sintesi. Apo è la radice A PU capovolgimento di A UP, seme Cielo in sumero-accado. Divineremo il libro ed il Libro, e che Dio mi assista.

7 In queste prime pagine ne rivelo un flash.

8 «Quando sentirete parlare di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate. Devono infatti accadere prima queste cose, ma non sarà subito la fine». Lc, 21 9

9 Ha ragione sia il popolo con la ‘catastrofe’, che chi ha letto qualche libro in più e vi ha trovato la ‘rivelazione’. La rivelazione della catastrofe è in questa Apocalisse del ME.

10 Metterò in maiuscoletto le espressioni sumere. Da Marie -Louise THOMSEN, The sumerian language, 2001 Akademish Forlag, Copenaghen: 311, riferisco “ME The verb occurs in the basic form, me, only. To be.” Questo sociolinguista presume che il verbo essere sia una fonte per conoscere l’Essere.

11 Giudicandola un rito vuoto ‘da magnaparticole’. Che san Crescente, discepolo di Paolo, ci aiuti alla metànoia, cioè al ribaltamento di questa convinzione per cantar convinti assieme: Te Deum laudamus! Ireneo (oggi 28/06) ci dia il Signore della pace - pax <-- PA GH, territorio di Luce.

12 «Ti benedico, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai tenuto nascoste queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le hai rivelate ai piccoli». Mt, 11 25

13 Approfittando del dialogo aperto dai mezzi: carlo.forin1@virgilio.it

14 Interno a ciascuno di noi e palesemente misurabile nella frequenza infrequente al ME: 12% su 97% di battezzati?

15 Propongo una trasformazione come me-ta-morfosi.


 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.6%
NO
 25.4%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy