Venerdì , 12 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Telluserra
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Paolo Brondi: Tempo narrativo e poesia. Con stupore.
...e genera... stupore
...e genera... stupore 
07 Gennaio 2009
 

Il tempo narrativo non è l’edax rerum o l’invida aetas, ma è coniugazione di logos e mythos.

Logos per rappresentare le scene, le atmosfere, scelte e care ad uno scrittore ed ai suoi personaggi.

Mythos per illuminarle, per dar loro vita e senso attraverso la forza della fantasia, della immaginazione, della sensibilità.

 

Il logos illuminato dal mythos permette di interpretare i segni muti, sedimentati negli oggetti, nascosti nelle pieghe del tempo passato, celati nelle nostre piccole o grandi rughe, dando loro voce e storia e affettività.

  

E se il tempo narrativo è il soggetto della narrazione, non c’è soggetto che non abbia la sua predicazione affettiva: la predicazione è la poesia…

La narrazione è un afferrare-insieme, un com-prendere(tempo e spazio). La poesia è sospensione del tempo, è atemporalità, è lentezza: la lentezza che permette di cogliere la realtà in frammenti che sono la sostanza in cui il sentimento si fissa, àncora della fantasia nella verità, o, quando si tratta di tempo trascorso, garanzia che il passato è esistito.

  

Nella lentezza, prevale la curvatura del sentimento, mentre nella narrazione domina l’orizzontalità sintattica e lessicale: la linea è voce, è dialogo… la curva è voce che si affievolisce e si fa silenzio …e genera ...stupore...

 

 

 

Stupore

Quel tuo silenzio…

Bagnato da goccia che cade…

Dall’onda brumosa…

Di un mare nascosto…

Fuga l’ombra del tempo che va…

E stupore ridona

Ad un tremulo amore…

 

Paolo Brondi


Articoli correlati

  Paolo Brondi: I “Valori Giovanili”. Breve messa a schema
  Paolo Brondi: La parabola delle pernici
  Paolo Brondi: Per una brevissima storia di infelicità.
  Paolo Brondi: Per la storicità della scienza
  Paolo Brondi: Equilibrio e dovere in Nietzsche
  Paolo Brondi: Promozione umana e ambiente educativo
  Paolo Brondi: L’epressività giovanile negata
  Paolo Brondi: La parabola della tigre
  Paolo Brondi: Sull’inquieto esistere …
  Paolo Brondi: Elogio della “terza pagina”. Con esempio dal Corriere della sera
  Paolo Brondi. L’inserimento del portatore di handicap nel mercato del lavoro
  Paolo Brondi: “La folla silente dei ricordi…”. 3ª Epistola.
  Paolo Brondi: Disagio giovanile e pedagogia dell’apprendimento.
  L'AIES Toscana si presenta.
  Paolo Brondi: Per una rivisitazione del sapere critico e dell’istruire.
  Paolo Brondi: Nascere nella scrittura, attraverso la scrittura...
  Paolo Brondi: Sulla "logica" del tempo presente
  Paolo Brondi: La follia dell’amore. Erasmo da Rotterdam attualizzato per la scuola.
  Paolo Brondi: "Giolì". Ovvero ridar voce alle favole belle...
  Paolo Brondi: Genitori e figli nel secondo millennio
  Paolo Brondi: Dare le ali ai fanciulli….
  Paolo Brondi: Sui troppo verbosi. Con l'aiuto di Giovanni della Casa
  Paolo Brondi: Emozioni e apprendimento
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.7%
NO
 35.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy