Domenica , 23 Settembre 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Lo scaffale di Tellus
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Brunella Antomarini: “Pensare con l’errore”. Recensione di Giulio Marzaioli. Vie d'uscita 3
21 Maggio 2008
 

Il bersaglio mobile della conoscenza

 

Il postulato da cui prende spunto la riflessione di Brunella Antomarini sembra essere l’incertezza. In Pensare con l’errore, edito da Codice Edizioni, l’autrice potrebbe infatti apparire come ulteriore paladina di un pensiero debole. Tuttavia, proprio la concezione di “postulato” sfugge al pensiero esplorato dalla Antomarini, così da rendere l’incertezza, ovvero la consapevolezza di quanto possa mutare ogni certezza, metodo e non verità.

Accostandosi alle intuizioni di questo libro viene da pensare alla balistica, disciplina che studia il moto di un proiettile, corpo inerte sottoposto alla forza di gravità e all'attrito viscoso. Per “tarare” la mira e considerare la giusta traiettoria, vengono effettuati lanci di gittata maggiore e minore rispetto al bersaglio conosciuto. Brunella Antomarini insinua il dubbio che, anche a minore o maggiore distanza rispetto al bersaglio possano trovarsi risposte, soprattutto nel caso in cui, mutuando un titolo cinematografico, ci si trovi in presenza di un bersaglio mobile, ovvero la percezione del reale. In altri termini, la conoscenza.

Brunella Antomarini insiste sul concetto di forma, assunta a componente sensibile della realtà così come noi la percepiamo. Non esiste una realtà statica, ma diverse forme di una realtà dinamica che possono essere tratteggiate soltanto per mezzo di un’impostazione sperimentale, a meno di non correre il rischio di perdere l’orientamento.

Pensare con l’errore può, quindi, essere l’approccio più esatto per una conoscenza della realtà quanto più approssimata al vero. Essendo questa in continuo movimento, rectius “un” continuo movimento, il giudizio non può che ri-formularsi senza sosta, ri-determinando continuamente il proprio oggetto. L’inclinazione naturale all’errore, insomma, fa sì che l’accostamento al mondo sensibile non sia gravato da una costante discrasia.

Occorre sottolineare come la categoria tempo sia spettro necessario attraverso cui focalizzare quanto scrive l’autrice. L’errore è da intendersi nella sua potenzialità, inteso da un punto di osservazione che sta nel presente e mira al probabile futuro, da determinarsi per effetto di una scelta. Proprio nell’ambito di questa scelta, la consapevolezza di poter sbagliare diviene determinante. Nel rigore del suo esame, l’autrice procede con una sintassi che testimonia la connotazione esperienziale della sua ricerca. Anziché strutturare un saggio dimostrativo, l’autrice guida il lettore attraverso la suggestione continua di nuovi spunti di riflessione che affondano in ogni campo su cui gioca la creazione umana (filosofica, psicologica, artistica) chiamando ad interrogarsi ad ogni capoverso sulla possibilità di condivisione del precedentemente detto. E’ quindi con un duplice interrogativo che si rimane tra le pagine di questo pensiero: quanto l’errore può essere contemplato in una strategia di esattezza? E così facendo, l’errore di cui si tratta non diviene esso stesso elemento certo rispetto al quale poter sbagliare?

 

Giulio Marzaioli

 

 

Brunella Antomarini

Pensare con l’errore

Il bersaglio mobile della conoscenza

Codice edizioni, 9,90

 

 

Brunella Antomarini concentra la sua ricerca sulle filosofie contemporanee della conoscenza e usa la pratica artistica – poesia e arti visive – come modello cognitivo. Tra le sue pubblicazioni più recenti ricordiamo La percezione della forma nell’estetica di Hans Urs von Balthasar (Aesthetica Edizioni, 2004) e L’errore del maestro. Per una lettura laica dei Vangeli (DeriveApprodi, 2005). Insegna estetica e filosofia contemporanea alla John Cabot University, Roma.


Articoli correlati

  Carlo Bordini: “Sasso”. Recensione di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 9
  Alessandro De Francesco, un testo. Nota di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 16
  Giulio Marzaioli: Presentazione postuma. Vie d’uscita 11
  Eleonora Pinzuti. Due testi in uno, una nota di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 18
  Alessandro De Francesco: sul mio 'lo cercano' recensito da Giulio Marzaioli
  Franco Buffoni: “Noi e loro”. Recensione di Giulio Marzaioli. Vie d'uscita 1
  Giuliano Mesa: “Tiresia”. Recensione di Giulio Marzaioli. Vie d'uscita 2
  A. Raos: “Le api migratori”; M. Giovenale: “Criterio dei vetri”. Recensione di Giulio Marzaioli. Vie d'uscita 4
  Lidia Riviello: “Neon 80”. Recensione di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 8
  e che ci fossero ancora i dinosauri, nota di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 21
  Elisa Davoglio, un testo. Nota di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 17
  Letizia Leone: “Carte Sanitarie”; Matteo Lefèvre: “Ultimo venne il porco”. Recensione di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 10
  I Quaderni di Orfeo. Nota di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 13
  La Camera Verde. Nota di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 14
  Marcello Sambati: “Sul cammino dei passi brevi”. Recensione di Giulio Marzaioli. Vie d'uscita 6
  Juan Mayorga: “Teatro”. Recensione di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 7
  Spot/ Roma. QUADERNI DI SCENA
  Edizioni Due Lire. Nota di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 12
  Angela e Christian Sanmann. berliNO, una nota di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 19
  Michele Fianco: “Versi in via di liberazione (e un numero civico)”. Giulio Marzaioli: Vie d'uscita 5
  Musica in forma, una nota di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 20
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 76.5%
NO
 23.5%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy