Venerdì , 30 Settembre 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Spinus
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Un mondo sbagliato 
Storia della distruzione della natura, degli animali e dell'umanità
09 Marzo 2008
 

Jim Mason

Un mondo sbagliato

Storia della distruzione della natura,

degli animali e dell'umanità

Sonda, pagg. 464, € 19,50

 

Riteniamo questo libro oltremodo istruttivo ed interessante.

Nel dibattito sul tema dei diritti degli animali, l’opera di Jim Mason analizza, da un punto vista antropologico e socioculturale, le ragioni e le modalità tramite le quali l’umanità si è isolata dal resto del regno animale e dal mondo naturale. Partendo dalla ricostruzione delle radici storiche e culturali della credenza occidentale secondo cui Dio avrebbe conferito all’uomo il dominio assoluto sull’intero creato, l’autore asserisce che la riduzione in schiavitù degli animali a fini bellici o per l’allevamento ha lacerato il senso di fratellanza che l’uomo ha da sempre provato nei loro confronti, permettendo così la nascita di una cultura alienata dalla natura. In particolare, ridefinisce la relazione che lega l’uomo agli altri animali, sottolineandone la componente fraterna: «compagni», «stimolatori di empatia e cura», «strumenti per alimentare e plasmare la nostra mente» e «parenti che ci ricordano la nostra vicinanza al resto del mondo vivente».

Secondo l’economista e filosofo Jeremy Rifkin, Mason rilegge l’esito che tale isolazionismo ha comportato in termini di perdita di consapevolezza, capacità di rispettare la natura e volontà di controllare le derive distruttive umane: è proprio il modo di vedere e considerare gli animali che sta alla base dell’attuale crisi ambientale e della relazione tra questa e le altre forme di oppressione sociale (la guerra, la violenza sulle donne e la schiavitù intra-umana). E solo ricollocando la figura umana all’interno della storia della natura, come scrive Ingrid Newkirk (Peta) si avrà «un nuovo progetto per superare la morte spirituale, individuale e collettiva».

Senza dimenticarci che perdendo il contatto con la natura e gli animali, l’uomo ha perso anche il contatto con se stesso, creando quelle malattie del vivere moderno che tanto assillano il corpo, quanto la mente dell’uomo.

Alla fine della sua approfondita analisi Mason ci dà una speranza, forse non tutto è perduto…

 

LEAL Sezione di Sondrio

(da 'l Gazetin, marzo 2008)


 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 65.4%
NO
 34.6%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy