Sabato , 13 Luglio 2024
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
La scomparsa di Federigo Giordano, il noto comandante partigiano Gek
11 Gennaio 2023
 

Il 7 gennaio è morto a Bergamo Federico Giordano, nato a Milano nel 1926 ma noto in Valtellina per la sua attività di partigiano. La notizia viene trasmessa all’Anpi provinciale dall’Anpi di Lecco, con la firma di Pier Franco Mastalli, che ne ripercorre in sintesi la storia. Quando è studente a Milano, viene colpito dall’uccisione a Piazzale Loreto di 15 partigiani dei quali fa parte il suo insegnante Salvatore Principato il 10 agosto 1944. È, forse, l’episodio che lo spinge ad una scelta irreversibile.

Entra a far parte del distaccamento “Minonzio” aderente alla 55ª Brigata Garibaldi Rosselli, operante nell’Alto Lario, nelle Orobie e in Valtellina, in particolare nella Val Gerola. Organizza la Resistenza. Diventa il capo di un reparto col nome di “Gek”. Come altri partigiani, rifiuta l’invito del generale Alexander di sospendere l’attività partigiana per riprenderla in primavera. Nemmeno decide di aprirsi una via di fuga verso la Svizzera, come fanno altri gruppi. Continua la lotta con una serie di azioni contro i nazifascisti. Partecipa alla Liberazione di Morbegno. A nome del Comando unificato Valtellina e Alto Lario il 28 aprile raccoglie la resa della colonna tedesca fermata a Musso con Mussolini e lasciata proseguire con l’obbligo di far controllare dai patrioti quanto contenuto nei loro automezzi…

Dopo la guerra, riprende gli studi e si laurea in ingegneria. Farà il libero professionista per tutta la vita. Ma non dimentica certo il suo passato, del quale intende trasmettere i valori di libertà, di giustizia e fratellanza che hanno caratterizzato la sua vita da partigiano. Nel 1962 fonda a Sondrio, con Vito Chiaravallotti, il famoso Circolo Rosselli che, per molti anni, ospiterà personaggi vari legati da un comune sentimento antifascista. Rilascia allo storico Pier Franco Mastalli i suoi ricordi, che vedono la luce col libro Le memorie del comandante Gek, Cattaneo editore. Infine, offre la sua testimonianza a Gad Lerner e Laura Gnocchi in occasione della pubblicazione del libro Noi partigiani, edito da Feltrinelli.

Con profonda commozione, rendiamo onore alla sua figura di comandante partigiano, all’uomo e alle sue virtù. Lo ringraziamo per quanto ha fatto in vita e lo ricorderemo sempre.


 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 69.4%
NO
 30.6%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy