Sabato , 28 Novembre 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Scuola > Laboratorio
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Anna Lanzetta. I ragazzi danno voce all’arte e alla poesia (1ª parte)
Alphons Mucha,
Alphons Mucha, 'La danza e la poesia' 
02 Aprile 2020
 

L’arte è l’attività spirituale con cui l’uomo esprime, mediante la parola, il suono, il colore o con altro mezzo e altro linguaggio il senso della bellezza. È un mezzo per trasmettere un messaggio, suscitare emozioni, persuadere o illustrare momenti salienti di storia; arricchisce la cultura di un popolo e ne esprime in immagini gli aspetti più peculiari. L’arte assolve molte funzioni: può educare il popolo ai valori morali; può rappresentare personaggi importanti per le azioni compiute; può riprodurre scene di vita quotidiana; può raffigurare il popolo come protagonista di un evento importante; può narrarci la storia. Prima di iniziare, l’artista decide quale messaggio vuole trasmettere a chi guarda, legge o ascolta la sua opera e pertanto sceglie gli elementi necessari a caratterizzarla. La Pittura è l’arte di comporre linee e colori, forme e figure; è l’espressione di emozioni, di riflessioni o di uno stato d’animo. Come un libro anche un quadro racconta, infatti attraverso la lettura degli elementi che l’artista sceglie di utilizzare, possiamo capire la sua personalità e la sua collocazione storica e, attraverso l’iconografia, l’iconologia e l’aspetto fisionomico possiamo comprendere il significato del quadro e la sua finalità.

In una linea di tempo, compresa tra l’Arte gotica e il Realismo, abbiamo capito come la società umana si è evoluta ed ha cambiato nel corso dei secoli modi di pensare e tecniche espressive.

La Poesia è l’arte di comporre versi, di esprimere lo stato d’animo dell’autore, di suscitare sensazioni, impressioni ed emozioni mediante un’intima unione di suoni e di armonie capaci di creare suggestioni estetiche e fantastiche.

Il regalo più bello? Un libro di poesie: Non esiste fregata rapida come un libro/ Per portarci in lontane terre/ Né destrieri come una pagina/ Di poesia che si impenna./ Questo viaggio può permetterselo/ Anche il più povero/ Senza essere soggetto a pedaggio-/ Tanto è frugale il carro/ Che sostiene l’anima umana (E. Dickinson).

La poesia è uno degli strumenti di cui si servono i poeti per insegnare ed educare il popolo.

La poesia per Ungaretti: è il mondo l’umanità/ la propria vita/ fioriti dalla parola/ la limpida meraviglia/ di un delirante fermento… (“Commiato”).

La poesia può esprimere: amore, dolore e felicità, come se noi dipingessimo in un quadro i nostri sogni e le nostre attese. “Preghiera alla poesia” di Antonia Pozzi è un intimo sfogo di delusioni e sofferenze: Oh, tu bene mi pesi/ l’anima, poesia/ tu sai se io manco e mi perdo,/ tu che allora ti neghi/ e taci./ Poesia, mi confesso con te/ che sei la mia voce profonda:/ ho camminato sul prato d’oro/ che fu mio cuore,/ ho rotto l’erba,/ rovinata la terra/ poesia quella terra/ dove tu mi dicesti il più dolce/ di tutti i tuoi canti,/ dove un mattino per la prima volta/ vidi volar nel sereno l’allodola/ e con gli occhi cercai di salire/ Poesia, poesia che rimani/ il mio profondo rimorso,/ oh, aiutami tu a ritrovare/ il mio alto paese abbandonato/ Poesia che ti doni soltanto/ a chi con gli occhi di pianto/ si cerca/ oh, rifammi tu degna di te,/ poesia che mi guardi.

La Poesia è musica nei versi di Paul Verlaine, “Arte poetica: Musica prima d’ogni altra cosa,/ e perciò preferisci il verso Dispari/ più vario e più solubile nell’aria/ senza nulla che pesi o posi./ Bisogna pure che le parole/ tu le scelga non senza qualche equivoco:/nulla è meglio del canto ambiguo, dove/ l’Indeciso al preciso si sposa./ Sono i begli occhi da dietro un velo,/ la gran luce che trema a mezzogiorno,/ è, per un tiepido cielo d’autunno,/ la farragine azzurra delle stelle!/ La Sfumatura è ciò che ci vuole,/ non il colore, soltanto l’alone!/ Oh, fidanzi la sfumatura sola/ il sogno al sogno, il flauto al corno!/ Fuggi l’Arguzia che assassina,/ lo Spirito tagliente e il Riso impuro/ per cui piangono gli occhi dell’Azzurro,/tutto aglio bi bassa cucina!/ Strangola l’eloquenza, e sull’aire/ di questa energia, fa attenzione/ che la Rima abbia un po’ di discrezione,/ altrimenti, dove andrà a finire?/ O chi dirà i torti della Rima!/ Quale fanciullo sordo o negro folle/ ci forgiò questo gioiello da un soldo/ vacuo e falso sotto la lima?/ Musica e sempre musica ancora!/ Sia il tuo verso la cosa che dilegua/ e senti che con anima irrequieta/ fugge verso altri cieli, altri amori./ Sia il tuo verso la buona avventura/ sparsa al vento frizzante del mattino/ che porta odori di menta e di timo…/ E tutto il resto è letteratura (Poesie, trad. di L. Frezza).

Il romanzo richiede tempo per emozionare, la poesia solo poche righe: () ma quello che hanno pensato, i sentimenti che hanno accompagnato le loro deliberazioni e i loro progetti, i loro successi e i loro infortuni, i discorsi con cui hanno fatto o hanno tentato di far prevalere le loro passioni e la loro volontà su altre passioni e altre volontà, con cui hanno espresso la loro collera, effusa la loro tristezza, con cui, in una parola, hanno rivelato la loro individualità:tutto ciò, tranne pochissimo, è taciuto dalla storia e tutto ciò è il dominio della poesia (A. Manzoni, Lettera al Sig. C…). La Storia è poesia.

La Poesia è Musica “La canzone del bambino nel vento” (Auschwitz): Son morto con altri cento/ son morto ch’ero bambino/ passato per il camino/ e adesso sono nel vento./ Ad Auschwitz c’era la neve/ il fumo saliva lento/ nel freddo giorno d’inverno/ e adesso sono nel vento./ Ad Auschwitz tante persone/ ma un solo grande silenzio/ che strano non riesco ancora / a sorridere qui nel vento./ Io chiedo come può un uomo/ uccidere un suo fratello/ eppure siamo a milioni/ in polvere qui nel vento./ Ma ancora tuona il cannone/ Ancora non è contento/ Di sangue la belva umana/ E ancora ci porta il vento./ Io chiedo quando sarà/ che l’uomo potrà imparare/ a vivere senza ammazzare/ e il vento si poserà. (Francesco Guccini).

Cos’è in realtà la Poesia? Per quale arcano motivo agli occhi dell’uomo è così fondamentale e vitale? Forse perché in grado di racchiudere, attraverso silenziosi versi mille o più sogni? In verità non esiste un’unica risposta in grado di condensare i nostri quesiti; il perché è custodito all’interno della nostra anima.

-La Poesia si rivela all’essere umano come un soffio di vento che bussa alla porta di ogni sapere, come una farfallina che si posa su un fiore dal quale trae energia, come un tassello che completa il quadro irrazionale di un’anima folle-.

-Poesia è creatività, sorprendente voglia di fare, di gridare al mondo quanta e quale sia la voglia di dire basta e di voltare finalmente pagina. Un’idea che ti frulla in testa e che immediatamente poni in versi, sui quali spendi anima e corpo-.

Il mondo poetico è vastissimo e ancor più eccezionale è l’interazione che ricava a contatto con la musica, la letteratura e la pittura.

Spesso ci è capitato di porre graficamente ciò che una poesia ha il potere di esprimerci e ancor più spesso di riallacciare lo stesso disegno ad una musica che ci è rimasta nel cuore.

-Personalmente ritengo che la poesia mi abbia aiutato molto, nei momenti più bui ho trovato conforto rispecchiandomi in noti componimenti di Leopardi. Sono riuscita a capire quale sia il dolore dell’uomo, causato dall’assenza di qualcosa di vitale, in relazione alle mie esperienze passate. Grazie ai suoi versi ho potuto stoppare come si fa con un registratore il corso frenetico della mia vita e riflettere su quello che è stato il mio passato e in che modo influenzerà il mio futuro. Se dovessi esprimere il significato di Poesia in un unico concetto potrei certamente affermare che è qualcosa di eccezionalmente emblematico-.

 

»» Link: Interazioni

 

Anna Lanzetta

 

 

1 - Continua


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.0%
NO
 25.0%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy