Mercoledì , 08 Aprile 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Spettacolo > In tutta libertà
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Gianfranco Cercone. “Edison – L'uomo che illuminò il mondo” di Alfonso Gomèz-Rejòn
31 Luglio 2019
 

A volte le biografie cinematografiche, quelle dedicate ai grandi uomini del passato, insistono talmente sul loro valore, sulle loro virtù, da darci un senso di falsità, quello che proviene in genere dalle celebrazioni.

È allora forse per reazione a questo genere di retorica, che il regista Alfonso Gomèz-Rejòn – autore del film che in Italia si intitola Edison. L'uomo che illuminò il mondo, ma il cui titolo originale in inglese significa: “La guerra della corrente elettrica” – è forse per reazione che ha accentuato i tratti caratteriali più ostici, più respingenti, di quel geniale inventore che dà il titolo al film.

Non si tratta in effetti propriamente di un film biografico. Se non altro perché nel racconto giganteggia alla pari di Edison, un altro personaggio, un imprenditore, George Westinghouse. E un altro personaggio, Tesla, altro geniale inventore, un immigrato serbo negli Stati Uniti, se nel racconto è in terza posizione lo è con sofferenza, perché vorrebbe balzare alla pari degli due in primo piano.

In effetti la migliore chiave di lettura del film è suggerita dal titolo originale. Si tratta di una guerra, appunto; la cui posta è la fornitura dell'energia elettrica, appena scoperta, agli Stati Uniti (siamo alla fine dell'Ottocento).

Il fine sembra, dunque, il benessere della società. Ma il racconto individua come moventi dei due protagonisti, rivali fra loro, la ricerca del profitto; e forse, più ancora, del successo, della gloria. Se Edison appare più arrogante e scontroso, mentre Westinghouse ha i modi più affabili di un gentiluomo, entrambi, per prevalere, si rivelano senza scrupoli, spietati, pronti a rubarsi le idee e a infamare l'avversario.

C'è un episodio che più di altri ci dà la misura di cosa sono capaci. Per dimostrare che la corrente elettrica alternata, promossa da Westinghouse, è pericolosa, e anzi è mortale, Edison inaugura degli esperimenti pubblici in cui, con una scarica di quel tipo di corrente, uccide dei cavalli. E quando un uomo politico avrà così l'idea di utilizzare quella corrente per le esecuzioni capitali, Edison sarà disposto a fornirgli in segreto una consulenza purché la sedia elettrica sia associata alla corrente fornita dal suo rivale. Una consulenza che però quel rivale smaschererà e rivelerà alla stampa. Così il primo condannato a morte a finire arrostito su quel nuovo strumento di esecuzione capitale, soltanto in apparenza più pietoso della forca, risulta nel racconto come la vittima sacrificale dell'egotismo, del narcisismo, dei due contendenti.

Edison è un film a volte confuso, tumultuoso, forse per la quantità eccessiva di informazioni, di materiale storico, condensato giocoforza nella durata di un lungometraggio.

Allo stesso tempo il suo assunto psicologico è fin troppo semplice, quasi rozzo.

Tuttavia il ritratto dei due protagonisti, resi monumentali anche nei loro difetti, è senza tante sfumature, ma comunque incisivo, evidenzia in modo appropriato le loro differenze e le loro profonde somiglianze.

Interessante.

 

Gianfranco Cercone

(Trascrizione della puntata di “Cinema e cinema”
trasmessa da Radio Radicale il 27 luglio 2019
»»
QUI la scheda audio)


 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.3%
NO
 25.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy