Giovedì , 19 Maggio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò Madama [ARCHIVIO 06-12]
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Doppio cognome per i figli e fine delle differenze tra legittimi e naturali 
Fine di una anacronistica società patriarcale, una rivoluzione culturale!
08 Dicembre 2006
 

Possibilità del doppio cognome per i figli e fine delle differenze tra quelli legittimi e naturali: riforme a costo zero, ma rivoluzionarie per una società diversa da quella patriarcale e maschilista cui anacronisticamente ancora faceva riferimento il nostro Codice di famiglia!

Grazie al lavoro della Commissione istituita dal ministro della Famiglia Rosy Bindi, a gennaio dovrebbero finalmente vedere la luce delle riforme su cui a parole sembrano essere tutti d'accordo, ma che ancora non si erano concretizzate in legge. Freni culturali di una società in cui l'uomo ha ancora un ruolo preponderante e che non intende lasciare posizioni conquistate nel corso dei secoli, avevano di fatto bloccato per intere legislature queste leggi.

Fin dall'audizione del ministro in Commissione Affari Sociali lo scorso luglio avevo sollecitato proprio questi due temi così importanti e così semplici da fare, offrendo il mio contributo anche con due proposte di legge. ("Modifiche al codice civile in materia di cognome dei coniugi e dei figli" n. 1136 e "Modifiche al codice civile in materia di figli legittimi e naturali" n. 1613).(1)

La riforma della famiglia risalente al 1975, pur sancendo uguaglianza di diritti tra figli naturali e legittimi, aveva ancora delle lacune e permanevano delle odiose differenze tra i figli in materia di eredità. Una coppia può decidere di non sposarsi, ma non di tutelare in maniera diversa i figli. Con l'articolo 537 i figli legittimi possono liquidare i figli naturali con un compenso economico. L'articolo 565 non riconosce il rapporto di parentela con i figli naturali. Tale norma, fra l'altro, è stata oggetto di una dichiarazione di incostituzionalità. Ancora oggi i parenti cosiddetti legittimi, fino al sesto grado della successione, prevalgono sui fratelli naturali.

Eliminare i termini legittimi e naturali è una rivoluzione culturale che segna la fine di una differenza che non ha più senso d'esistere.

La neccesità, inoltre, di intervenire sul doppio cognome era non più rimandabile e sentenze di diverso grado continuavano a chiedere al legislatore di intervenire. L'automatismo di escludere il cognome della madre era perfino non scritto nel nostro codice: per i figli legittimi lo si desumeva da quelli nati fuori dal matrimonio. Solo con complicate prassi di far riconoscere in un secondo momento e con successiva sentenza del Tribunale dei minori una donna non sposata poteva lasciare anche il suo cognome ai propri figli!

 

Donatella Poretti

 

 

(1)


Articoli correlati

  Doppio cognome. Dal modello patriarcale a quello statalista? La cultura non si cambia per legge
  Doppio cognome: serve una legge per dare dignità al cognome delle donne
  Senato: cancellata una delle discriminazioni tra figli naturali e legittimi
  Doppio cognome non passa al Senato. Urge sempre più la legge!
  Doppio cognome. Buone notizie dalla Camera
  Cognome dei figli. Il Senato non ne discute...
  Il doppio cognome dei genitori e i tempi infiniti della pratica. Urge la legge!
  Doppio cognome. Sì alla legge, ma si lasci libera scelta ai genitori
  Donatella Poretti. La mia legislatura in tre episodi
  Tutti i figli sono uguali
  Cassazione su cognome dei figli
  Tutti i figli sono uguali davanti alla legge!
  Doppio cognome per i figli: bene nuovo testo al Senato
  Donatella Poretti: Tutti i figli sono uguali. La riforma della legislatura!
  Donatella Poretti. I bimbi non si sposano...
  Diritti bambini. Priorità per gli italiani, il Parlamento agisca in fretta
  Senato: oggi si cancelli una delle tante discriminazioni tra figli naturali e legittimi
  Donatella Poretti. Tutti uguali davanti alla legge... Oggi qualcuno è più uguale di mia figlia Alice
  Giornata mondiale fanciullo. Dalle parole alle leggi
  Figli naturali e legittimi, fine delle discriminazioni
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.9%
NO
 25.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy