Giovedì , 23 Maggio 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
L'irriverente. Non so voi, ma è più interessante l'elezione del presidente della Repubblica o la bufera di neve di New York?
28 Gennaio 2015
   

Firenze – Lode all'ex-presidente Giorgio Napolitano, ma proprio non ne possiamo più del balletto che ci porterà all'elezione del nuovo. Siamo invasi da un afflato di qualunquismo? Non credo. Siamo solo vivi e ragioniamo con la testa, il portafoglio e la pancia del cosiddetto cittadino comune.

Vediamo i numeri. Il futuro presidente non sembra proprio che sarà quello degli italiani, ma sicuramente sarà quello dei partiti e della partitocrazia (quelli del finanziamento pubblico, delle aziende pubbliche finte private e dell'imposta/canone sulla Rai popolata dai loro scherani). I super elettori che lo voteranno sono grossomodo espressione del consenso del 50% degli italiani, e poco più del loro 50% voterà a favore del candidato espresso dai partiti che detengono la cosiddetta maggioranza. Il nuovo presidente, quindi, sarà espressione indiretta di circa il 25/30% degli elettori italiani. Alla faccia di tutti coloro che lamentano come il presidente Usa sia espressione di grossomodo altrettanta percentuale, votando in quel Paese la metà degli aventi diritto ed essendo le maggioranze poco più del 50% di chi vota. Con una gigantesca differenza: da noi votano tutti gli aventi diritto (con le percentuali d'origine di cui sopra), in Usa vota chi sceglie di votare; e in democrazia la scelta in libertà è -a nostro avviso- il paletto da cui non si dovrebbe transigere. Quindi non ci sembra estremismo democratico sostenere che in Usa il presidente è espressione degli americani, mentre in Italia è espressione dei partiti.

Messi questi puntini, a noi che siamo nei nostri uffici, nelle nostre case, nelle nostre scuole, nei (in quantità predominante, si diceva una volta) campi e nelle fabbriche, che ci torna dal presidente della Repubblica? Poco o nulla. Istituzionalmente blasfemi? Non credo. Di Napolitano ce n'è stato uno ed irripetibile. Per il prossimo, tutti i partiti dicono di volere una figura importante e al di sopra delle parti, senza nessun veto per nessuno,* bla bla bla, e poi ognuno si esprime per la propria fazione (giustamente, a nostro avviso, ma con ipocrisia, vista la premessa).

Quindi ci beccheremo un presidente così come viene e decide quel 50 del 50%, senza nessuna possibilità di dire ed esprimere la nostra (come in Usa: vista la differenza?).

Siamo blasfemi se per questo fine settimana diciamo che ci sembra più interessante vedere e capire:

– come New York affronterà la più grossa bufera di neve della sua storia;

– quanti morti ci saranno nei teatri di guerra e di fame, col nostro “occidente” ad osservare e contare le stragi di corpi, di diritto e di libertà;

– se il prezzo della benzina, nonostante i minimi “storici” del barile di petrolio, continuerà ad aumentare;

– se i nostri figli a scuola continueranno ad essere “imbottiti” di nozioni spesso inutili;

– etc. etc.

Ma, tranquilli, poi arriverà il nostro presidente, e non sarà come quello americano. Quindi: non cambierà nulla.

 

Vincenzo Donvito, presidente Aduc

 

 

* Una curiosità. Quelli di Forza Italia dicono che non pongono nessun veto, ma il futuro presidente per loro non deve essere un ex-comunista. Abbiamo studiato l'italiano in un pianeta diverso? Fine della curiosità.


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.6%
NO
 25.4%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy