Domenica , 22 Maggio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Telluserra
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Carlo Forin: Halloween - Antares
30 Ottobre 2006
 
La Redazione di Tellusfolio mi invita a raccontare che cosa sia Halloween per me. Ho l’occasione, per la prima volta nei passaggi di Halloween al giro dell’anno, di raccontare per filo ciò che studio ormai da sette anni: Antares come origine di Halloween (potete cliccare su www.siagrio.it / Antares.
La rosa, che abbiamo visto come ‘utero sacro’ in Telluserra mostrerà anche il suo aspetto di ‘rosa nera’, la morte.
 
La sera del 31 ottobre gli Americani festeggiano Ognissanti: All Hallows evening, sera di tutti i Santi, cristianizzazione di una festa celtica precedente (Shamaine).
Halloween sincretizza, in giochini per bimbi (‘dolcetto-scherzetto!’ gridano ‘a sorpresa’ a chi apre loro la porta) una festa sacra.
 
La novità che vi propongo è questa: sono tre le feste da mettere insieme: KAR MUR/A’ ki till (sumero/accadica) – Shamaine (celtica) – Halloween (americana).
Assieme mostrano l’archetipo più straordinario della storia dell’umanità e corroborano il senso portato dalla rosa. Ci voleva questa festa (E ZEN sumera da leggere ZEN E) ed erano indispensabili i nomi degli dèi a rivelare l’iter < IT ER, cammino ER del Sole IT: dalla Mesopotamia, per la Gallia fino in America.
 
La prima festa celebrava la ‘forza della vita morte’, il Capodanno sumero-accado.
La fine dell’anno vecchio veniva vissuta come ‘fine del mondo’ perché per secoli l’anno fu tutto (AN - NUS: Cielo - Immagine della morte); la nascita dell’anno nuovo era una vera rinascita alla vita per tutti, un miracolo che, pur ripetendosi nei secoli anno dopo anno, veniva vissuto ogni volta come portentoso (la ierogamia era il culto della vita portata in terra dal Cielo).
AN TAR ISH celebrava lo sposalizio del Cielo (AN) con la Terra (ISH TAR) ad inizio anno, che poteva finire a fine anno (TAR ISH) nel TAR TAR U, in un Inferno per tutti e tutto.
La RU SHA, sacro utero, poteva finire in rosa nera.
Possiamo chiamare AN TAR ISH ‘Archetipo della vita-morte’.
Nello Zodiaco (LU HE – leggete ce-lo -) la stella Antares univa, come clip di una collana, i dieci segni-mese con un doppio mese (della vita-morte): la morte alla vita.
 
Mi ha colpito, all’inizio dell’indagine, il racconto dell’archeoastronomo Adriano Gaspani.
I Druidi (i sacerdoti celtici) fissavano alla levata eliaca di Antares (cioè quando osservavano la stella poco prima del sorgere del sole) il Capodanno (da Adriano GASPANI-Silvia CERNUTI, L’astronomia dei Celti, Aosta, Keltia editrice, 1997).
I Druidi erano devoti al dio Taranis.
 
Racconta Semerano:
«La colonna è l’axis mundi , perciò l’attributo Taransi(1) (ciclo del cielo) del loro Giove va inteso come accadico(2) taru (giro, ‘Ruckvendung’) e Anu (dio Cielo, ‘Himmelsgort’); ‘il più grande fra gli dei del cielo’ come chiosa l’autore dei Commenta Bernensia è proprio quel Giove dei cicli al cui compiersi, come si usa al nostro fine d’anno, viene bruciato il fantoccio di legno imbottito di uomini vivi, proprio come i fantocci, gli Argei che i Romani lasciavano cadere nel fiume».(3)
 
Il ciclo del Cielo, (Taru Anu) in accadico, è AN TAR ISH, in sumero, e TAR AN IS, tra i Celti.
Shamaine unisce SHAM AINE il Sole alla dea della vita-morte.
Aine è la celtica dea della vita e della morte, come ISH TAR mesopotamica (Esca orlandese, letta ISH KA).
SHAM è spiegato a palindromo in SHAMASH , cioè vi si legge, a circolo retrocedendo in sham -> mash, il nome babilonese del Sole.
SHAMASH si spiega nel sumero SHA -ME -ASH, Utero – ME - Uno all’origine (Aine rivela un fonetico Ein tedesco, omologabile ad ASH sumero).
 
Possiamo ben dire che il ME, che ritorna in TI ME, time inglese ‘tempo’, è ‘vita (TI) del ME’ come potrete verificare cliccando www.biuso.it/testi.htm.
 
Il dio dei guerrieri celtici, Lugh, rivela di essere LU GH sumero, soggetto luce, che dà il fuoco sacro latino, lughdus, ed il bosco sacro, lucus, e la lux, luce.
 
Carlo Forin


(1) Mia nota: «Tarani (lat. Taranis) – Divinità celtica attestata per la Gallia in questa forma specifica da Lucano (Bellum civile v. 444-446, accanto a Esus e Teutates) e, con varianti formali da poche iscrizioni che riguardano pressochè tutto il mondo celtico. Il nome è presentato a volte da solo, senza altro nome divino, più spesso come epiteto di Iuppiter con cui T. è identificato. La scelta di Iuppiter come ‘interpretazione romana’ del dio trova ragione nel fatto che T. è un dio del tuono, come dichiara il suo nome (sic) (dal celt. Taran- ‘tuonare’, ‘tuono’), caratteristica che è comune allo Iuppiter visto nelle sue manifestazioni meteoriche violente. (omissis per pudore su ‘indoeuropeo’). A T., stando ai Commenta Bernensia, venivano sacrificati esseri umani facendoli bruciare dentro alberi cavi; di fatto sembrerebbe che i Galli istituissero un’intima solidarietà tra la folgore, cioè il ‘fuoco celeste’ e il fuoco prodotto e usato cultualmente sulla terra, in questo caso nell’olocausto umano». LA PICCOLA TRECCANI, Milano-Roma 1997, ad vocem.
«Taranis. Dio celtico identificato con Giove dei Romani. Pare che fosse un dio folgorante e presumibilmente il suo nome viene da Taran (tuono, in Bretone). Nelle iscrizioni latine lo si trova attestato col nome di Giove (Iuppiter) e l’epiteto di taranico (taranicus) era connesso con la quercia, e comunque venerato sotto forma di una quercia. A differenza del Giove romano aveva un carattere ‘guerriero’». GRANDE ENCICLOPEDIA DE AGOSTINI, Novara 1994, vol. 21 ad vocem.
(2) La ‘u’ è desinenza babilonese: nell’accezione accadico-sumerica si legge ‘tar’ e ‘an’. ‘Is’, l’altro teomonema di An tar Is, è la componente principale di Is ht Ar/Is th Ar dea della vita/dea della morte.
(3) G. SEMERANO, Le origini della cultura europea, Firenze 1984, p. 293.

Articoli correlati

  Almor e Mellana. G20 alla fontana di Trevi
  Miriam Della Croce. La festa di Halloween e quella del Diavolo
  Il Vaticano impazzito: Halloween va boicottata, è pedofilia spirituale
  Sondrio. I fantasmi invadono la città
  Nicoletta Varani. Autunno è tempo di zucca
  Carlo Forin: Noi, Italiane ed Italiani, maschi della màntide religiosa
  Carlo Forin: Alla Rosa nel fango.
  Carlo Forin. La favola dell’indoeuropeo
  Carlo Forin: Nel Mondo glocale narrando con l’amiloidosi mia compagna
  Carlo Forin: Gnosis.
  Carlo Forin. Provvidenziale 8 settembre
  Carlo Forin, Cerei regni.
  Carlo Forin: Che cosa nasce a Natale 2008 ?
  Carlo Forin: Lettera a Prodi sui punti di Lamberto Dini
  Carlo Forin, Veneris... nefandae.
  Carlo Forin, Sei forse sorella di Febo?
  Carlo Forin: Il trasmutatore della merda in violetta Carlo Costantini. Risposta dell'Onorevole
  Carlo Forin: Un 2010 sgannato
  Carlo Forin. Alitalia o non Alitalia? Con Richard Gere di Pretty Woman come esempio
  Carlo Forin, Semerano. Archeologia linguistica.
  Carlo Forin: Aprire al ME
  Carlo Forin. Che nessun Duce di ritorno tocchi la Costituzione!
  Carlo Forin: Il Gran Giocattolaio
  Carlo Forin. Mario Draghi, dieci anni dopo
  Carlo Forin: Giobbe 2008. Diario: 19 ottobre (1)
  Carlo Forin: Vogliamo confrontarci con gli altri del Terzo Mondo signora Emma Marcegaglia?
  Carlo Forin. San Francesco 2021
  Carlo Forin: Coito
  Carlo Forin: Confesso oggi la mia fedeltà alla tradizione cristiana
  Carlo Forin. 25 aprile 2021 < 25 aprile 1945
  Carlo Forin: Giobbe 2008. Diario della malattia (3)
  Carlo Forin: Quoad, fino a quando, la libertà sarà in pericolo? (Lodo Alfano bocciato).
  Bruna Spagnuolo: Carlo Forin e la stirpe degli uomini alati
  Carlo Forin: Tutto quello che ci dice "Gallare". Vulva. Dal sumero. Omaggio alla sumerica Paola Senatore.
  Carlo Forin: Rosa
  Carlo Forin. Il periodo del lustro
  Carlo Forin. La trasformazione ecologica
  Carlo Forin: Antares.
  Carlo Forin: Gli albori di Milano
  Carlo Forin: Calamaro.
  Carlo Forin: A Zeneda c’è stata una festa. La Rosa.
  Carlo Forin: Storia del ME con lettera a Claudio Di Scalzo detto Accio
  Carlo Forin: Il mediarca Berlusconi non è un capitalista come tanti al mondo
  Carlo Forin: Riflessioni su me, Me, ME.
  Carlo Forin: Il fiume della lingua scorra. Auguri per il 2009
  Carlo Forin: Autobiografia come giocattolaio piccino
  Carlo Forin: La struttura del doppio circolo del Cielo e della Terra nella Bibbia (1)
  Carlo Forin: Italia: al 55° posto in Diritto! Bigliettino per il ministro Alfano
  Carlo Forin: Viaggiare nel pensiero nel tempo. Con sito turco
  Carlo Forin. Circoncisione
  Carlo Forin: Chi impersòno io?
  Carlo Forin: Diario del 24 e 25 dicembre 2008
  Carlo Forin: Anche Gesù era abbronzato come Obama
  Carlo Forin, Dizionario delle parole basilari: Archetipo
  Carlo Forin, Saturnia Tellus.
  Carl Forin: "Onesimo" con allegata storia di collaborazione e amicizia
  Carlo Forin. La vita è proprio bella!
  Carlo Forin, Dizionario delle parole basilari: Ideologia
  Carlo Forin: Maroni contro l’Europa e contro i pellegrini.
  Carlo Forin: Risposta a Bruna Spagnuolo e sugli alati
  Carlo Forin: Ricordando Wojtyla e la mia conversione
  Carlo Forin: la luce che viene
  Carlo Forin: Giobbe 2008. Diario della malattia (4)
  Carlo Forin. Covid 19 virus intelligente
  Carlo Forin: La mia lettura di Bernart de Ventadorn in "Canzone di Primavera"
  Carlo Forin: RAGA'R, tagliare. Catullo e Piccoli (2)
  Racconto di un vecchietto del ’68.
  Carlo Forin. Distanziamento
  Carlo Forin: Sessanta: un numero che falsifica l’indoeuropeismo
  Carlo Forin: Belem, notte di Natale
  Carlo Forin. Analisi dei 38 ‘lustr’ dell’Eneide. L’ultimo: perlustra.
  Carlo Forin, Dizionario delle parole basilari: Amore. Con postilla necessaria.
  Piero Cappelli: D’Alema e Veltroni battuti a Firenze. È l’inizio di una nuova politica?
  Carlo Forin: Il pinguino Mattia Ze
  Carlo Forin: Amen.
  Carlo Forin
  La lingua fu dingua in Tellusfolio
  Carlo Forin: La lingua è un fiume sporco
  Carlo Forin: Tempi da lupi mannari per la Costituzione italiana
  Carlo Forin: Rosa (mistica)
  Carlo Forin: Meo. Vita-Morte. Archeologia linguistica
  Carlo Forin: Recuperar la pausa per tornar cittadini. Primarie e PD
  Carlo Forin: Giobbe 2008. Diario della malattia (2)
  Carlo Forin, dizionario delle parole basilari: Rosa
  Carlo Forin: Vittorio Veneto e coriandoli
  Carlo Forin, Dio Sovrano. Con lettera antiaccademica.
  Carlo Forin: Carme sul cambio di Archetipo (1)
  Carlo Forin. San Francesco
  Rappresentazione falsa del mondo: Ideologia.
  Carlo Forin: Dimensione della parola ‘dimensione’. Archeologia del linguaggio
  Carlo Forin, Proteo e Cerere corrotta.
  Carlo Forin. Seconda dose oggi a Vidor di Treviso
  Carlo Forin: Giobbe 2008. Diario della malattia (5) Ultima parte col sorriso.
  Carlo Forin. Ordine di farfalla
  Carlo Forin: A cena con Dio
  Carlo Forin. La chiave sumera dei nomi degli Dei
  Carlo Forin: Lettera a SS. Benedetto XVI
  Carlo Forin: Caro Mutui. Tellusfolio raccolga testimonianze e proteste!
  Carlo Forin: Amore e Psiche. Archeologia linguistica 1.
  Carlo Forin. La Corte dei Conti boccia il Governo
  Carlo Forin: Ricordare Srebrenitza. Sito e fotoalbum 9
 
 
Immagini correlate

 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 3 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.9%
NO
 25.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy