Martedì , 24 Maggio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Ciampino. La cittadella dell’Artigianato secondo Gennaro Massa 
a cura di Maria Lanciotti
25 Giugno 2013
 

La storia di Gennaro Massa è quella di un artigiano di Ciampino (Roma) che ama il suo lavoro e non vuole vederlo morire insieme alla bellezza delle opere artigianali sostituite dalla produzione seriale effettuata con materiali scadenti. È la storia di un uomo che non rinuncia a credere alla possibilità di portare avanti, in un mondo meccanizzato e globalizzato, anche un discorso di qualità legato alla tradizione gloriosa del nostro insuperato e forse insuperabile made in Italy.

Tempo fa Gennaro Massa mi affidò la sua storia e il suo progetto e non posso far altro, per sostenere la sua incrollabile e fondatissima idea, che farmi sua portavoce. “Perché io non ci sarò per sempre”, mi ha detto ultimamente Gennaro, un uomo concreto che prospetta una concretissima idea occupazionale e anche di salvaguardia di una tradizione artigianale di cui andare estremamente fieri. Di spazi inutilizzati ce ne sono tanti, di capannoni abbandonati se ne vedono ovunque, di terreni diventati discariche a cielo aperto ne siamo pieni: possibile non si trovi uno spazio adeguato per l’idea di Gennaro?

Ed ecco il progetto redatto da Gennaro Massa nel 1991:

 

Io sottoscritto Gennaro Massa, artigiano (attività di smussi, tagli e buchi a maioliche e marmi) e geometra, desidero costituire un Consorzio tra Artigiani denominato “Cooperativa di S. Giuseppe”.

Capitale sociale: 300.000 euro (sotto forma di un appartamento a Roma) più 100.000 (sotto forma di un negozio a Ciampino) per un totale di 400.000 euro. Da questa somma ho tolto le spese.

Per questo progetto mi occorre un grande spazio o diversi capannoni.

Scopo. Lo scopo di tale progetto è quello di valorizzare e consolidare l’attività artigianale italiana in tutti i suoi aspetti: dal servizio al pubblico, tramite esposizione e vendita di prodotti artigianali, al deposito, alla consulenza, all’apprendistato per giovani artigiani, alla copertura medica. Il Consorzio è rivolto a Fabbri, Ceramisti, Tornitori, Ebanisti, Carrozzieri, Falegnami, Elettricisti, ecc.

Obiettivi. Creare un polo che operi come punto di riferimento per artigiani già avviati, per artigiani della zona o di altre parti d’Italia che, pur eseguendo le loro opere fuori, possano esporle e venderle in tale spazio; appoggiare le aspirazioni dei giovani desiderosi di intraprendere l’attività artigianale offrendo loro una guida per quello che concerne apprendistato, tirocini e tutto quello che apporti conoscenza ai fini di una futura attività artigianale.

Destinatari. Artigiani che vogliano trovare una sede ove potere eseguire la loro attività, artigiani che vogliano esporre le loro opere, cittadini, turisti, giovani desiderosi di intraprendere l’attività lavorativa artigiana.

Ubicazione. Tale Consorzio dovrebbe essere situato in un grande spazio (dove le amministrazioni locali lo indicheranno), che verrà suddiviso in ulteriori spazi (ad es. di 25/30 mq ciascuno e comunque della grandezza adeguata allo svolgimento della propria attività artigianale) che ogni singolo artigiano pagherà in proporzione.

Idea. Il sottoscritto ha ideato una squadra iniziale di artigiani edili per eseguire il progetto costituendo così un “Consorzio di Artigiani”. Partendo da tale realtà, il Consorzio si doterà degli adeguati strumenti finanziari per mezzo di un commercialista competente e, con gli eventuali fondi della Regione, potrà acquistare lo spazio e adibirlo ai vari scopi.

La struttura sarà dotata inoltre di spazi da occupare con: entrata con portiere accettazione; magazzinaggio con bolla; cabina elettrica; pannelli raccolta elettricità; locale con ricevitore telefonico; bagni maschili e femminili; deposito acqua; spazio vendita e posa in opera; spazio mostra; spazi ditte artigianali; cooperativa artigiani invalidi; camere con bagno per ricevere ospiti (rappresentanti, trasportatori, visitatori); assistenza artigiani per pratiche legali; contabilità e varie; locale per ricevere e consegnare la merce per conto degli associati; locali adibiti a laboratori per giovani e comunque nuovi artigiani; uffici per le cooperative; studio medico con personale competente per provvedere alle cure per artigiani incidentati o comunque con problemi di salute legati all’attività lavorativa; punto di ristoro per poter provvedere alla mensa durante le ore lavorative della giornata.

 

Allegata al progetto una letterina firmata ma non datata (forse solo una noticina rimasta nel cassetto), con chiaro riferimento alla manifestazione contro il Governo Prodi il 20 ottobre del 2007. Pietro Ingrao, storico leader comunista, fu tra i primi a sottoscrivere l’appello per tale manifestazione – alla quale portò il suo saluto in Piazza San Giovanni in Laterano a Roma – organizzata dalla sinistra 'radicale' contro il precariato e per i diritti dei lavoratori.

 

Per non ricominciare sempre da capo. (Questo è un aiutino a Prodi da parte di un compagno italiano)
Compagno Ingrao, sono Gennaro Massa. Forse non si ricorda di me, lo capisco bene. Sono venuto da lei una ventina d’anni fa e mi ha ricevuto la Sua donna di servizio di colore. Poi ho potuto parlarLe e mi ha detto che si voleva dedicare solo alle poesie e alla letteratura. Ora l’ho visto in televisione. Sta bene e mi fa piacere per Lei. Ho capito la Sua apparizione: voleva dare una svegliata a questa specie di compagni ma non c’è riuscito. Si sono dimenticati che questo simbolo (falce, martello e stellina, nda) rappresenta il lavoro e quindi l’artigianato. In fede, Gennaro Massa.

Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.9%
NO
 25.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy