Giovedì , 21 Ottobre 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Yoani Sánchez. L’ingrato compito di un delfino
26 Febbraio 2013
 

Saper leggere tra le righe è condizione indispensabile per capire la politica cubana. Il gruppo di potere che governa l’Isola è sempre molto parco nei dettagli, quindi dobbiamo interpretare i silenzi e persino certi dati che a prima vista sembrano poco importanti. Miguel Díaz-Canel (52 anni, foto) ha assunto l’incarico di primo vicepresidente del Consiglio di Stato secondo un copione ormai conosciuto che analisti e curiosi avevano previsto da mesi. Era sempre più presente sugli organi di stampa nazionali, inoltre aveva accompagnato Raúl Castro durante la riunione della Comunità degli Stati Latinoamericani e Caraibici (CELAC), elementi in grado di far capire la sua ascesa al secondo posto della élite cubana.

Díaz-Canel presenta caratteristiche che senza dubbio hanno favorito la sua designazione. Uomo poco brillante, di cui non si ricorda una sola frase durante i suoi monotoni discorsi, dotato di una fedeltà fuori da ogni dubbio, buona presenza fisica e una certa dose di gioventù (con i suoi 52 anni) che tanto serve a Raúl Castro per far vedere che il suo governo sta subendo un rinnovamento generazionale. Misurato in pubblico e di aspetto sobrio, pare sapere che il carisma porta solo problemi quando siamo così vicini alla nomenclatura storica. Ha superato abilmente tutte le prove di lealtà e di fedeltà che ha messo sul suo cammino il Generale Presidente, prima di lasciarlo accomodare sulla sedia numero due.

Anche se il potere reale continua a essere nelle mani di ottantenni, l’orologio biologico ha forzato il regime cubano a indicare pubblicamente il delfino. La scelta è stata fatta tra i sopravvissuti dopo le numerose purghe degli anni passati, le ultime delle quali hanno segnato la fine della carriera del vicepresidente Carlos Lage e dell’ex cancelliere Felipe Pérez Roque. L’élite cubana ha nominato un successore sulla spinta dell’imperativo biologico più che per un reale desiderio di rinnovamento o di riforma. Il tempo incalza e non basta più per plasmare nuovi candidati tra i quali selezionare.

La scalata al vertice di Díaz-Canel è stata breve. Dalle forze armate cubane è diventato dirigente dell’Unione dei Giovani Comunisti, primo segretario del Partito Comunista nella provincia di Holguín, ha occupato anche l’incarico di Ministro dell’Educazione Superiore. La sua carta vincente è stata l’obbedienza, l’abilità nel far capire ai superiori che possono contare su di lui come uomo di continuità e non di rottura. Chiaro, potrebbe anche essere la strategia del camaleonte che preferisce mimetizzarsi con le persone che si trova intorno per arrivare a occupare una vera posizione di potere. Non resta che attendere come si comporterà quando non avrà più lo sguardo di Raúl Castro su di lui.

Per il momento, Miguel Díaz-Canel deve affrontare un cammino incerto e problematico. Non sarebbe la prima volta che un delfino si è creduto insostituibile per finire accusato dai suoi stessi creatori di essersi lasciato attrarre dal “miele del potere”. Per questo motivo dovrà essere prudente, paziente e pronto a eseguire ogni ordine.

 

Yoani Sánchez

Traduzione di Gordiano Lupi


 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy