Giovedì , 19 Maggio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Vincenzo Donvito. Il caso Befera... 
Le tasse si devono pagare per etica o convenienza? La 'confessionalità' al potere?
30 Novembre 2012
 

È sintomatica la motivazione con cui il direttore dell'Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, ha giustificato la sua contrarietà alla possibilità di dedurre dalla dichiarazione dei redditi scontrini e ricevute: «Sono contrario al contratto di interesse, non mi piace l'onesta per convenienza, non la trovo corretta, e questa misura peraltro non porta quei vantaggi di cui tutti parlano».

Sintomatica per due motivi:

- il direttore della Agenzia delle Entrate è un politico o un funzionario dello Stato? Oggi ci ha detto che è un politico!

- e in quanto tale ci ha comunicato che la sua visione dello Stato è etica. Cioè il cittadino si deve rapportare con lo Stato non come soggetto a cui dare e fiducia e chiedere ordine e convenienza, ma come se fosse il padre della propria famiglia, da amare sempre e verso cui essere disponibili 'a prescindere'.

Una visione etica che è in struggente contraddizione con la politica delle sanzioni fiscali, quella che, per esempio, fa pagare il 30% di penali a chi sfora i tempi di un pagamento: a che servirebbe la penale se non ad indurre il contribuente a pagare nei termini, in modo conveniente? Se il discrimine fosse solo l'onestà, come vorrebbe Befera, le penali non avrebbero senso. Il nostro però è un ragionamento non-confessionale, per cui ci immaginiamo la risposta del confessionale Befera a questa nostra osservazione: “Sei stato disonesto non pagando nei termini e perciò ti punisco”. Per il nostro ciò che conta è l'onesta' in quanto “moto dell'anima”, non come convenienza.

Una situazione che può divenire sempre più ingarbugliata per valutazioni e motivazioni, così come sempre accade quando a decidere è l'etica di alcuni che assurge a Stato piuttosto che la convenienza che si fa Stato per tutti.

Attilio Befera è il funzionario stra-pagato che abbiamo al massimo vertice della raccolta fiscale. Chissà se nel presunto “ripulisti” che tutti i politici dicono di voler fare ce lo troveremo ancora dov'è oggi, o in altro ente simile, o in Parlamento o licenziato. Si accettano scommesse!!

 

Vincenzo Donvito, presidente Aduc


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.9%
NO
 25.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy