Giovedì , 19 Maggio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò Madama [ARCHIVIO 06-12]
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Senato: oggi si cancelli una delle tante discriminazioni tra figli naturali e legittimi
06 Ottobre 2010
 


Non tutti i figli sono uguali e la legge italiana fa scontare a loro le colpe e i peccati dei genitori. È questo il senso del nostro codice civile quando distingue i figli naturali e quelli legittimi, quando permette discriminazioni ereditarie o quando arriva perfino a negare lo status filiationis ai figli nati da relazioni incestuose.

Tra le differenze non più sostenibili c'è quella dei tribunali diversi che trattano le questioni dei figli. Così accade che quando due genitori si separano le loro responsabilità reciproche e nei confronti dei figli vengono trattate dal tribunale ordinario se i genitori erano sposati, se non lo erano il tribunale di riferimento è quello dei minorenni, perfino con riti diversi non esistendo alcuna norma sulle coppie di fatto e le unioni civili.

Esistono anche problemi pratici che forse è utile ricordare.

Basti solo pensare che i Tribunali ordinari sono 165, ben più delle province, i Tribunali per i minorenni sono 29, sedi distaccate incluse, ossia hanno una distribuzione sostanzialmente regionale. Questo significa che molto spesso la coppia che si separa:

- presumibilmente avrà tempi di attesa più lunghi;

- deve spostarsi per accedere al tribunale;

- deve scegliere l'avvocato a caso, in una città che non è la propria;

- oppure deve pagare la trasferta al proprio avvocato locale;

- oppure deve pagare il proprio avvocato e in più l'avvocato domiciliatario.

Portare ogni problema attinente ai figli minori, legittimi o naturali, davanti allo stesso tribunale è un atto dovuto da parte del legislatore per cancellare le discriminazioni esistenti, per cui sosterremo l'approvazione del ddl sulla potestà genitoriale oggi all'esame dell'aula.

A questo link gli emendamenti e gli ordini del giorno presentati al ddl “Modifiche al codice civile in materia di potestà genitoriale” (AS n. 1211 e 1412) con il senatore Marco Perduca:

- sulla responsabilità genitoriale e per la modifica dell’art. 155 c.c. sull’affido condiviso;

- per i diritti dei figli naturali e la loro uguaglianza con i figli legittimi;

- per i diritti dei figli incestuosi e la loro riconoscibilità.

 

Donatella Poretti


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.9%
NO
 25.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy