Lunedì , 25 Maggio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
M. A. Farina Coscioni. Per il rispetto dei diritti dei malati a partire da quelli affetti di Sla 
Da mezzanotte di domenica in sciopero della fame
22 Giugno 2010
 

Occorre rimuovere resistenze e indifferenze dei ministeri della salute e delle finanze. Un appello alla mobilitazione, alle compagne e amiche del Pd, ai malati e alle loro famiglie, innanzitutto…

 

 

Dalla mezzanotte di domenica ho ripreso lo sciopero della fame, l’obiettivo è quello del rispetto dei diritti dei malati a partire da quelli affetti da Sclerosi laterale amiotrofica; vincere e rimuovere le resistenze, le inerzie, le incomprensibili pigrizie delle burocrazie ministeriali che finora hanno impedito l’approvazione dei Livelli essenziali di assistenza (Lea), e il conseguente aggiornamento del Nomenclatore degli ausili e delle protesi.

Già nell’autunno scorso avevo, assieme a quattro malati di SLA sardi, intrapreso una analoga iniziativa, durata una ventina di giorni. Le mie colleghe e i miei colleghi del PD alla commissione Affari Sociali della Camera, in sostegno e appoggio alla mia iniziativa, decisero di unirsi al digiuno, e in seguito a ciò, come prova di fiducia, sospesi d’intesa con i malati, il digiuno.

Devo prendere atto con rammarico che da allora non è accaduto nulla. Il ministro della Salute Fazio ha fatto sapere d’aver fatto tutto il possibile, la responsabilità per il ritardo sarebbe da imputare al ministero del Tesoro, che dovrebbe valutare la congruità economica degli impegni previsti per l’attuazione dei nuovi LEA.

È un’inerzia, uno scaricabarile inaccettabile. Governo e ministri dunque si assumano le loro responsabilità: gli impegni assunti vanno mantenuti, questo rimpallo di responsabilità sulla – letterale – pelle dei malati e delle loro famiglie, è intollerabile. Per questo rivolgo un pubblico appello alla mobilitazione, innanzitutto alle compagne e alle amiche del PD, ai malati di sclerosi laterale amiotrofica, alle loro famiglie. Mai come ora: dal corpo del malato, al cuore della politica!

 

Maria Antonietta Farina Coscioni,

deputata radicale e co-presidente dell’associazione Luca Coscioni


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.2%
NO
 25.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy