Giovedì , 11 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Scuola > Notizie e commenti
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
“Scuola e Diritti”. Discriminazione! 
Le denunce e gli appelli di Insegnanti evangelici, Genitori democratici e Comitato Per la Scuola della Repubblica
28 Settembre 2009
 

Quello che si temeva rapidamente si è realizzato!

Di seguito presentiamo importanti comunicazioni su ciò che sta avvenendo nella scuola pubblica italiana per chi non si avvale dell'irc.

Diffondete le informazioni!

In difesa della libertà (di tutti!) non bisogna piegare la testa di fronte a questi soprusi anticostituzionali.

Bisogna reagire!

Come associazione abbiamo già preso i necessari contatti a livello nazionale e a livello locale nostri associati, che si sono visti discriminati, si stanno rivolgendo ai dirigenti scolastici per chiedere il rispetto dei propri diritti costituzionali.

Stiamo considerando la possibilità di chiedere un incontro con il dirigente scolastico provinciale.

A presto.


Scuola e Diritti, la segreteria



Insegnanti evangelici

Minaccia alla libertà di religione


27 settembre 2009


Si stanno verificando nelle scuole casi in cui presidi ed insegnanti comunicano ai genitori di non avere la possibilità di garantire l'attività alternativa a chi non si avvale dell'insegnamento della religione cattolica, né lo studio individualizzato assistito, per mancanza di personale docente.

Pur riconoscendo che non vi è disponibilità di insegnanti, ricordiamo che i genitori non sono chiamati a risolvere questo problema, rinunciando ad un loro diritto di scelta.

Come lo Stato ha provveduto ad assumere insegnanti di religione cattolica, può similmente provvedere a tutelare i diritti di famiglie che scelgono attività alternative alla religione cattolica.

Nel sottolineare l'importanza di non sottostare ad alcuna forma di discriminazione, ricordiamo che le sentenze della corte costituzionale 203/1989, 13/1991 e la circolare 9/1991, applicativa della sentenza 13/91, prevedono 4 opzioni:

A) Attività didattiche e formative (cosiddette alternative)

B) Attività di studio e/o di ricerca individuali con assistenza di personale docente

C) Libera attività di studio e/o di ricerca senza assistenza di personale docente (dev'essere garantita la vigilanza)

D) Uscita dalla scuola (gli alunni minorenni devono essere prelevati dai genitori).


Consigliamo vivamente di non accettare passivamente la minaccia alla libertà di religione a cui stiamo assistendo.

Riflettiamo sulla gravità di ciò che sta avvenendo nelle scuole, in cui si è arrivati al punto di costringere chi non vuole avvalersi dell'insegnamento della religione cattolica a rimanere ugualmente nelle classi ad ascoltarne la lezione!

Tutto questo è un sopruso, rifiutiamolo.

  

Il comitato insegnanti evangelici italiani



Coordinamento Genitori Democratici / Per la Scuola della Repubblica

Libertà di coscienza, non negoziabile



Pubblichiamo il comunicato nostro e dell'associazione Per la Scuola della Repubblica sulla famigerata ora alternativa.

Ricordo a tutti coloro che hanno chiesto l'ora alternativa o l'entrata/uscita anticipata e non hanno ricevuto risposta di far mettere per iscritto dirigenti l'impossibilità di ottemperare a tale richiesta. Non per fare alcuna guerra ai dirigenti, ma pérchè possa emergere un fenomeno causato dai tagli alla scuola per ora abbastanza sommerso.


Angela Nava Mambretti

Presidente CGDnazionale


COMUNICATO


Le difficoltà che in questo inizio d’anno scolastico ricadono pesantemente su coloro che non scelgono l’insegnamento della religione cattolica (IRC) inducono le nostre associazioni a intervenire pubblicamente a sostegno delle denunce di genitori e insegnanti.

A noi si rivolgono genitori democratici, studenti che credono laicità della scuola e si vedono costretti a subire discriminazioni senza che venga loro riconosciuto il rispetto di un diritto costituzionalmente garantito.

Alle purtroppo frequenti violazioni arbitrarie del passato si aggiunge quest’anno l’alibi della scarsità di personale scolastico a causa dei pesanti tagli ai bilanci delle scuole e della grande del numero di insegnanti.

RIBADIAMO CON FORZA che sia il Nuovo Concordato (1984), sia le leggi applicative, sia pronunciamenti della Corte Costituzionale e della Giustizia Amministrativa, le stesse circolari ministeriali IMPONGONO LA PIENA FACOLTATIVITÀ DELL’IRC, e, contestualmente, il pari diritto di coloro che non si avvalgono a veder rispettate le proprie libere scelte: un’attività formativa con apposito docente, studio individuale libero o assistito, la à di assentarsi dalla scuola.

Trattandosi di DIRITTI è obbligo dell’amministrazione scolastica la fruibilità.

Coloro che non scelgono l’IRC non possono venire trasferiti come pacchi da una classe all’altra, o essere costretti a rimanere in classe durante l’irc come “uditori”, o essere invitati a uscire dalla scuola per non creare problemi, se ciò non corrisponde a una spontanea .


Ci rivolgiamo pertanto ai DIRIGENTI SCOLASTICI, agli ORGANI COLLEGIALI delle scuole affinché prendano in esame tutte le possibili soluzioni, e, in caso di assoluta conclamata impraticabilità a garantire un’attività alternativa se richiesta NON ESITINO A RIVOLGERSI ISTITUZIONALMENTE AL MINISTERO P.I. PER SUBITO LE RISORSE NECESSARIE.

Ai GENITORI e agli STUDENTI non avvalenti raccomandiamo di mantenere ferma senza compromessi la rivendicazione del diritto alla propria dignità, di non tollerare che chi sceglie l’IRC -insegnamento facoltativo confessionale-, fosse anche un solo alunno, disponga dal primo giorno di scuola di un apposito docente, mentre NULLA È PREVISTO PER CHI USUFRUISCE DEL NORMALE ORARIO SCOLASTICO DI UNA SCUOLA .


Il diritto alla libertà di coscienza è un diritto non negoziabile, riguarda la singola persona e non può questione di maggioranza o minoranza.

Ricordiamolo sempre!


Comitato “Per la scuola della Repubblica”

Coordinamento Genitori Democratici


www.scuolaecostituzione.it

www.genitoridemocratici.it


Articoli correlati

  Donatella Poretti. Scuola: voto all'ora di religione?
  Prospettive dell'IRC nella scuola statale
  Piero Tognoli. Proposta… indecente?
  Quale Laicità nella scuola pubblica? Seminario CGIL a Roma, martedì 17
  Incontro di “Scuola e Diritti” con il Dirigente scolastico provinciale
  Per la Scuola della Repubblica/CGD. La Gelimini ci riprova?
  Insegnare solo il cattolicesimo è razzismo e discriminazione
  “Noi Siamo Chiesa” sull'ora di religione
  Aboliamo l'Ora di Relgione
  Tagli alla scuola. Come risparmiare soldi comportandosi da Stato laico
  Antonia Sani. Il Convitato di pietra
  Eliana Cambieri. Europa laica!
  Andrea Salina. Ancora sull'Ora di Religione
  “Scuola e Diritti”. Educare a 360°… o a 15°
  Ora di religione a scuola. Impossibile cambiare idea durante l'anno. Interrogazione
  Scuola e Diritti. Spontanea la domanda: “A quando la stella gialla?”
  “Scuola e Diritti”. Ancora sull’ora di religione…
  Gli spettacoli di Natale e la laicità della scuola
  Roma. Iniziativa ora di religione e laicità della scuola
  Anna Lanzetta: L'ora di religione tra proteste e dissensi.
  Scuola e Diritti. «Le idee malsane di libertà»...
  “Scuola e Diritti”. Quale stato, quale diritto, quale fede, quale potere?
  Rosario Amico Roxas: Ora di religione obbligatoria? No grazie
  Eliana Cambieri. Ancora a proposito di... diritti
  Gino Songini. “Non c'è più religione”
  Comitato Torinese per la Laicità della Scuola. IRC e "attività alternative"
  Andrea Salina. “Non capisco...”
  Franca Corradini. Dissonanza contestuale l'ora di religione nelle scuole pubbliche
  “Scuola e Diritti”. Ore… di religione
  “Scuola e Diritti”. Una giornata speciale… a scuola di laicità…?
  Sul voto del docente di religione cattolica nello scrutinio per l’ammissione
  Separazione Stato-Chiesa. La scuola pubblica è ancora territorio italiano?
  Sen. Poretti. Ora di religione: bene Profumo
  “Scuola e Diritti”. Da Fioroni a Gelmini
  “Per la Scuola della Repubblica”. La Gelmini ha poco da esultare
  Eliana Cambieri. Io mi dichiaro… CONTRARIA
  Non è più l’ora?
  Ora di religione. Una domanda al ministro dell‘Istruzione: all'asilo è libera scelta?
  Privilegi vaticani. Un esempio per tutti: gli insegnanti di religione
  Scuola e Diritti. No alla discriminazione
  I fondi per l'ora alternativa ci sono e sono a carico della direzione generale
  Andrea Salina. Religione a scuola? Non facciamone... un dramma
  Comunisti Anarchici. Per una scuola pubblica di libertà e laicità. Senza steccati religiosi
  Donatella Poretti. Ora di religione. Libertà di scelta o imposizione?
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.7%
NO
 35.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy