Venerdì , 27 Maggio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Spinus
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Cani pericolosi. Grazie Celentano! Uniamoci per chiedere al ministro Turco la modifica dell'ordinanza
20 Aprile 2007
 

Un sentito grazie ad Adriano Celentano per la sua lettera pubblicata oggi sul Corriere della Sera in cui prende una decisa posizione sulla triste vicenda della piccola bambina uccisa dai suoi due cani di razza rottweiler. Concordiamo pienamente con lui quando dice che non sono i cani ma i padroni ad essere aggressivi e che l'ordinanza del ministro della salute Livia Turco è ingenua e necessita di essere riscritta.

Vorremmo ricordare al Ministro che poco dopo l'uscita dell'ordinanza, molti deputati e associazioni si sono mobilitati per protestare contro l'insensatezza di questo provvedimento. Un'interpellanza urgente, un'informativa urgente e successivamente anche una manifestazione davanti a Montecitorio non hanno prodotto la stessa risonanza mediatica di questa sola lettera del noto cantante. Più volte abbiamo cercato di ricordare al Ministro come, per prevenire le aggressioni, occorra un lavoro culturalmente più complesso, bisogna partire dall'approfondimento del rapporto umano-cane. Occorre lavorare sulla prevenzione facendo particolare attenzione all'addestramento degli animali e alla responsabilizzazione del proprietario e non sulla criminalizzazione del cane.

Ma il Ministro Turco non si è mai degnato di comunicarci il suo pensiero in maniera così diretta come ha fatto con Celentano. Per rispondere a noi ha delegato i suoi sottosegretari a risponderci per ben due volte nella stessa identica, fredda, burocratica e antiscientifica posizione che non ha indagato le cause delle aggressioni, non interrogandosi sui comportamenti umani e animali.

Grazie alla lettera di Celentano e alla pronta risposta del Ministro, invece, apprendiamo ora che l'ordinanza è interlocutoria, che è in atto ed è quasi conclusa una revisione di tutta la materia tra uomini e animali e che il ministro attribuisce alla parola “amico” un significato molto particolare. Se i cani, come il ministro Turco dice, sono nostri amici, non si capisce perché dovremmo tenerli legati ed imbavagliati. Forse il Ministro usa legare e imbavagliare i suoi amici appena escono di casa?

Invitiamo Celentano ad unirsi a tutti coloro che già avevano espresso il loro disappunto su questo provvedimento, per andare avanti in questa battaglia e soprattutto cercare di ottenere quanto prima una modifica dell'ordinanza per evitare altre inutili tragedie.

Mentre invitiamo il Ministro a calendarizzare una proposta di legge che affronti la materia in modo organico e non dettato dall'urgenza mediatica.

 

Donatella Poretti


Articoli correlati

  Cani pericolosi. Leon, un pitbull di quasi 5 anni, ha accompagnato il presidente dell'Aduc alla manifestazione davanti Montecitorio
  Cani o proprietari pericolosi? Vada avanti sottosegretario Martini, la ragionevolezza è dalla sua parte
  Ordinanza cani pericolosi. Confermata legittimità da Tar del Lazio
  Cani e umani. Intervenire subito per non continuare a farci male entrambi.
  Cani pericolosi. Mercoledì mattina 8:30, informativa urgente sull'ordinanza
  Modificata l'ordinanza “cani pericolosi”
  Cani pericolosi / proprietari pericolosi. Intesa in Parlamento
  Ordinanza cani pericolosi. Conflitto politico tra Parlamento e Governo
  Poretti e Francescato si tolgono la museruola e rispondono all'articolo di Sebastiano Messina su "La Repubblica"
  Cani o padroni pericolosi? Martedì 20 marzo ore 12 manifestazione a Roma davanti Montecitorio
  Cani pericolosi od ordinanze pericolose. Informativa urgente del ministero della salute, l’alleanza trasversale a difesa dei cani!
  Cani pericolosi / proprietari pericolosi. Risoluzione bipartisan in XII commissione
  Donatella Poretti. «Io disobbedisco!»
  Cani pericolosi. Evitiamo altre tragedie
  Cani soppressi per la sola "colpa" di appartenere ad una razza...
  Ddl cani pericolosi: nulla cambia. Le razze dei cani continuano ad essere discriminate!
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.9%
NO
 25.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy