Sabato , 11 Luglio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Va.Ve. La democrazia in pericolo di Umberto Eco. Un tentativo di risposta
Luigi Einaudi
Luigi Einaudi 
04 Luglio 2008
 

È in pericolo la democrazia. Con questa motivazione Umberto Eco ha annunciato la sua adesione alla manifestazione dell’8 luglio promossa da Furio Colombo, Paolo Flores d’Arcais e Pancho Pardi.

 

Le ragioni di questa denuncia sono in una breve lettera (già riportata qui nel pezzo che precede in Diario di bordo, ndr).

Il breve scritto di Eco è sottoscrivibile dalla prima all’ultima sillaba. Con un emendamento: il fondamento di una democrazia sta tutto in quel “motto” einaudiano che dice: “Conoscere per deliberare”. La conoscenza, il sapere è il fondamento della democrazia. Ed è per questo che i radicali sostengono che quella italiana è un regime di non democrazia, di democrazia negata; è per questo che Marco Pannella parla da tempo di “peste” italiana.

L’informazione, la comunicazione politica sono ridotti a gossip; sappiamo tutto di dove mette le mani il presidente della Camera Gianfranco Fini quando va in vacanza; non sappiamo nulla di quello che accade nelle stanze delle Commissioni parlamentari. È solo con Radio Radicale che gli italiani hanno potuto seguire i lavori dell’aula del Parlamento; e lo stato dell’informazione in generale è sotto gli occhi di tutti. Il caso di Emma Bonino, che recentemente ci ha beffati tutti, inventandosi quel suo “amore” straniero e non politico, dovrebbe far riflettere; e proprio per questo non si è voluta cogliere l’occasione offerto da quello “sberleffo”.

 

Di Umberto Eco ricordiamo alcune belle e acute pagine scritte con Patrizia Violi, un saggio compreso nel volume laterziano La stampa italiana del neocapitalismo curato da Valerio Castronovo e Nicola Tranfaglia. Ecco, parlando di democrazia minacciata, sfregiata e negata, sarebbe probabilmente utile che Eco riprendesse quel filo di discorso: di quella riconosciuta “inventiva” oggi c’è più che mai necessità; al tempo stesso il concreto rischio è che non sia più sufficiente, e che a forza di fare affidamento su quell’“inventiva” se ne sia prosciugata la sorgente…

 

Valter Vecellio

(da Notizie radicali, 3 luglio 2008)


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.7%
NO
 25.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy