Mercoledì , 19 Giugno 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Il Granma esce in edizione italiana 
Discutibile iniziativa dei comunisti italiani
Oliviero Diliberto
Oliviero Diliberto 
21 Settembre 2007
 

Grande notizia per tutti noi. A breve esce il Granma in edizione italiana. Ce lo regala il buon Diliberto, uno che tempo fa ha detto che vorrebbe andare a vivere a Cuba, ché a lui quel sistema di governo piace parecchio, non comprende cosa ci sia che non va. Diliberto è comunista, pensa di trovarsi bene in mezzo ad altri comunisti, cosa se ne farebbe di orpelli inutili come elezioni, libertà di parola e movimento, iniziativa privata, stampa pluralista e indipendente… In Italia invece mancava qualcosa, ché qui da noi è pieno zeppo di anticastristi brutti e cattivi, gente come me che non sa cosa voglia dire vivere in un Paradiso socialista. In Italia mancava uno dei principali organi di propaganda del governo di Fidel Castro, mancava il Granma tradotto per il popolo comunista, a uso e consumo di Vattimo, Pitzorno, Minà e compagnia cantante. Ci pensa Diliberto, amici comunisti, vi rende tutti felici, adesso una volta al mese fa stampare il Granma in italiano e lo allega a La Rinascita della sinistra, ché se la rinascita della sinistra passa per la propaganda a un dittatore stiamo freschi!

La versione italiana del Granma sarà tale e quale la cubana, stessi caratteri rossi, ma sul frontespizio in alto a destra ci scriveranno Italia, tanto per differenziare. L’accordo è già pronto e il direttore del Granma, Lázaro Mújica García, è contento matto, ma Fidel e Raúl sono più contenti di lui, povero velinaro di professione stile televisione italiana ai tempi della diccì. Le prime otto pagine del nuovo Granma italiano saranno dedicate a Che Guevara per ricordare i quarant’anni dalla sua morte, così per mettere tutti d’accordo, ché su Che Guevara c’è poco da dire, lui era davvero un grande. Maurizio Musolino forse ha capito che il Granma non è il massimo della obiettività e non vuol rimettere la faccia, dato che sembra un giornalista vero. Per questo ci tiene a dire che il Granma italiano racconterà le trasformazioni cubane senza fare propaganda, ma lasciatemi dire che ci credo poco, ché se al Granma togliete la propaganda resta niente. Musolino sceglierà i contenuti, mica pubblicherà tutto, lui è persona libera e sa bene cosa interessa in Italia dei problemi cubani. Racconta che il Granma è un giornale che promuove il dibattito e da un po’ di tempo segue l’interessante evoluzione del pensiero cubano.

Certe cose mi fanno andare in bestia, proprio non lo sopporto di essere preso in giro da un castrista italiano, davvero la razza peggiore, sono più realisti del re. Il caro amico Musolino ha mai letto il Granma? Diliberto ha mai seguito una mesa redonda su Cubavison? Parlano solo comunisti e gente del governo, poi si danno sempre ragione. Concludono che sono proprio bravi, che la rivoluzione è mas solida y fuerte, che gli imperialisti non passeranno, che il popolo è con Fidel ed è pronto a seguirlo hasta la muerte… Il TG4 di Emilio Fede, al confronto, diventa un’oasi di libertà.

Non bastava il Granma Internacional, pubblicato dal 1996 e consultabile su internet ogni giorno. No, serviva proprio che i comunisti italiani dessero al regime di Fidel Castro una nuova possibilità propagandistica. Tanto ne ha poche… E ai dissidenti chi dà la parola? Al popolo cubano martoriato dalla dittatura chi lo fa parlare? Tutto questo rasenta l’assurdo ed è vergognoso che un partito di governo sedicente democratico faccia da fiancheggiatore a una dittatura che affama un popolo intero e lo costringe a fuggire in cerca di un futuro migliore.

 

Gordiano Lupi


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 18 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.8%
NO
 25.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy