Martedì , 23 Aprile 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Silvja Manzi e Igor Boni. Per la Siria l'Europa batta un colpo 
“Assad e tutti i criminali di guerra devono essere deferiti davanti alla Corte Penale Internazionale dell’Aja”
22 Marzo 2018
 

Il 15 marzo 2011 iniziarono in Siria le proteste popolari contro il regime di Bashar al-Assad, volte a riformare radicalmente la struttura istituzionale monopartitica del Partito Ba’th. La rivolta sfociò nell’inizio della guerra ai civili scatenata dal dittatore siriano contro il suo popolo. Da anni chiediamo che in Siria le diplomazie si impegnino per l’intervento della giustizia internazionale.

Come in ex-Yugoslavia, in Sudan e in Ruanda, senza un giusto processo contro chi è accusato di crimini di guerra sarà impossibile riprendere il filo della pace e della convivenza. Riteniamo inaccettabile il silenzio su questa terribile vicenda di gran parte della politica, malgrado gli oltre 400.000 morti e i milioni di profughi nella peggiore guerra della storia recente. Il Parlamento e il Governo italiano, l’Europa, devono mettere al primo punto della loro agenda la Siria, partendo dall’assunto che Non c’è Pace senza Giustizia e che Bashar al-Assad non può rappresentare il futuro di quel martoriato Paese dopo aver contribuito attivamente alla strage di civili.

Anche per questa vicenda siamo convinti che serva più Europa, per affrontare con una politica estera comune e incisiva questa tragedia e non in 27/28 staterelli, ognuno con i propri egoismi e il proprio tornaconto, che fanno solo l’interesse dei tanti interessi che si scontrano in Siria a colpi di bombardamenti e armi chimiche sulla pelle della popolazione inerme.

Lo abbiamo chiesto nel nostro appello e lo ribadiamo: Assad e tutti i criminali di guerra, del regime al potere o dei suoi oppositori, devono essere deferiti davanti alla Corte Penale Internazionale dell’Aja e processati per crimini contro l’umanità”.

Si può aderire all’appello QUI.

 

Silvja Manzi e Igor Boni

tesoriera e membro della Direzione nazionale di Radicali italiani


Articoli correlati

  Asmae Dachan. Siria: Dipingere sulla morte, la storia di Akram
  Tutti i bambini che vengono da noi sono scheletri, ridotti pelle e ossa
  Asmae Dachan. “Allah, la Siria, Bashar e basta?”, recensione dell’opera di Alberto Savioli
  Marisa Cecchetti. “Siamo gli eroi del circo” di Alessandra Altamura
  Emma Bonino: Conti sotto controllo, +Europa con Germania e Francia, crisi siriana
  Asmae Dachan. Siria, otto anni dopo
  Sondrio. Genocidio in Siria e il silenzio delle coscienze
  Vetrina/ Asmae Dachan. Farò del mio dolore inchiostro
  L’irriverente degli Stati Uniti d’Europa. Dimmi cosa fai e saprò chi sei
  Torino, davanti al CORECOM. Radicali: subito on line i dati sulle presenze dei partiti in tv
  Igor Boni. Europa e riforme: il dialogo interrotto, ma necessario, tra PD e Radicali
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy