Domenica , 24 Ottobre 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Felice C. Besostri. La strategia del terrore e quali risposte
18 Gennaio 2015
 

Come sempre ci sono radici profonde ai conflitti, sia collettivi che individuali. La cronaca a volte appare come acqua in regime carsico, che affiora all'improvviso dalle viscere della terra, ma appena la si trasforma in storia ci si rende conto, che nulla succede all'improvviso... L'aspetto che più mi colpisce è che i terroristi non sono mai arrivati come clandestini sui barconi, ma sono di seconda o terza generazione, nati e cresciuti nella nostra società. Ragazze e ragazzi che hanno visto i genitori assimilarsi, spesso abbandonando la pratica religiosa, non osservando il Ramadan e che non avevano neppure pensato in vita loro di compiere il pellegrinaggio alla Mecca, lo Hajj, mangiando carne non Halal o assumendo alcool. Ebbene i figli hanno sperimentato di essere considerati non francesi a parte intera, ma ospiti, paradossale le vicende degli Harkis, algerini che combatterono a fianco dei francesi e non dei loro concittadini nella Guerra d'Algeria e sacrificati nelle trattative di pace con il FNL. Spesso concentrati negli stessi quartieri delle banlieue, con disoccupazione superiore alla media e grado di istruzione inferiore a quello delle corrispondenti fasce di età francesi: francesi non francesi.

Se non mi riconosci cittadino a parte intera e la laicità non è fattore di integrazione pluriconfessionale, ma esigenza di dimenticare la mia, mi riassumo ed anzi sottolineo la mia identità e cerco un'altra integrazione nella Umma dei fedeli di Maometto e all'interno della Comunità con i gruppi più identitari: la stessa logica delle gangs di quartiere o delle pandillas latino americane, presenti anche nelle nostre città. Affrontare le cause economo-sociali richiede tempo ed investimenti massicci, che le politiche di austerità negano a tutti, quindi non sono una risposta che l'opinione pubblica chiede, perché a lungo termine. D'altronde, se uno dei modi di lotta è quello di investire con l'auto passanti a caso o di accoltellare sempre a caso tra la folla, non c'è sistema di sicurezza che lo possa evitare. Ciascuno di noi se anche supera le sue paure, non può togliersi dalla testa le preoccupazioni per i propri figli e nipoti, anche se gli ammazzati da autisti ubriachi o drogati saranno sempre più di quelli vittime di terroristi fai da te.

Nella incapacità di dare risposte ai problemi della gente comune sta la debolezza della sinistra e dei democratici, a volte insuperabili per profondità dell'analisi: il noto benaltrismo. Se le risposte semplici non ci sono dovremmo comunque farlo capire, ma senza arie di superiorità o di disprezzo di chi non capisce. Tutti dovrebbero essere convinti che le stiamo cercando insieme e che sulla nostra comprensione e solidarietà si possa sempre contare

 

Felice C. Besostri


Articoli correlati

  Gioiosa. Recosol ammaina bandiera francese
  Roberto Malini. Il profeta in lacrime
  Un fumettista ebreo, testimone della Shoah, fra le vittime dell'attacco a Charlie Hebdo
  Janù per Charlie Hebdo
  Asmae Dachan. Condanna contro l’attentato al settimanale Charlie Hebdo
  Domenica/ Matteo Moca. Dalla Buona Scuola alla Letteratura Che Aiuta a Vivere Meglio
  L'irriverente. Charlie-Hebdo: No alla pena di morte. Sempre
  Domenica/ Matteo Moca. Non abbiamo paura
  Roberto Fantini. Matite temperate e fucili spezzati
  Giuseppe Galimberti. Pensieri sui fatti di Parigi
  Wolinski, Cabu, Charb, Tignous: non dimentichiamoli e impegniamoci come loro per la libertà
  L'irriverente. Dopo Parigi. Libertà d'espressione: come prima, più di prima...
  Vetrina/ Federica Bonzi. Ritardi di me
  Roberto Malini. La fede che uccide
  Roberto Fantini. Dopo Charlie Hebdo
  Roberto Malini. Vignette satiriche, spazio di libertà
  “Sacra violenza: terrorismo, guerra, religione, dialogo e libertà”
  Cipi. 7 gennaio 2015, Paris
  Roberto Fantini. Quale sorte per i diritti umani?
  Patrizia Garofalo. Fucilata la parola
  Giuseppe Civati. Je suis laïque
  Iniziative/ 7 febbraio: poesia e arte nella Giornata contro il terrorismo
  Carlo Forin. Strage di libertà in Francia
  We are Orlando
  Claudio Madricardo. “L’Italicum come il Porcellum. È incostituzionale”
  Felice C. Besostri. Prepariamoci a battere il semi-presidenzialismo
  Critica liberale. Riforme elettorali ed istituzionali
  Felice Besostri. La sfida europea alla sinistra
  Felice Besostri. Il gioco delle tre tavolette
  Felice Besostri. Austria - Hofer ha perso, ma…
  Felice Besostri. Verso il Referendum: Perché No
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy