Venerdì , 17 Novembre 2017
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Governo: comunicato della Segreteria della Rosa nel Pugno
19 Maggio 2006
 

Roma, 17 maggio 2006 – In occasione del passaggio elettorale, la Rosa nel pugno laica, socialista, liberale e radicale si è assegnata il compito, alla cui realizzazione ha contribuito in modo determinante, di garantire l'alternanza alla Cdl di Berlusconi e la nascita del Governo Prodi. Parte ora la difficile e lunga impresa di rendere possibile attraverso l'alternanza un'alternativa riformatrice, che - dalla laicità all'innovazione economica e sociale - batta i riflessi conservatori così forti nella politica italiana, radicati innanzitutto nelle chiusure corporative e oligarchiche della società italiana e diffusi soprattutto nell'opposizione, ma purtroppo presenti anche all'interno della maggioranza.

La strada delle riforme è, quindi, difficile da perseguire perché esistono in Italia forti resistenze sociali e politiche a qualsiasi trasformazione e altrettanto forti pressioni a mantenere inalterata la situazione esistente, fattori che sono alla base dell'attuale crisi del Paese in termini di efficienza, di competitività e di coesione sociale.

Siamo determinati a proseguire e a rilanciare questa nostra impostazione, in primo luogo attraverso la crescita del nostro progetto e il definitivo compimento di questo nuovo soggetto politico, ispirato alle figure e alle esperienze di Tony Blair, José Luis Rodriguez Zapatero e Loris Fortuna.

In questo quadro, si situa la piena assunzione di responsabilità di Emma Bonino e, con lei, degli altri amici e compagni della Rosa nel pugno che entrano oggi nella compagine di governo. A loro giunga il nostro augurio, la nostra fiducia, la nostra gratitudine, la nostra volontà di aiuto ed incoraggiamento: siamo certi che, con il loro impegno, onoreranno il Governo, le istituzioni del paese, e le speranze di tante donne e uomini italiani.

Certo, non sfugge, a meno di 40 giorni dal voto del 9-10 aprile, il tratto chiuso e arroccato in se stesso che ha finora caratterizzato l'Ulivo, come camera di compensazione tra DS e Margherita, ben diverso da un vero progetto di partito democratico, e che rischia di connotare l'intera coalizione di centrosinistra. Tuttavia, a maggior ragione, e ancora una volta in occasione della formazione del governo, la Rosa nel pugno ha scelto, dinanzi ad ogni tipo di preconcetta ostilità, di rispondere con un sovrappiù di lealtà, di responsabilità politica e istituzionale e - soprattutto - di volontà di concorrere alla riforma e alla modernizzazione del Paese e al rinnovamento profondo della sinistra e della coalizione di centro sinistra, delle quali abbiamo scelto di essere parte.

Precondizione, e prima delle battaglie da rilanciare e sviluppare, è la conquista di spazi di legalità istituzionale. E, a questo proposito, confermiamo che contro i comportamenti omissivi o contro quelli attivamente volti a secondare interpretazioni opache ed illegali, ovunque si siano manifestati o si manifestino, ci batteremo con ogni mezzo, politico, giuridico e nonviolento, per sanare la ferita rappresentata dall'esclusione da Palazzo Madama di otto senatori regolarmente votati ed eletti dal popolo italiano.


(da Notizie radicali, 18 maggio 2006)


Articoli correlati

  Senatori. Pannella, ragione giuridica, ragione procedurale, ragione sistemica e natura tendenzialmente antropoemica dell’oligarchia
  Turigliatto? Si è assentato da un'aula in cui non sarebbe mai dovuto entrare
  Valter Vecellio. No alla logica del cupio dissolvi
  Si aprono le Camere, la Rosa denuncia l'esclusione dal Senato
  Crisi Governo Prodi. Risultato dell'illegalità; legislatura da proseguire
  Otto senatori eletti ed estromessi dal Senato. Capezzone a Marini, Nania, e Giunta elezioni Senato: da giovedì notte sarò in sciopero della fame
  Comitato nazionale di Radicali Italiani. Un Satyagraha per la legalità
  Vicenda otto senatori. Bernardini: operazione killer del “Sole 24 Ore” nei confronti della “Rosa nel Pugno”?
  Legalità al Senato. Capezzone sospende, dopo 40 giorni, lo sciopero della fame
  Unioni civili, Bernardini. Il disegno di legge del Governo non soddisfa Radicali Italiani
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
ISRAELE NELL'UNIONE EUROPEA. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo. Facciamolo!
 62.5%
Non so.
 1.1%
Non sono d'accordo.
 36.4%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy