Martedì , 16 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Rette Residenze Sanitarie Assistenziali. Due nuove sentenze pro-degenti 
Schizofrenia dei tribunali annulla certezza del diritto
17 Febbraio 2010
 

Si accumulano sentenze e ordinanze di vari Tar sui pagamenti delle rette delle case di riposo e delle Residenze Sanitarie Assistenziali (Rsa) a carico di degenti ultrasessantacinquenni non autosufficienti, parenti degli stessi e Comuni. La legge attribuisce questi oneri a Comuni e Asl, con la partecipazione dell'utente solo secondo i redditi del proprio Isee e non di quello familiare.

Quando però il degente va in causa contro la pubblica amministrazione per far valere i propri diritti, è impossibile prevedere cosa farà il Tar Toscana oggi, cosa deciderà il Tar Lombardia domani. Non solo: impossibile prevedere se la materia stessa sia competenza dei giudici amministrativi o ordinari. Questi ultimi, con riferimento giurisprudenziale nella Corte di cassazione si dichiarano competenti; i primi, rifacendosi agli orientamenti del Consiglio di Stato, altrettanto! Insomma, regione o provincia che vai, regolamento e sentenza che trovi.

In questo contesto commentiamo due sentenze:*

1 - Tar Sardegna n. 1562/2009 depositata il 24 ottobre 2009: ad ottobre ha accolto alcune delle richieste di un cittadino fondandosi sull'interpretazione della normativa Isee (Legge 109/1998, art. 3 comma 2 ter novellato dalla legge 130/2000) che impone un calcolo della compartecipazione dell'utente ai costi di ricovero in base ai soli propri redditi. Non solo, ma afferma che nessuna legge regionale sarda può derogare al quadro normativo nazionale.

Una vittoria di cui ci rallegriamo. Peccato che appena pochi mesi prima, in un caso analogo e in riferimento a medesima normativa e medesima materia, il medesimo Tar avesse concluso con un rigetto per difetto di giurisdizione.

Altrettanti ripensamenti sono avvenuti in Toscana. Il Tar fiorentino (ancora si attendono i pronunciamenti nel merito di due cause vinte in fase cautelare), in cause identiche, a distanza di pochi mesi ha ribaltato il proprio orientamento sulla mera interpretazione di una norma, che ieri intendeva come A, ma che oggi intende come B.

2 - Tar Brescia del 14 gennaio 2010 n. 18/2010: questo Tar, che sin qui ha emesso numerose pronunce a favore dei degenti in Rsa, in questa sentenza sembrerebbe attenuare la portata del proprio orientamento favorevole. Pur ribadendo che i contributi dell'utenza alle rette di degenza siano parametrati ai soli redditi del paziente, ha tuttavia aperto alla possibilità che l'amministrazione valuti, se di particolare importanza, anche l'Isee familiare.

Nulla di grave, in Lombardia il paziente ad oggi continua ad avere la meglio. Ma ciò dà il senso che nulla è deciso, nulla è certo, nulla è preventivabile per l'utente della giustizia.

Chi vuol far valere un diritto non ha certezza, non sa e non può sapere, nemmeno con l'aiuto dei legali, le prospettive di successo di fronte al proprio Tar o al proprio giudice ordinario. Non può sapere nemmeno da quale giudice andare, né se quanto argomentato nella regione Emilia-Romagna valga anche in Abruzzo o in Sicilia.

 

Grave, ma del resto... ogni giudice una testa.

Ma addirittura l'utente non saprà come verrà letta una frase dallo stesso giudice che fino a ieri (ribadiamo ieri) la leggeva e interpretava in un modo, piuttosto che in un altro...

 

Claudia Moretti, legale Aduc

 

 

* Si ringrazia l'Avv. Franco Trebeschi che ci ha segnalato le sentenze.


Articoli correlati

  “CLICK … la foresta si risveglia”
  RSA. Tar Veneto dà ragione agli assistiti contro i Comuni
  Rette Residenze sanitarie assistenziali. Dietrofront del TAR Toscana
  Residenze Sanitarie Assistenziali. Confermata la fattibilità dei rimborsi!!
  Donatella Poretti. Rsa: una realtà da passare ai raggi x
  RSA. Passo importante del Senato, apertura indagine conoscitiva
  Rette residenze sanitarie assistenziali. Consiglio di Stato dà ragione all'Aduc
  L'Asl di Pisa intende estorcere il non-dovuto. Esposto in Procura
  Emmanuela Bertucci. RSA in Toscana: “Dal 2012 si paga anche la quota sanitaria?”
  RSA. Bene sentenza Tar Toscana
  Residenze Sanitarie Assistenziali. Negati ricoveri a Livorno
  Case di riposo. Sentenza Tar Toscana: il Comune di Firenze sbaglia i conti e deve risarcire fino a 28 milioni di euro
  Livorno. RSA: Comune istituisce commissione su violazione diritto cure
  RSA. Tar Toscana condanna Asl e Comune di Pistoia a pagamento retta ricovero in struttura scelta da paziente
  Rette Rsa. Il Tribunale di Firenze: illegittima la pretesa di pagamento a carico dei parenti
  RSA (Residenze sanitarie assistenziali): cosa fanno i comuni per non pagare!
  Residenze sanitarie assistite e illegalità dei comuni. In Rai la battaglia dell'Aduc
  RSA. La Toscana approva una legge per avvalorare le norme illegali del Comune di Firenze?
  Rsa (residenze sanitarie assistenziali): cosa fanno i Comuni per non pagare! Interrogazione
  Claudia Moretti. Rsa. Dopo i contentini dell'Asl fiorentina, siamo o non siamo in grado di assistere e curare gli anziani?
  RSA. Nuova ordinanza del Tar Toscana contro il Comune di Firenze
  Residenze sanitarie assistenziali, maltrattamenti e strutture lager
  Emmanuela Bertucci. ISEE 2015 e RSA: Quando a fare il 'furbetto' è il Governo
  Rette RSA. Tar Toscana dà ragione all'Aduc
  Rette RSA. Nuova vittoria al Tar Toscana
  RSA. Il Governo avalla l'illegalità dei comuni e non indica i tempi per la sistemazione normativa
  Annagloria Del Piano. Attvità sociale: nasce a Poggiridenti ALLEGRAmente
  RSA. Il Governo latita sulla incostituzionalità della legge toscana
  RSA. Il Governo si impegna per il rispetto della legge? Ordine del giorno
  Residenze Sanitarie Assistenziali. La Regione Toscana viola Costituzione e legge. Interrogazione
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.8%
NO
 35.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy