Domenica , 26 Settembre 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Discorso amoroso
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Doriana Goracci: Frammenti di lettere d'amore dal web a Tellusfolio
27 Settembre 2009
 

«Chissà se hai letto l’ultimo messaggio». La curiosità mi spinge avanti: «Dopo lo strazio dei funerali, la fidanzata di Giandomenico Pistonami, Zueca Pizzo, come riporta il Corriere di Viterbo, ha affidato il suo saluto in una lettera che sarà pubblicata, insieme ad altri documenti simili dei parenti delle vittime, sul mensile Panorama che sarà in edicola questa mattina». Mi hai comprato una tv enorme che avremmo messo nella nostra casa dopo il matrimonio, ha scritto Zueca nella lettera affidata al settimanale – Da quella tv ho sentito i telegiornali che annunciavano la tua fine. Ti abbiamo parlato l’ultima volta il 15 settembre. Il 16 sera non c’era campo, ho mandato un sms. Chissà se l’hai fatto in tempo a leggerlo quella mattina del 17 settembre, quando tutto è finito».

L’ho letto su un quotidiano online, Viterbo Oggi.

 

La pagina della buona cronaca si arricchisce di un altro contributo: «Donna soldato in servizio a Viterbo vince un concorso di narrativa. Il tenente Carla Brocolini con un racconto durante la missione di pace in Afghanistan.

Il tenente Carla Brocolini, pilota di aereo in servizio presso il Comando aviazione dell’Esercito di Viterbo, ha vinto il primo premio del “Concorso di Narrativa” organizzato dall’Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia (Unuci) presso la Scuola di telecomunicazioni delle Forze armate di Chiavari. Il tenente Carla Brocolini ha vinto il premio con un’intensa pagina di diario che racconta della morte di un collega e amico durante la missione di pace in Afghanistan. Il concorso era riservato a chi abbia prestato o presti servizio nelle Forze Armate o nei vari corpi di polizia, oltre a Croce Rossa Italiana, Vigili del fuoco e Penitenziaria».

 

Aggiungo io un’altra pagina, forse non ugualmente intensa, scritta da Franca Caliolo che il 30 settembre prossimo assisterà alla prima udienza preliminare del processo penale dopo tre anni, per accertare le responsabilità dell’incidente mortale accaduto negli impianti dell’Ilva di Taranto al marito Antonino Mingolla.

«Amore mio, è passato un anno da quando non ci sei più. Quante volte mi sono chiesta se non sentivi lo squillo della mia chiamata, se proprio in quel momento cadevi, se pensavi a noi. Di quel giorno posso ricordare tutto, posso anche rivivere lo straziante dolore di una realtà dura da accettare, così dura da far crescere in un attimo i nostri ragazzi, proiettati improvvisamente davanti alla morte, quella del loro adorato papà. Voglio credere che quel giorno il Signore ti abbia fatto cadere tra le sue braccia, per portarti a vivere una felicità mai provata prima. Voglio credere che tu sia qui tra noi, che continui a proteggerci col tuo amore e la tua tenerezza. Dev’essere così, altrimenti non saprei spiegarmi perché continuo ad amarti tanto e ad avere la forza di vivere senza di te».

 

Franca non ha vinto nessun premio letterario, Franca non è stata e non sarà pubblicata da nessun Periodico illustre. Franca Caliolo aspetta solo la data del prossimo 30 settembre. «Ovvero, tre anni, cinque mesi e dodici giorni dopo la tragica scomparsa di Antonino Mingolla. L’appuntamento è quello dell’udienza preliminare del processo penale per accertare le responsabilità dell’incidente mortale occorsogli negli impianti dell’Ilva di Taranto. Antonino era dipendente della CMT, ditta appaltatrice per lavori di manutenzione all’interno del cantiere Ilva. Nel pomeriggio del 18 aprile 2006, durante la sostituzione di alcune valvole sul condotto principale del gas “afo”, utilizzato come combustibile per fondere l’acciaio, Antonino morì avvelenato a 46 anni da esalazioni circa venti volte superiori il livello tollerabile. Era, a detta di chi lavorava con lui, “esperto, attento, prudente”. Ilva e CMT hanno violato le prescrizioni sulla Sicurezza? L'Ilva non ha mai presentato le sue condoglianze ai familiari delle numerose vittime cadute nel corso degli anni, neppure per telegramma. La CMT ha dichiarato fallimento nel 2007. Portavoce di entrambe le aziende hanno in qualche modo dichiarato che la morte di Antonino è avvenuta per sua responsabilità».

A dicembre del 2008, iniziavo un articolo dedicato a Franca Caliolo e a quanti sono morti sul lavoro, come adesso lo concludo: «Forse è già passato una anno da quando mi trovai a leggere una strana lettera, dapprima appariva scritta da un uomo, poi capii che era una donna a scrivere e lui era morto, all’Ilva. E così leggo che non ha scritto solo una lettera… Inizio dalla fine, il 6 dicembre di quest’anno, per arrivare alla sua testimonianza, la fine del suo amore e l’inizio di un altro tipo di amore che cammina e lotta e non vuole viverlo da sola».

 

Sono storie di donne, molto diverse tra loro, che continuano ad amare tanto, anche nella loro lotta contro il silenzio, anche nel vestito o nella divisa che indossano e di cui sono fiere, dei loro amori morti per alcune, vivi per altre, non so per quali assurde cause di pace o di lavoro sul Fronte dell’Esistenza.

 

Ritornando al primo messaggio letto sulla cronaca locale, Viterbo Oggi o chi per esso, facendo emergere questi messaggi li descrive come «Sentimenti che continuano ad intrecciarsi e che in questo momento fanno di Zueca quella voce, estremamente presente, dove invece il silenzio del dolore invoca solitudine».

Scusateci se non ci sono donnenon siamo Anno Zero, ma facciamo di tutto, credeteci, per intrecciare Legami d'Acciaio, mettere insieme il pranzo con la cena fosse pure una ribollita, scrivere per certe invisibili, forse analfabete, che viaggiano verso la terraferma, approdano in Case D’accoglienza e Protezione, definite anche Cpt prima, oggi Cie e scusateci, sopratutto, perché zitte non ci staremo mai.

 

Doriana Goracci


Articoli correlati

  Doriana Goracci: Piccolo requiem anarchico per Michele
  Doriana Goracci: Il mio urlo oggi dentro altri urli. Racconto illustrato
  Doriana Goracci: Capitalismo oggi e “Manifesto per una nuova politica” di Paolo De Gregori
  Doriana Goracci: Con "Gracias a la vida" alla manifestazione antirazzista. Roma 17 ottobre
  In morte di un blogger il Primo Maggio. Ricordo di Giuseppe Gatì. Musica di Fabrizio De Andrè
  Doriana Goracci: Verba volant sisma manent. Militarizzazione per il G8 all'Aquila
  Doriana Goracci: Altezza pura e impura e altre vicende papali papali
  Doriana Goracci: Anti-Clericale Anti-Giuliano Anti-Ferrara per l’autonomia della donna
  Doriana Goracci: Corpi sofferenti scritti - fotografati - cantati. Berlusconi - Mastrogiovanni - Gaber
  Storia e apprensioni di Beritan Gulmez raccolte da Doriana Goracci
  Doriana Goracci: Perversa proposta del ministro Brunetta sulle donne in pensione a 65 anni
  Doriana Goracci: Che il cenone di fine anno porti consiglio ad Obama!
  Doriana Goracci: Madonna porterà aiuto ai terremotati dell’Abruzzo
  Doriana Goracci: Voci della banda eversiva per l'alimentazione forzata di Eluana Eglaro
  Doriana Goracci. Intrufolando Badanti e Bavaglioli in disavanzo
  Doriana Goracci: Barbara Matera e le donne dei fornelli prese per i fondelli
  Doriana Goracci: Avere e non avere C.A.S.E. all’Aquila
  Doriana Goracci: Sabatino Catapano vivo per Francesco Mastrogiovanni morto
  Dorian Goracci: Tracce di letture e di vite per il 25 Aprile. Nuova Resistenza
  Doriana Goracci: Assolti chi massacrò a Genova per il G8. Condannati i manifestanti.
  Doriana Goracci: Ricordando la strage di soldati italiani a Kabul e della verità sulla guerra.
  Doriana Goracci: Carte Revolver e Taranta Precaria ai vertici legali dell'American Express Italia?
  Doriana Goracci: Razzismo vecchio e nuovo. Una mappa per il web a febbraio.
  Doriana Goracci: Javier Lozano Barragan in pillola per il giorno dopo ogni inquisizione
  Doriana Goracci: Panegirico sugli assorbenti e altre liquide presenze
  Doriana Goracci: Processi che vanno e vengono nella storia nelle biografie.
  Doriana Goracci: Stando in famiglia. Sul Caso Marrazzo con dintorni sessuali e materiali
  Sul 25 novembre Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne
  Doriana Goracci: Un nipote e due sentenze, Genova Scuola Diaz e Eluana Eglaro
  Tutto ma proprio tutto quello che dovete sapere. Sulla morte di Eluana, su Stasi e il porno…
  Doriana Goracci: Nazifascisti a Milano con Roberto Fiore
  Vittorio Oliva: GPL - Testimonianza raccolta da Doriana Goracci.
  Doriana Goracci: La militarizzazione in Abruzzo contro il G8.
  Doriana Goracci: Giornata della Memoria con Gaza e Lucca nel tempo storico presente
  Doriana Goracci: il bacio e il sangue. Con superlativi video...
  Doriana Goracci. Su eventi di economia e di nornale idiozia politico-televisiva (Gelmini-Miss Italia)
  Doriana Goracci: Stragi di uomini, di bambini, della libertà di stampa…
  Doriana Goracci: L'inferno di Viareggio, inferno con GPL e treni ferrovecchio
  Doriana Goracci: Fede e papi come sceneggiatura filmica continua.
  Doriana Goracci / Vincenzo Serra: Appesi. In morte di Francesco Mastrogiovanni
  Doriana Goracci: L’archivio di Dario Bellezza all’asta e dire poesia gay offende e basta…
  Doriana Goracci, Vincenza Perilli: Storia di una donna migrante. Oblò Mondo 9
  Da una tenda abruzzese. Quello che la Rai non fa vedere, che i giornali non dicono
  Doriana Goracci: Terremoto a sorpresa? rilevazioni annunciavano sua presa.
  Doriana Goracci: Congo e vaccini, Congo e mitraglia. Oblò Mondo 10
  Doriana Goracci: In materia di migrazioni povere e ricche
  Doriana Goracci. Benedetto XVI a Viterbo il 6 settembre 2009. Impressioni Web
  La storia di Barbara insegnante precaria siciliana sulle scale del Ministero
  Doriana Goracci: l’8 marzo di un arcivescovo brasiliano e del Vaticano
  Doriana Goracci. Pulitori d'Italia
 
 
Immagini correlate

 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.9%
NO
 25.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy