Sabato , 04 Aprile 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò Madama [ARCHIVIO 06-12]
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Nobel Medicina per staminali embrionali...  
Italiano sì, ma come cervello emigrato da un paese in cui tale ricerca è emarginata
Mario R. Capecchi
Mario R. Capecchi 
08 Ottobre 2007
 

Ci deve far riflettere (se ancora ce ne fosse bisogno) il Premio Nobel alla medicina assegnato all'americano Mario Capecchi e ai britannici Oliver Smithies e Martin Evans per la loro ricerca con le cellule staminali embrionali.

L'enfasi che è già partita un po' ovunque sul fatto che Capecchi sia nato a Verona e quindi l'inorgoglimento per l'italo-americano sul gotha della scienza, oltre che ridicolo e provinciale è preoccupante perché la dice lunga sullo stato della ricerca nel nostro Paese. Mario Capecchi, che lavora e studia in Usa da mezzo secolo, è il tipico cervello fuggito all'estero per esser tale e non solo funzionario di un sistema universitario che la ricerca la conosce poco grazie alla mancanza di fondi che, quando ci sono, sono soggetti a leggi di ispirazione vaticana approvate dal nostro Parlamento.

In Italia, quindi, Capecchi non avrebbe potuto fare niente per due motivi:

- la ricerca sulle staminali embrionali è culturalmente e politicamente emarginata;

- soldi non ne avrebbe avuti. Secondo una ricerca otto piccole università private degli Usa spendono più di tutti gli atenei pubblici italiani. La spesa per ogni studente nelle otto università americane è di oltre 157 mila euro, a fronte degli 8 mila spesi per gli studenti italiani. Il risultato è che queste otto piccole università private hanno più volumi nelle loro biblioteche di tutte le biblioteche universitarie pubbliche italiane. Mentre le nostre università pubbliche sono state premiate con 6 premi Nobel, le otto piccole università statunitensi ne hanno ricevuti ben 105.

Registriamo solo dati negativi? Ma probabilmente non accadrà nulla con l'attuale Governo. Lo scorso luglio la Camera ha approvato con un voto trasversale un mio ordine del giorno presentato al disegno di legge “Delega al Governo in materia di riordino degli enti di ricerca” (C. 2559). Nonostante il Governo avesse espresso parere contrario, la maggioranza dei deputati aveva ritenuto importante e utile l'impegno di valutare l'opportunità di elaborare strategie per attrarre capitali italiani e stranieri per il potenziamento dei nostri atenei, anche attraverso agevolazioni fiscali per coloro che investono nell'università e nella ricerca.

 

Donatella Poretti


Articoli correlati

  Commissione Nazionale Staminali. Evasive e generiche risposte alle interrogazioni dell’on. Donatella Poretti
  Le leggi manifesto e bipartisan
  UniBergamo. Più ricerca scientifica grazie ai nuovi laboratori della Facoltà di Ingegneria
  Ricerca scientifica. Dalle staminali embrionali nuova speranza contro il Parkinson
  Congresso Mondiale per la Libertà di Ricerca Scientifica - Roma, 16-18 febbraio 2006
  Fondi ricerca scientifica. Per il ministro Turco ci sono bande di ricercatori in guerra...
  Soldi privati alla ricerca. Approvato ordine del giorno sul riordino degli enti di ricerca
  Embrioni chimera e ricerca scientifica: il sonno della ragione genera mostri
  Propaganda contro la ricerca scientifica, ogni occasione è buona!
  Diagnosi preimpianto e fibrosi cistica. Finanziare la ricerca scientifica anche con leggi che la promuovano
  Donatella Poretti. Ricerca staminali. Il progresso contro l'immobilismo partitocratico
  Droga/Ricerca. Diciamo addio alla riforma
  Università e ricerca. Otto piccole università americane battono alla grande tutte le nostre università pubbliche? Provo imbarazzo per il mio paese
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.1%
NO
 25.9%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy