Martedì , 09 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò Madama [ARCHIVIO 06-12]
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Incontro tra parlamentari donne Iraq - Kurdistan - Italia, il ruolo della donna
27 Settembre 2007
 

Oggi in sala stampa alla Camera si è tenuto un incontro tra le parlamentari Safia Al Souhail, deputata del parlamento iracheno, Rozan Abdulkader Ahmad Dizayee, parlamentare dell'Assemblea nazionale Kurdistan-Iraq e numerose deputate della Camera.*

La conferenza stampa da me organizzata insieme all'associazione radicale Non c'è pace senza giustizia e ai Radicali Italiani, per cui era presente la tesoriera Elisabetta Zamparutti, ha avvicinato realtà diverse rendendo possibile un incontro stimolante in cui le parlamentari straniere presenti hanno raccontato le loro esperienze e i loro obiettivi di donne nelle istituzioni rappresentative.

Safia Al Souhail è una della 73 donne elette nel Parlamento iracheno secondo la “quota rosa” del 25% fissata nella Costituzione, percentuale che per la stessa parlamentare irakena può rivelarsi un'arma a doppio taglio ma che ci fa comunque riflettere come in Italia le donne parlamentari sono il 17% e le senatrici il 13%. L'on. Al Souhail che da due settimane ha lasciato il suo partito, Al Iraqia, guidato dal primo ministro Alawi, per costruire un gruppo liberal-democratico, ha raccontato come la situazione delle donne in Iraq è sicuramente migliorata dalla caduta di Saddam ma ancora c'è molto da lavorare. Le organizzazione che difendono i diritti delle donne sono molte ma in alcune parti del Paese vivono ancora in situazioni di paura e il solo fatto di portare o meno il velo è in molti casi una vera difesa.

Diversa è la situazione in Kurdistan. Rozan Abdulkader Ahmad Dizayee, ha spiegato, infatti, che nonostante le difficoltà, alcune proposte di legge per abolire la poligamia e l'infibulazione sono state preparate e che la battaglia per ottenere questi diritti base è tutta aperta.

Le due parlamentari straniere hanno fortemente voluto quest'incontro per cercare di creare una vera e propria rete per scambiarsi opinioni e confrontarsi. Ritengo che una opportunità come questa non vada persa e ho visto con piacere la presenza di molte mie colleghe di varie parti politiche.

Rozan Abdulkader Ahmad Dizayee ricordava che in Kurdistan è da poco stato abolito quello che noi, non poi tanti anni fa, chiamavamo il delitto d'onore. Il nostro impegno e la nostra esperienza spero possa essere un utile contributo nella difesa dei diritti delle donne e ritengo che questa neonata collaborazione possa essere anche uno stimolo per affrontare, a casa nostra, molte situazioni in cui le donne sono ancora bistrattate.

 

Donatella Poretti

 

 

* Le 22 parlamentari che hanno aderito e partecipato all'iniziativa: Donatella Poretti, Maria Leddi Maiola, Valentina Aprea, Valdimir Luxuria, Paola Balducci, Erminia Mazzoni, Fulvia Bandoli, Jole Santelli, Franca Bimbi, Luisa Santolini, Margherita Boniver, Marina Sereni, Cinzia Dato, Patrizia Paoletti Tangheroni, Elettra Deiana, Roberta Pinotti, Tana De Zulueta, Luana Zanella, Daniela Garnero Santanché, Katia Zanotti, Paola Goisis, Mercedes Frias.


Articoli correlati

  Valter Vecellio. Non è tempo finalmente di gridare “Siamo tutti iracheni”?
  Asmae Dachan. Baghdad, l’ennesima strage degli innocenti dimenticati
  Marco Perduca. Visita al Campo di Ashraf in Iraq. Resoconto della missione
  Asmae Dachan. Omar e Salman, un appello per le voci di pace dell’Iraq
  EveryOne. Decine di giovani “emo” assassinati dalle brigate sciite in Iraq
  Arwa Damon. Per dar da mangiare ai nostri bambini
  Afif Sarhan. Gli iracheni ridotti a vendere i figli
  Francesco Cecchini. Diga di Mossul, Iraq. Soldi per andare alla guerra
  Marco Pannella. Il Partito Radicale chiederà di essere ascoltato dal Congresso statunitense
  Cosa sta accadendo a Mosul?
  Bobby Ghosh. «La stupida donna ce l'ha fatta»
  Valter Vecellio. Una buona notizia dall’Irak. Che essendo buona, non è una notizia
  Francesco Cecchini. Cosa sta succedendo a Falluja, a Mosul e in Italia
  “Stato attuale delle forme e dei gruppi armati in Iraq”
  Iraq. “DiverCities - città miste e aree contese”
  Aseel Kami. Il lavoro più duro è essere madre
  Conclusa (per noi) l'avventura irachena
  Francesco Cecchini. Italia e Iraq
  Carla Caraccio. “Non c’è pace senza giustizia” in Iraq alla ricerca della democrazia
  Roma. In piazza per il Kurdistan
  Mariano Giustino. Turchia: i Curdi e il superamento della vecchia ideologia dello Stato-nazione
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.7%
NO
 35.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy