Mercoledì , 08 Luglio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Lisistrata
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Lidia Menapace. Graduatoria tra Papi
08 Febbraio 2016
 

I papi che ricordo personalmente sono: Pio XI, Pio XII, Giovanni, Paolo VI, Luciani, Woytila, Ratzinger, Francesco.

Personalità molto diverse, tempi cambiati, personaggi sempre significativi e influenti nella politica italiana. Da noi il potere temporale non è mai scomparso del tutto, dato che esiste uno stato della Chiesa, che appunto esercita un potere statale entro gli stessi confini della repubblica democratica vigente.

Per questo penso che bisognerebbe riprendere il discorso sull'art. 7 della Costituzione, soprattutto alla luce del pontificato di papa Montini, la figura più eminente -sotto il profilo teologico- tra tutti. Non lo si riconosce di solito perché Montini era un tipo timido e introverso, pieno di dubbi e incertezze, niente affatto telegenico, niente affatto capace di volgere a vantaggio delle sue tesi il potere mediatico. Due sue decisioni sono da valutare con attenzione e favore.

La prima si riferisce al discorso che Paolo VI fece alle Nazioni unite, non all'assemblea generale, ma davanti alla Commissione dove sono accreditate le religioni che ne hanno fatto richiesta e che hanno ricevuto il passi. L'altra è l'Enciclica che Paolo VI scrisse e pubblicò nell'ottantesimo anniversario della Rerum novarum, la celebre prima Enciclica sociale della storia, della quale era stato autore Leone XIII, nel 1882.

Nel discorso davanti alla Commissione delle N.U., Paolo corregge un antico detto del diritto romano, accolto fino ad allora dalla Chiesa, che dice: Si vis pacem, para bellum, col che si legittima la preparazione della guerra per costruire la pace. Sono fondate qui tutte le teorie sulla guerra giusta. Paolo VI fa giustizia di questa opinione e afferma apertamente: “Se vuoi la pace, prepara la pace”, fondamento di un pacifismo intransigente, molto affine a quello che si enuncia al secondo comma dell'art. 11 della Costituzione, che nega che la guerra possa essere usata come “strumento di risoluzione delle controversie internazionali”.

Di non minor portata l'Enciclica Octogesima adveniens, per l'ottantesimo della Rerum novarum. Paolo VI vi afferma che la Chiesa non ha alcuna dottrina sociale in proprio, alla quale far riferimento, difendere, propagandare, appoggiare, trattare, ma è solo “esperta in umanità”. Si tratta di una presa di posizione molto coraggiosa, che richiama la Chiesa alla sua missione di salvezza e non di esercizo dei poteri mondani. Del resto Leone XIII aveva emesso la Rerum novarum preoccupato dell'opposizione forte che praticamente tutti i vescovi stavano facendo contro il sindacato operaio, considerato figlio del demonio. Leone XIII interpella tutti i vescovi e incontra un diffuso no, tranne che in mons. Ketteler, vescolo belga e in un prete cattolico austriaco, Kolping, che lavorava in mezzo agli operai. Leone usando il suo indiscutibile potere dottrinale, dichiarò che -benché fossero meglio le corporazioni che durante il Feudalesimo la Chiesa aveva lanciato per moderare il potere assoluto dei padroni, riconoscendo alcuni diritti a chi lavora sotto padrone- pure i sindacati non erano affatto da bandire condannare vietare.

Anche sulla famiglia la dottrina è di origine non scritturale, ma si appoggia alla scuola giuridica giusnaturalistica, oggi considerata superata, e ammette che vi sono state e vi sono nella storia e nei luoghi assai differenti forme di famiglia, che non è da confondere con la riproduzione, dato che il suo fine primario è il mutuo scambio amoroso e solo il secondo la prole (l'ordine delle priorità è stato capovolto dal Concilio vaticano II. Ieri mattina, si può dire).

 

Lidia Menapace


Articoli correlati

  Enea Sansi. La confusione dell'articolo 7
  Assemblea nazionale di “Facciamo Breccia”. Domenica 14 dicembre 2008 a Firenze
  Lidia Menapace. Libera chiesa in libero stato, oppure libera Chiesa nel libero Stato della Repubblica?
  Vincenzo Donvito. Dimissioni papa e media
  “Noi Siamo Chiesa”. Cattolici anticoncordatari
  Fisco. Maurizio Turco: Rivedere il Concordato? No, c'è da abolire l'articolo 7 della Costituzione
  Gianfranco Spadaccia. Una voce anticoncordataria alla commemorazione del 25ennale della revisione del Concordato
  Vincenzo Donvito. 11 febbraio 1929 – 11 febbraio 2011
  Vincenzo Donvito. Crocifisso e giudice Tosti. La fiera dell'ipocrisia. Aboliamo l'art. 7 della Costituzione
  Se quello islamico è «risveglio», vi prego non svegliatemi
  Lidia Menapace. Smemorandum
  Primo Mastrantoni. Unioni civili: Voto segreto? Palese per il Conclave
  Convegno "Libere chiese in libero Stato - la Rosa nel pugno per il superamento del Concordato"
  Valter Vecellio. Il Vaticano impazzito
  Mario Staderini. Gli occhi dell’Europa puntati sull’Italia (e sul Vaticano)
  Emanuele Severino. Concordato e Costituzione
  Giulia Crivellini. Chiesa e Ici: chi ne è (davvero) esente?
  Comunità cristiane di base. ICI e Chiesa cattolica
  Vaticano/giudici. Question time Camera: il Governo non riconosce la palese violazione del Concordato
  Michele Dubini. ICI Vaticano: benefici costosi e distorsivi
  Privilegi vaticani. Un esempio per tutti: gli insegnanti di religione
  Doriana Goracci: San Valentino e amore laico antiautoritario. NO VAT. Facciamo Breccia
  Lidia Menapace. Datemi ascolto, per favore!
  Arriva col treno l'ultimo numero del GAZETIN
  Per una nuova Breccia, un altro 20 Settembre di lotta
  Abolire i privilegi fiscali degli enti ecclesiastici
  “Facciamo Breccia”. NO VAT 2009
  “Noi Siamo Chiesa” sull'ora di religione
  Walter Mendizza. CATTOLAICI
  Privilegi Vaticano. Ecco le prove di attività commerciali che non pagano l'ICI
  Walter Castaldo. W l'Italia!!!
  Vaticano/giudici. Domani question time alla Camera
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.7%
NO
 25.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy