Martedì , 02 Giugno 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Lisistrata
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Lidia Menapace. Smemorandum
07 Luglio 2013
 

Succedono cose che mi fanno pensare a una smemoratezza generale (dalla quale non mi smarco, ma pensate all'età).

Prendo come esempio sul quale discutere, la faccenda del papa a Lampedusa. Avendone scritto, ho ricevuto segni di assenso per lo più, e anche consigli ecc. Benissimo.

Manca però sempre la tenuta in considerazione delle opinioni generali esposte su questo Papa da varie parti. Per quanto riguarda me, metto in rete e faccio girare le opinioni di chi lo approva e quelle più meditate e “interne” di cattolici critici come quelli di Noi siamo Chiesa, che è un movimento cristiano internazionale diffuso soprattutto in Europa e in America Latina; o le osservazioni singole e autorevoli come quelle di Giancarla Codrignani, sempre molto attenta critica ed equilibrata. Ne vien fuori un giudizio ancora sospeso, con speranze dubbi incertezze, in riferimento alla storia di questo Papa e alle sue audacie simboliche, ma anche frequenti rese al conservatorismo teologico e istituzionale. Mi sono molto arrabbiata ad esempio che in una recente predica, che ha avuto l'onore dei Tg, nella quale citava con fastidio i preti che usano macchine costose, abbia aggiunto anche le suore, dimenticando lo splendido gesto da additare invece in questo come modello di Madre Teresa di Calcutta, che quando Paolo VI le regalò una macchina perché potesse viaggiare con meno fatica, ringraziò, ma la vendette subito per dare il ricavato ai poveri. Il papa è un po' smemorato? o un filino narcisista? Sarebbe bene dare giudizi su di lui meno sbrigativi e un po' contestualizzati, non vogliamo ripercorrere la strada del grillismo no? A chi si dichiara indifferente, ma anticlericale, ricordo che la Chiesa non teme l'anticlericalismo, al punto che si suol dire che le migliori battute e barzellette anticlericali le inventano i Gesuiti.

Ma veniamo ai fatti: tra le originalità simpatiche di questo papa avevo io pure sottolineato che affacciandosi al balcone appena eletto avesse detto semplicemente a tutti/e “Buonasera!”. Seguirono, molto giustamente, gesti forti, come di non abitare negli splendidi, ricchissimi, sontuosi palazzi vaticani e usare appartamenti semplici, la croce pettorale di ferro, paramenti meno ricamati e vistosi. Ora ha licenziato una enciclica sulla fede, scritta a quattro mani con il Papa emerito Ratzinger. Segna secondo i più una specie di resa teologica a Ratzinger, forse un omaggio generoso al suo colto predecessore, forse anche per uscire da un certo imbarazzo verso quasi un morto vivente e magari addolorato, perché il suo successore non è Scola. Ma forse anche una trattativa per fare santi insieme Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII, che altrimenti sarebbe rimasto lì in attesa di un secondo miracolo. Si nasconde la faccenda di san Pio, fatto santo prima, il famoso Padre Pio, che Papa Giovanni credeva un simulatore e ne fermò il cammino verso la proclamazione di santità. Adesso cosa faranno? Si dovranno levare tutte le immagini di san Pio da tutti i nascondigli di mafiosi catturati, dove campeggia? Non sarebbe il primo smiracolo di Padre Pio.

Come si sa non abbiamo ancora chiuso la “questione romana”, avendo anche perso (innocentemente?) l'occasione per affrontarla con storiografia scientifica durante l'anno dei 150. A chi mi suggerisce a proposito di Lampedusa “libera chiesa in libero stato” chiederei per favore di resuscitare Cavour, che fu in proposito assolutamente sconfitto. Quando ci fu la breccia di Porta Pia e la presa di Roma, il papa si dichiarò prigioniero e la nobiltà romana nera, cioè di origine pontificia, chiuse i portoni dei suoi palazzi e usò le porte di servizio, come si usava in segno di lutto e così resistette per decenni, e fino al Concordato fascista, che segnò la vittoria della Chiesa. Cose note, da scuola media.

Fu persa anche l'occasione della Costituzione, con l'approvazione dell'art. 7Cost., che introduce i Trattati lateranensi, e buonanotte. Bisogna ricordare che contro tale “soluzione” erano tutti i partiti laici fino ai socialisti e a favore quasi tutta la Dc (non Dossetti e nemmeno del tutto De Gasperi) e fu Togliatti con il Pci decisivo per l'approvazione dell'art. 7 che così passò. Togliatti giustamente voleva non avere contro la Chiesa se si fosse presentata l'occasione di governare e pensò di darle questa garanzia. Obiettivo legittimo, ma sbagliatissima la procedura, le alleanze, le promesse, insomma tutto.

Poiché ora i Concordati sono strumenti vecchi, si potrebbe chiederne l'abrogazione a Papa Francesco: dovrebbe essere un gesto da poco in sé, una piccola “modernizzazione”, ma molto fortemente simbolica, verso la riforma delle strutture di potere mondano della Chiesa. Proviamo?

 

Lidia Menapace


Articoli correlati

  Carlo Forin. Il papa politico
  Carlo Forin. Provando misericordia e strappando via
  Valter Vecellio. Le continue sorprese del papa venuto da quasi la fine del mondo…
  Luigi Fioravanti. Il turibolo e la penna
  Vittorio Bellavite. “Evangelii Gaudium”
  Jardim (Uruguay) festeggia un anno di Papa Francesco
  Jardim. Il papa in Brasile
  Maria G. Di Rienzo. Ma la mamma no
  Valter Vecellio. Gesti, “argomenti”. Da Francesco a…
  Omar Santana. Papameccanico
  Marco Staderini. La politica impari da Papa Francesco
  Gianfranco Cercone. “Chiamatemi Francesco – Il Papa della gente” di Daniele Luchetti: un monumento, ma non un santino
  “Europa: i rifugiati sono nostri fratelli”
  Maria Paola Forlani. Il Cammino di San Pietro a Castel Sant’Angelo
  Mario Staderini. Auguri al vescovo Francesco
  BBC Afrique intervista Roberto Malini sulla visita del papa a Lampedusa
  Nessuno Tocchi Caino sceglie Papa Francesco per il Premio “Abolizionista dell'anno”
  Luis Cino. Sulla visita di Papa Francesco
  Asmae Dachan. Il mio incontro con Papa Francesco
  Lidia Menapace. Papa Francesco è “pericoloso”?
  Sandra Chistolini. Papa Francesco dialoga con gli studenti universitari
  Lidia Menapace. Habemus papam
  Lidia Menapace. Pastore della chiesa cattolica o capo di stato?
  Sandra Chistolini. Università, luogo di dialogo nelle differenze
  We Are Church con papa Francesco per la nonviolenza. Buon Anno!!
  Primo Mastrantoni. Unioni civili: Voto segreto? Palese per il Conclave
  Vincenzo Donvito. Dimissioni papa e media
  Gianfranco Spadaccia. Una voce anticoncordataria alla commemorazione del 25ennale della revisione del Concordato
  Se quello islamico è «risveglio», vi prego non svegliatemi
  “Noi Siamo Chiesa”. Cattolici anticoncordatari
  Fisco. Maurizio Turco: Rivedere il Concordato? No, c'è da abolire l'articolo 7 della Costituzione
  Vincenzo Donvito. Crocifisso e giudice Tosti. La fiera dell'ipocrisia. Aboliamo l'art. 7 della Costituzione
  Vincenzo Donvito. 11 febbraio 1929 – 11 febbraio 2011
  Enea Sansi. La confusione dell'articolo 7
  Convegno "Libere chiese in libero Stato - la Rosa nel pugno per il superamento del Concordato"
  Valter Vecellio. Il Vaticano impazzito
  Mario Staderini. Gli occhi dell’Europa puntati sull’Italia (e sul Vaticano)
  Walter Mendizza. CATTOLAICI
  Emanuele Severino. Concordato e Costituzione
  Giulia Crivellini. Chiesa e Ici: chi ne è (davvero) esente?
  Comunità cristiane di base. ICI e Chiesa cattolica
  Vaticano/giudici. Question time Camera: il Governo non riconosce la palese violazione del Concordato
  Lidia Menapace. Graduatoria tra Papi
  Michele Dubini. ICI Vaticano: benefici costosi e distorsivi
  Privilegi vaticani. Un esempio per tutti: gli insegnanti di religione
  Doriana Goracci: San Valentino e amore laico antiautoritario. NO VAT. Facciamo Breccia
  Lidia Menapace. Datemi ascolto, per favore!
  Arriva col treno l'ultimo numero del GAZETIN
  Per una nuova Breccia, un altro 20 Settembre di lotta
  Abolire i privilegi fiscali degli enti ecclesiastici
  “Facciamo Breccia”. NO VAT 2009
  “Noi Siamo Chiesa” sull'ora di religione
  Privilegi Vaticano. Ecco le prove di attività commerciali che non pagano l'ICI
  Walter Castaldo. W l'Italia!!!
  Assemblea nazionale di “Facciamo Breccia”. Domenica 14 dicembre 2008 a Firenze
  Lidia Menapace. Libera chiesa in libero stato, oppure libera Chiesa nel libero Stato della Repubblica?
  Vaticano/giudici. Domani question time alla Camera
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.3%
NO
 25.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy