Martedì , 15 Ottobre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Sì, viaggiare
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Bruna Spagnuolo: La grande Cina (la 'mia' / 1991) – 3. Dentro e fuori i magnifici templi...
17 Aprile 2008
 

I tetti sono l'apoteosi della bellezza architettonica di queste costruzioni-gioiello uniche e rare.

 

 

L'interno dei templi è zeppo di arazzi preziosi e di dipinti dal valore inestimabile. Ogni tempio è una sorta di banca nella quale nessuno fa l'inventario delle molte ricchezze. Il divino vi aleggia insieme all'odore di burro di yak. Gli altari di Budda hanno balaustre lignee, ad altezza di gente inginocchiata, sul pavimento, e sono unte del burro benedetto che abbonda nelle bacinelle davanti al Dio (la gente porta da casa le nuove provviste e le deposita sugli altari e preleva piccole quantità di quello benedetto da portare in seno alle famiglie). Simbolo di ricchezza e di benessere, il burro di yak è come una benedizione. La gente ne fa molti usi e se lo spalma anche sulla pelle. I Monaci si avvolgono tutto il corpo nei tessuti e lasciano nudi una spalla e un braccio da usare in tutta libertà, ma vi spalmano sopra il burro provvidenziale, che li isola dal freddo e ne attenua il morso invernale.

L'odore rancido del burro di yak fluttua nell'aria, dentro e fuori i magnifici templi. In una di queste incredibili chiese buddiste, dipinte e raffinate fin negli angoli più nascosti, un'intera stanza contiene sculture incredibili (4ª foto allegata in calce) e inimmaginabili realizzate in burro di yak. Abbiamo rubato una foto ricordo di un solo angolo di tale meraviglia, scattandola, a caso, dalla macchina fotografica che penzolava sul petto, contravvenendo a un severo divieto (ma non mi pento di aver portato con me questo piccolo aiuto per la memoria).

 

Dietro la bellezza e la funzionalità di tutto il lamasery, si nasconde la vita delle comunità di monaci che, come api operose, sovrintendono a tutto e ad ogni cosa, non risparmiandosi nessuno dei lavori, a partire da quelli più umili e pesanti, come fare il bucato, con acqua fredda, all'aperto, in pieno inverno, e trasportare l'acqua da lontano, nei secchi appesi a un bilanciere sulle spalle.

Nei momenti di “riposo”, i monaci si dedicano a lavori leggeri (come -vedi foto 8ª- lucidare le ciotoline di ottone). I più giovani, dietro il muro, imbrigliano la loro baldanza giovanile, stremandosi con esercizi ginnici sconosciuti al mondo occidentale: tenendo tra le mani due manopole-appoggio di legno, siedono sulle gambe ripiegate e, arcuandosi, si stendono sul pavimento, scivolando sulle manopole, fino a trovarsi supini; ripetono il movimento, a lungo, come un mantra gestuale.

 

Immersa in tanta bellezza, io cerco d'ignorare il mal di testa e il forte senso di nausea dovuto all'altitudine (e aggravato dall'odore rancido e onnipresente del burro di yak); quando penso di alleviarlo, cerco i bagni pubblici (ed è un errore irreparabile per il mio stomaco). Salgo una scala e seguo le indicazioni ricevute dal monaco di passaggio. A sinistra li trovo. Sono vari buchi in un pavimento rialzato (tipo palafitta), divisi da muretti ad altezza di uomo accovacciato. Dei vari occupanti si possono vedere le teste. I loro escrementi cadono direttamente sul terreno sottostante, all'aperto, dove sono raggiungibili da eventuali animali (magnifica soluzione dal punto di vista ecologico). Giungo soltanto fino all'ingresso e torno precipitosamente sui miei passi: l'idea di una latrina collettiva non è esattamente quella che avevo in mente, anche perché vorrei lavarmi le mani e rinfrescarmi il viso. L'odore nauseabondo è forte e insopportabile ed è il colpo di grazia per la mia nausea già accentuata...

 

Leggermente più a valle, troviamo una specie di albergo-ristoro per pellegrini (e un bagno), poi siamo pronti al viaggio di ritorno.


Bruna Spagnuolo (testi) e G. Ferrari (foto)

 

Continua...


Foto allegate

Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 76.1%
NO
 23.9%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy