Martedì , 28 Giugno 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
In ricordo di Carlo Pedretti a cento anni dalla scomparsa 
Giovedì 7 maggio a Chiavenna per iniziativa della Società Democratica Operaia
01 Maggio 2009
 

La Società Democratica Operaia di Chiavenna ricorda Carlo Pedretti, fondatore del sodalizio, giovedì 7 maggio alle ore 21 presso la sala assemblee della Comunità Montana, in via Lena Perpenti.

A cento anni dalla sua scomparsa, la figura del Perdetti merita di essere riportata alla luce e riproposta come esempio per l’attività svolta all’interno della società chiavennasca nella seconda metà dell’800.

«La figura del Perdetti», commenta Luca Dei Cas Presidente della Società Democratica Operaia, «è di grande importanza per la storia di Chiavenna e non solo per quella della nostra associazione. Abbiamo perciò ritenuto assolutamente doveroso ricordarne la figura con una iniziativa a cui spero vorranno intervenire molti chiavennaschi».

Gli interventi di Guglielmo Scaramellini, Giordano Sterlocchi e Paolo Via, tracceranno il quadro generale, il contesto storico locale ed i tratti del personaggio Perdetti, focalizzando poi l’attenzione sugli aspetti più significativi della sua attività.

Nato a Chiavenna nel 1836, formatosi sulla scia dei moti rivoluzionari del 1848 agli ideali mazziniani, volontario al seguito di Garibaldi nella spedizione nel regno borbonico, il Pedretti sviluppò la propria azione in difesa e per l’emancipazione dei ceti meno abbienti in molteplici ambiti, sia sul territorio valchiavennasco, attraverso la costituzione della Società Democratica Operaia e le diverse attività ad essa correlate, sia nel mondo degli emigrati negli Usa, dove si trasferì nel 1892, raggiungendo i figli.

Rientrato a Chiavenna nel 1905, si spense nella città natale il 16 giugno 1909.

La serata in ricordo del Perdetti, con le relazioni e le riflessioni degli oratori, non può che toccare solo alcuni aspetti della sua figura.

L’auspicio è che la rievocazione delle sue gesta ed iniziative, possa offrire una serie di spunti e di stimoli che si traducano in un prossimo lavoro di ricostruzione a tutto tondo della figura del patriota chiavennasco. Lavoro oggi più agevole, grazie al recente riordino dell’archivio della Società Democratica Operaia.


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.0%
NO
 25.0%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy