Sabato , 20 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
CCCVa. A proposito di un luogo di culto islamico in Sondrio
03 Novembre 2007
 

In relazione all’ipotizzato luogo di culto islamico in Via Tremogge il Comitato Cittadini Consumatori Valtellina (CCCVa) serenamente precisa:

«Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge» e «…hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l'ordinamento giuridico italiano». Così l’art. 8 della Costituzione italiana.

- fermo quindi il diritto di professare in Italia la propria religione per chiunque, e quindi anche per gli islamici (nonostante una razzista negazione della reciprocità, incompatibile con la Carta dell’ONU opportunisticamente silenziosa in proposito),

- fermo quindi il diritto di avere propri luoghi di culto,

- fermo anche il dovere che il culto non diventi occasione, come in qualche caso successo, di strumentalizzazione settaria,

- l’apertura, ovunque, di un nuovo luogo di culto è soggetta, come per qualsiasi altra attività “italiana”, al rispetto della normativa vigente.

 

La normativa urbanistica vorrebbe i nuovi luoghi di culto nelle zone per attrezzature comuni, ovvero attrezzature collettive. La normativa per le sale pubbliche prevede apposita disciplina per quelle di capienza superiore ai 100 posti

Non è dato di conoscere se gli acquirenti degli spazi in Via Tremogge abbiano preliminarmente interpellato il Comune. C’è comunque da supporre che prima di effettuare un oneroso acquisto abbiano certamente valutato la normativa che si ritiene di sintetizzare in questo modo:

Per quanto riguarda Sondrio e l’insediamento ipotizzato in Via Tremogge si pone il problema, esclusivamente giuridico e non politico, se il subentro ad attività in precedenza esistente configura o meno cambio di destinazione d’uso. La risposta sembrerebbe positiva in quanto il DM 02/04/1968, n. 1444 all’art. 3 distingue «aree per attrezzature di interesse comune: religiose, culturali, sociali, assistenziali, sanitarie, amministrative, per pubblici servizi (uffici poste e telegrafi, protezione civile, ecc.) ed altre» da «aree per spazi pubblici attrezzati a parco e per il gioco e lo sport, effettivamente utilizzabili per tali impianti con esclusione di fasce verdi lungo le strade». Luogo di culto alla lettera b), palestra (l’attività preesistente) alla lettera c); con diversi indici urbanistici: rispettivamente 2 e 9 mq/abitante.

Nella ipotesi che l’esame porti a sancire, come da noi convintamene ipotizzato, la differenza delle destinazioni d’uso appare opinabile la possibilità del cambio di destinazione d’uso.

Questa è certamente possibile con attività compatibile nelle zone a carattere residenziale, come ad esempio il commercio, ma non per attività per le quali sono previste specifiche destinazioni (industriali ecc., ed anche attrezzature collettive come è un luogo di culto).

In questo caso, a nostro avviso, se il Comune volesse favorire l’insediamento in Via Tremogge dunque dovrebbe procedere ad una variante urbanistica di competenza del Consiglio comunale, i cui poteri oggi sono del Commissario prefettizio.

Il presente contributo, riconosciuto il diritto agli islamici di avere un luogo di culto – come vorremmo però avere anche noi cattolici in tanti Stati ove la detenzione di una Bibbia è peggio di quella della droga – mira a esaminare serenamente il problema nei suoi contorni tecnici, siano o meno condivise le valutazioni di cui sopra, evitando così che si inneschino polemiche, al di là naturalmente delle valutazioni dei residenti per i flussi, il parcheggio e simili cose sulle quali non si entra.

 

per il CCCVa, Alberto Frizziero


 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.6%
NO
 35.4%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy