Venerdì , 01 Luglio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Lo scaffale di Tellus
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Gordiano Lupi. Un poeta di nome Virgilio 
Cent’anni di Piñera - Terza Parte
08 Agosto 2012
 

Da Una broma colosal (1988)

(Uno scherzo colossale) Postumo

Parte 1 – Pero yo pasé de largo

(Ma io non mi sono fermato)

 

Sveglia

 

Vissi a due passi dall’accampamento

E mi piaceva ascoltare la sveglia.

Galli, maiali, galline e bambini

facevano il coro al nuovo giorno che si dissanguava.

Il suonatore di cornetta abbassava la testa:

le note squillavano nello spazio.

Papà diceva: Maria, il mio caffè.

 

(1969)

 

 

Tararí Tarará

 

I bambini e le mosche mi accoglievano

con migliaia di zanzare a La Lisa,

dove vive mia sorella la maestra,

che da tempo si arrangia come può.

Tararí! Tarará! Le mosche si mangiavano la torta,

con acchiappamosche i bambini le uccidevano,

le zanzare il sangue ci succhiavano,

una vacchetta nera faceva muuu…

I miei momenti più felici terminarono.

 

(1969)

 

 

Il coltello

 

La sorte mi ha riservato

questo coltello.

È così mio

che gli nego

il passatempo innocente

di risplendere.

Allacciato a una cintura

posso portarlo in giro.

Un giudice condannerebbe

chi osasse rubarmelo.

Potete protestare,

supplicare, appellarvi, amici miei.

Tenterete di disarmarmi:

vedo nei vostri volti

convulsi il terrore.

Ma, allontanate timori vani:

è solo uno schiavo

pronto ad affondare nel mio petto.

 

(1969)

 

 

Mia sorella

 

Mia sorella, nel suo trono del dolore,

mette in avanti i suoi capelli

per tappare l’umiliazione dei giorni.

Quando mia madre ci mostrava il suo ritratto,

nel sorriso di mia sorella

si rifletteva la speranza della salvezza.

In quei giorni splendidi

aiutava a morire bene.

Il suo sorriso bagnava il moribondo,

e negli ultimi fulgori

il volto della morte trasfigurava.

Adesso nel suo trono del dolore,

mia sorella è una morta che sa,

tra lamenti e pallori,

che nessuno potrà cambiare il suo volto.

 

(1969)

 

 

Mio padre

 

Dice mio padre che è inutile il commiato:

non possiede la speranza di un ritorno.

Mio padre, la cui partenza è imminente,

con il suo bagaglio alla porta,

nell’aria gelata del mattino,

rifiuta i nostri abbracci e le nostre lacrime:

Sarà inutile lasciare le porte aperte”.-

 

(1969)

 

 

Poesie deplorevoli

 

Gamba al forno

 

Come una gru, in piedi su una gamba,

mi taglio l’altra

e te la offro, fratello,

perché finalmente conosca il sapore della mia carne.

 

Frittura di cervello

 

Come quello della vacca o dell’agnello

servono il mio cervello per fare fritture.

Nelle notti intellettuali

sono l’afrodisiaco dell’idiota.

 

Lingua impanata

 

Non è la mia lingua

boccone per cardinali,

ma per laici. Essi

la preparano a loro gusto.

 

(1969)

 

 

Finale

 

Sono stato come un cane

sottomesso alla voce del padrone:

Hop, Virgilio, salta!

Ho amato la bellezza,

preteso la grazia.

Ho avuto delicatezze

da cane ammaestrato.

Come premio, padrone mio,

solo ti chiedo,

un poco più di scherno.

 

(1969)


Traduzioni di Gordiano Lupi


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.1%
NO
 24.9%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy