Martedì , 18 Giugno 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Pablo Milanés canta a Miami
30 Agosto 2011
 

Dobbiamo cercare le cose che ci uniscono e non quelle che ci dividono

Dedico il concerto a tutti gli esiliati cubani

 

 

Il cantautore cubano Pablo Milanés ha detto durante il concerto che si è tenuto a Miami - tra le proteste di piccoli gruppi di fondamentalisti anticastristi - che prova vergogna e indignazione per come le Dame in Bianco vengono maltrattate a Cuba. Milanés ha aggiunto che nel suo paese non esiste uno spazio libero all'interno dei mezzi di comunicazione per esprimere le proprie idee. «Questo non significa che sono in totale disaccordo con Fidel Castro», ha concluso. La dissidenza più oltranzista di Miami non perdona a Milanés il fatto di dichiararsi comunista, sebbene con atteggiamento critico, e rimprovera al cantautore di essere stato a lungo il megafono colto della politica fidelista.

In ogni caso il cambiamento politico del cantautore è evidente. Milanés ha dedicato il concerto «ai cubani che per i più disparati motivi vivono in esilio». Milanés si fa portavoce (come Carlos Alberto Montaner e Yoani Sánchez) di una politica di riconciliazione nazionale che comprenda sia i cubani che vivono sull'isola che gli esiliati. «Non è più il momento dell'odio, di gridare abbasso, di dividere con un colpo netto il bianco dal nero, ma di una lotta comune per la libertà, criticando per migliorare il nostro quotidiano, unendo invece di dividere e cercando le cose che abbiamo in comune», scrive il cantante in una lettera a El Nuevo Herald.

Milanés afferma di non avere nessun tipo di compromesso con i dirigenti rivoluzionari, che rispetta, ma quando è il caso non risparmia le critiche nei loro confronti. Il suo atteggiamento non ha convinto i più estremisti che hanno accolto il concerto tra le grida di: “Spia!”, “Complice del regime!”, “Venduto!”.

 

Gordiano Lupi


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.8%
NO
 25.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy