Venerdì , 04 Dicembre 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Linda Pasta. La corrida del coronavirus
18 Novembre 2020
 

Il popolo della Spagna, quello amante delle corride, ha dovuto rinunciare ad andare alle corride.

Ma la corrida è dappertutto ed è continua. Moltissime persone impavide, come sedicenti toreri, sfidano il coronavirus.

Il virus entra nell’arena senza nastro, con i colori dell’allevamento, che lo renderebbe identificabile. Non lo è proprio! Compie un giro completo dell’arena. I toreri credono di poterne studiarne le mosse per determinarne le capacità fisiche, la rapidità dei riflessi, la direzione preferita nell’attacco e via dicendo, ma il virus è invisibile. Nonostante goda di questo grande vantaggio, per provocarne la carica, i toreri arroganti che riempiono le strade (pochissimi rispetto a quelli che frequentavano le discoteche in estate), non utilizzano un grande drappo di tela rosa acceso sulla faccia esterna e giallo su quella interna, ma una mascherina azzurra sulla faccia esterna e bianca su quella interna, regolarmente mal posizionata sul viso e quasi sempre con le narici del naso ben visibili, lasciando intravvedere l’aria di sfida sottostante. Stanno vicini, tra di loro, scherzano, sino a quasi sfottere quelli più attenti, quando addirittura non li aggrediscono.

Subito dopo è il turno dei picadores e dei banderilleros che sono gli operatori sanitari che, negli ospedali, a domicilio dei pazienti e nelle case di riposo, tentano di contenere l’assalto del virus, protetti, si fa per dire, con una sorta di armatura bianca molto sottile e con calzari anch’essi assolutamente precari.

Non sono dotati di alcuno strumento per colpire o indebolire il virus come lo sono i picador e i banderilleros. Se avessero almeno una nubecola di gas protettivo o fossero sottoposti ad una profilassi antivirale delle alte vie aeree, per impedirne la penetrazione nei polmoni o, dall’altro lato, se i pazienti fossero messi a respirare in una zona assolutamente separata, si potrebbero creare le condizioni per mettere il virus in condizioni di inferiorità, costringendolo a tenere la testa abbassata.

Non esistono azioni diversive per distrarre il virus o ridurne la forza e l’ardore. Esso continua imperterrito a colpire i toreri sprezzanti del pericolo e i poveri professionisti sanitari, che il pericolo lo conoscono bene. I primi hanno la commesso l’imprudenza di avere sfidato il virus, gli altri rimangono vittime di queste follie.

Non sono solo i ragazzi a farlo; tutti pensano di poterne uscire incolumi, anche se dovessero ammalarsi e, con questo convincimento, continuano a perpetrare la sfida.

Durante la prima ondata pandemica il personale sanitario ha ricevuto applausi da tutti; alla ripresa anche queste manifestazioni di riconoscenza sono sparite.

Il personale sanitario, tra cui si contano a decine le vittime, riveste oggi un ruolo di  secondo livello mentre i numeri sulla diffusione, la data in cui saranno disponibili i vaccini, il tipo, la catena del freddo, impegnano in primo piano il popolo italiano, distraendolo ancora di più dal rispetto di poche, semplici regole comportamentali che certamente migliorerebbero l’evoluzione della pandemia.

Che lo stolto perda la vita per la sua stupidità non è accettabile ma che persone assolutamente innocenti muoiano per comportamenti arroganti di altri, è assolutamente immorale.

 

Linda Pasta


Articoli correlati

  Mellana. Coprifuoco
  Giulia Crivellini. Dividersi in tifoserie persino su un virus?
  Michele Usuelli. Regione Lombardia: Consiglio in auto-quarantena
  Sopra la maschera investo me stessa
  Mellana. Tutti a sciare!
  Agustín. Ponzio Pilato
  Nicoletta Varani. Covid-19 in Africa: alcune con­si­de­ra­zio­ni geo­eco­no­mico-sociali. (II parte)
  «Gli uccelli» di Hitchcock, il progresso che implode e le logiche del virus
  Vetrina/ Michele Tarabini. In un incubo
  Lombardia. Continua la quarantena del Consiglio Regionale
  Nicoletta Varani. Covid-19 in Africa: alcune considerazioni geo-sociali. (I parte)
  Coronavirus oltre i numeri
  Mellana. Diogene
  “I sopravvisuti”
  Maria Lanciotti. In quarantena con l’istrice
  Giuseppina Rando. Movide selvagge del “bel paese”
  Roberta De Horatis. Hic et nunc
  Mellana. Il monumento all’eroe sconosciuto
  Enrico Bernardini: Enoturismo. Esempi di buone pratiche ai tempi del coronavirus
  CIA Manzoni. La lezione si fa alla radio
  Oltre le indicazioni
  Nel tempo angusto e oscuro del Coronavirus
  Mellana. Una mano lava le altre
  Michele Tarabini. Vivere o tirare a campare?
  C. Ruscigno, G. Monti. Covid-19, una risposta europea
  La sanità divisa nell’Europa unita
  Enrico Bernardini. Turismo in Italia: alcuni riflessioni a seguito dell’emergenza Covid-19
  Michele Tarabini. Non raccontiamocela così tragica
  Vincenzo Donvito. Coronavirus/ Occhio al ‘giorno del vaccino’, quando ci sarà…
  Carlo Forin. Distanziamento
  Giuseppina Rando. Si recita a soggetto…
  Mellana. Un settore ancora trainante
  Rosella Reali. I nostri eroi quotidiani
  Renato Ciaponi. Un grazie sentito ai negozi di vicinato
  Mellana. Quel che è fatto è reso
  Agustín. Le cose più importanti
  Tonaca e mascherina. La CEI al tempo del Covid
  Mellana. La negatività che ci piace
  Paola Mara De Maestri. Corona Virus
  Anna Lanzetta. Invito alla lettura
  Mellana. Altro che resurrezione...
  Mellana. Ad ognuno come le pare
  Carlo Forin. Primavera 2020
  Laboratori virologici e ricerca nucleare: è necessario che operino alla luce del sole
  Emmanuela Bertucci. Coronavirus: Quando il diritto alla salute diventa dovere di salute
  Roberto Malini. Il coronavirus somiglia all’influenza di Hong Kong del 1968
  Carlo Forin. Covid 19 virus intelligente
  La scuola a prova di coronavirus
  Vetrina/ Michele Tarabini. Il grande nemico
  Sandra Chistolini. Il Coronavirus visto dai bambini della scuola dell’infanzia all’aperto
  Vita da cani/ #PossoPor­ta­re­il­Ca­ne­Fuori
  Linda Pasta. Inquinamento atmosferico e diffusione del virus
  Coronavirus: predisponete un piano per proteggere le persone anziane più indigenti
  Sandra Chistolini. Scuola con il “vademecum” senza “lockdown”
  Stati Uniti d'Europa. Coronavirus: prima gli italiani?
  Mellana. Tutto andrà benissimo
  Giuseppina Rando. Covid 19: “lectio magistralis”
  Mellana. Vignetta peripatetica
  Vincenzo Donvito. Il populismo sanitario
  Mellana. Un tampone fiscale
  La maestra Mara e le sue storie per i bambini
  Giuseppina Rando. Si riaprono i cancelli delle scuole, finalmente!
  Mellana. Lo sballo in maschera
  Vita da cani/ Come comportarsi con i cani delle persone in quarantena
  Mellana. Stretti tra scienza a superstizione
  Roberto Malini. Ansia da pandemia
  Michele Tarabini. Retoriche banalità
  Sergio Caivano. Maledetto coronavirus covid 19
  Linda Pasta. Covid-19: “Mission possible: limitare il contagio”
  Giovanni Maria di Lieto. I tempi correnti, l’etica privata, l’etica pubblica
  Mellana. Un vaccino very macho
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.6%
NO
 25.4%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy