Giovedì , 29 Ottobre 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Arte e dintorni
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Barbarah Guglielmana. L’andare nel mondo 
Quarto weekend per il Festival delle Fotografia Etica di Lodi
(foto di m_a__ra)
(foto di m_a__ra) 
16 Ottobre 2020
 

Ho scelto come sposo al mio personale sguardo sul Festival della Fotografia Etica di Lodi di quest’anno lo scatto di un uomo in una attesa (autrice la misteriosa @m_a_ra) ‘incontrato’ all’Ethos cafè lodigiano, -uno spazio come altri che ospita quei fotografi che non sono all’interno del percorso ufficiale della mostra, ma che vi partecipano con il loro sguardo. Questa fotografia rappresenta a mia personale interpretazione l’immagine del viaggiare nella vita di ogni essere umano, fatto di andate e di fermate, ma soprattutto di attese alle stazioni, alle proprie stazioni, in cui talvolta non si riparte, talaltra si torna indietro, in alcuni si sprofonda in quella stessa tappa, ed in altri auspicabili più momenti ci si augura di avere l’intenzione di stazionare dentro se stessi...


Il Festival. Il Festival di quest’anno ‘Sguardi sul nuovo mondo’ come in ogni edizione regala e stravolge la lente di ingrandimento e di focalizzazione sulla nostra esistenza, spaziando da vite personali a quelle collettive divora le nostre addormentate pupille spalancandole con nuove diottrie. Sta poi a noi tenere gli occhi aperti.

Ho incontrato... ho incontrato

... la disperazione delle famiglie palestinesi (HABIBI di Antonio Faccilongo), l’inseminazione artificiale veicolata da una cartuccia di penna, passata tra il marito in carcere e la moglie che vive fuori in una povertà quasi totale, ma con il desiderio di entrambi di continuare la vita generandone della nuova...

... l’importanza della famiglia in Irlanda (DISPOSSED di Mary Turner) con strade case persone svuotate, un tempo piene di vita perché vicine alle miniere, ora senza lavoro e lavoratori, giovani e bambini ripresi in fotogrammi bui che non lasciano intravvedere una luce...

... il disastro ecologico (TO THE LEFT OF CHRIST di Dario De Domincs) con i pescatori della baia di Guanabara, piattaforme petrolifere come mostri inquinanti, immagini che per la loro esposizione sembrano essi stessi sporchi d’olio; su tutti la foto del pescatore con sovrapposta la radiogafia dei suoi polmoni malati...

... con la novità delle mostre all’aperto stampate nella modalità en plein air, resistenti alla pioggia e al sole, e alle cinque settimane del Festival...

... la storia di un fenicottero (IL FENICOTTERO BOB di Jasper Doest), ogni genitore dovrebbe portarci il suo pargolo, l’ho scritto subito alla mia amica Marcella di farlo! ad insegnare il valore del rispetto di ogni essere vivente, e la ricchezza che ne deriva dall’aiuto.

... e se è in procinto di arrivare un temporale ha la sua giusta luce il mondo canadese invaso dalle dighe (STATO DI EROSIONE di Aaron Vincent Elkaim), con l’angoscia che la terraferma non sia più così ferma...

... nel Parco Isola Carolina il popolo Mapuche a costo della propria vita cerca di combattere ancora l’avanzata dell’ultima nuova colonizzazione (KUIFI AUKIN NI TREPETUN di Ernesto Pablo Piovano).

... gli incendi in Australia, il canguro morente e tentativi inutili di fermare l’infuocata (ESTATE NERA di Matthew Abbott).

... un viso distrutto nel tentativo di un suicidio, nel dramma la ricostruzione di una famiglia (LA STORIA DI UN VOLTO di Maggie Steber)

... il tempo democratico del Covid (MEASURE AND MIDDLE A JURNEY TROUGH GERMANY di Ingmar Bjorn Nolting) con gli scatti nell’ospedale di Hannover, le barriere tra Costanza e Kreuzlingen (questi muri così veloci da ergere!), la passeggiata concessa ad un ragazzo disabile con la madre... gli scatti in giro per il mondo (LA PANDEMIA CHE HA CAMBIATO IL MONDO) con la foto delle bare di cartone, lo scoppio in Cina, il marito che si fa ricoverare con la moglie demente e malata di covid, la foto simbolo dell’infermiera che crolla sulla fatica...

... gli interessi economici, (NOTHING PERSONAL THE BACK OFFICE OF WAR di Nikita Teryoshin), da far cadere le braccia per quello che hai messo in ogni manifestazione pacifista, carellate di fiere di armi, compratori in ogni dove del mondo, interessi che superano le tue utopie...

... la storia della Brexit (UNA NAZIONE DIVISA Andrew Testa), la piazza e il popolo tra Galles, Irlanda, Inghilterra, un buon momento per studiare storia...

... una malattia come una altra, qui la vitiligine (VITILIGINE di Roa Marieniello) che colpisce ogni popolazione del mondo, uno dei principi guida di questo progetto è stato quello di catturare -citava la didascalia, immagini autentiche dei soggetti ritratti, i quali hanno superato il loro più grande ostacolo- lo sguardo e il giudizio degli altri....

... e molte altre vite ancora che ridimensionano e accrescono insieme la mia.

 

Barbarah Guglielmana

 

 

» Uno sguardo sul nuovo mondo
I fotografi di AFP – Visioni opposte


Foto allegate

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.3%
NO
 24.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy