Domenica , 17 Novembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Sì, viaggiare
 
successivo  
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Maria Lanciotti. Chopin sulla scogliera a Ventotene 
Incontro con Mario Barra, docente di matematica, fondatore del Progetto Alice
18 Ottobre 2019
 

Una casetta lungo Parata Grande a Ventotene – tra le isole ponziane la più a sud del Lazio –, un cubo bianco con l’intonaco scrostato e due finestrelle che si affacciano sulla scogliera a picco sulla spiaggetta, da anni transennata e interdetta per pericolo frana. Il silenzio rotto solo dal sibilare dei canneti sferzati dal vento e il gracchiare dei gabbiani, lascia il posto nei pressi dell’abitazione isolata al suono inconfondibile delle composizioni di Fryderyk Chopin, una cascata di note per pianoforte solista da levarti i sensi e liberare l’anima, e fra ballate notturno e rondò dimenticare il tempo e ogni altra dimensione nel rapimento di un momento perfetto e, per la particolare circostanza, forse unico.

Poi quasi riemergere da un sogno quando, dopo oltre un’ora di ascolto estasiato, improvviso il suono cessa e si amplifica il fragore del vento tra le canne.

Fra la casetta e la scogliera, un viottolo selciato delimitato da una staccionata di protezione, con una breve sporgenza sul dirupo sbattuto dalle onde che implacabili divorano e modellano la roccia, e su quel minuscolo balcone una comoda sedia artigianale che sembra attendere l’ospite consueto e gradito.

Forse solo fantasie, sotto l’effetto avvolgente della musica che sembra ancora vibrare nell’aria, ma ecco che sul cancelletto di accesso all’abitazione si affaccia un gran bel signore, con l’espressione serena e trasognata, in mano un libricino di quiz matematici, che subito manifesta il piacere – reciproco – dell’incontro.

Ed è così che viene fuori la bella storia di Mario Barra, docente universitario di matematica, appassionato di musica e amante della natura, fondatore tra l’altro del Progetto Alice, rivista di matematica e didattica. Prova vivente del rapporto fra numeri e suono e il principio di armonia che tutto governa.

Uno stormo di gabbiani riempie volteggiando il cielo al tramonto mentre una gatta arriva scivolando sulla staccionata per l’usuale lunga carezza del professore, che sussurra beato, a quello spettacolo quotidiano e sempre nuovo: “Che bello!”

Ciao professore, e grazie infinite per il momento di pienezza, condiviso.

 

Maria Lanciotti


Foto allegate

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.9%
NO
 24.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy