Martedì , 16 Luglio 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Asmae Dachan. “Ho l’obbligo di rispondere alle affermazioni dell’on. Giorgia Meloni” 
Alla leader di Fratelli d’Italia era risultato indigesta l’attribuzione alla giornalista dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica, che riceverà dal Presidente Mattarella in occasione del 2 Giugno
01 Giugno 2019
 

Mi trovo costretta, mio malgrado, a intervenire a proposito delle accuse che l’on. Meloni ha formulato nei miei confronti alla vigilia del conferimento dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica.

Secondo l’on. Meloni sarei una persona indegna di ricevere tale onorificenza in quanto simpatizzante con il terrorismo e l’integralismo islamico, sostenitrice di uno stato salafita in Siria, contigua a criminali senza scrupoli, figlia dell’imam di Genova, leader, a suo dire, dei Fratelli Musulmani. Infine, sarei colpevole, sempre per l’on. Meloni, di aver difeso il velo, il fazzoletto che porto in testa a copertura dei miei capelli.

Ho l’obbligo di rispondere a tali affermazioni.

Non vi è nulla di più distante da me, dalla mia educazione e dai miei convincimenti del terrorismo, della violenza, dell’integralismo. I miei articoli, i miei libri, la mia vita ne sono una testimonianza. Considero le dittature, tutte, comprese quelle religiose e salafite, un male da combattere.

Alla vigilia della Festa della Repubblica tale mio pensiero non può che essere ancora più sentito: sono e mi sento nelle mie fibre più intime italiana e so quale tributo di distruzione, di morte e dolore è costato all’Italia liberarsi dalla dittatura fascista e guadagnare la democrazia. La democrazia, la libertà, il rispetto della dignità delle persone sono per me un valore che mi guida ogni giorno nel mio lavoro di giornalista e di cittadina italiana.

Considero la libertà il bene supremo che nessuno può scalfire. La libertà è il bene cui ciascun essere umano ha diritto ed è per questo che da italiana di origini siriane e da giornalista ho raccontato la tragedia del popolo siriano.

Non mi riconosco in nessuna delle accuse che l’on. Meloni mi ha rivolto. Non comprendo come certe affermazioni possano essere formulate senza un briciolo di verifica, di attenzione, di rispetto verso la storia e la vita delle persone.

A proposito del velo che porto in testa, considero le scelte delle donne un fatto che appartiene alle donne. Combatterò sempre chi pretende di imporre loro come vivere, cosa indossare (ivi compreso il velo), quali scelte di vita compiere.

Ovunque ci sarà una donna costretta ad indossare il velo, quella donna troverà sempre in me un alleato e un difensore. Affermo ciò da donna che indossa il velo, con libertà e convinzione, oggi più che mai visto che mi ritrovo, mio malgrado e per pura speculazione, ad essere una donna che viene offesa e dileggiata per il solo fatto di indossare il velo.

Riceverò l’onorificenza di Cavaliere della Repubblica fiera di essere italiana, fiera di essere cittadina di un Paese democratico, fiera della Repubblica, unica garanzia contro ogni forma di dispotismo, di sopruso, di umiliazione ma anche unica garanzia per il progresso, l’uguaglianza, la parità di genere.

È difficile comprendere perché tanta acrimonia verso di me, è difficile farsene una ragione e continuo a credere che se l’on. Meloni avesse letto quanto scrivo da anni, anche lei è una giornalista può comprendere cosa intendo, non avrebbe diffuso così tante infondate accuse nei miei confronti.

Noto anche che l’on. Meloni mi ha attribuito di essere la figlia dell’imam di Genova, città nella quale né io né la mia famiglia abbiamo mai vissuto.

Mi aggrappo quindi a questo ennesimo strafalcione per credere che questa aggressione ai miei danni sia il frutto di un abbaglio, di una foga polemica che prescinde persino dalla mia persona, della quale chi mi accusa non sa nulla, nemmeno dove vivo.

Auguro a tutti una Buona Festa della Repubblica, perché sia la festa dei diritti, della libertà, dell’uguaglianza e della giustizia.

 

Asmae Dachan

(dal suo profilo Facebook, 1° giugno 2019)

 

 

»» Vedi anche: Lucia Capuzzi, Avvenire.it


Articoli correlati

  Asmae Dachan “nella tana degli uomini bomba”
  Vetrina/ Patrizia Garofalo. A.D. 2012, Siria
  Asmae Dachan. Di armi chimiche, di bombe a stelle e strisce e di gattini orfani
  Asmae Dachan. “Allah, la Siria, Bashar e basta?”, recensione dell’opera di Alberto Savioli
  Vetrina/ Asmae Dachan. Farò del mio dolore inchiostro
  In libreria/ Asmae Dachan. Noura
  Onsur. La fame non aspetta
  Il dramma della Siria contemporanea nel romanzo di Asmae Dachan
  Asmae Dachan. Siria, la favola vera del bimbo e l’uva
  Asmae Dachan. Siria: Dipingere sulla morte, la storia di Akram
  Asmae Dachan. Da cosa fuggono i civili siriani?
  Asmae Dachan. Dall'altra parte del mare
  Video-intervista a Vanessa Marzullo di Asmae Dachan (2012)
  Asmae Dachan. Il mio incontro con Papa Francesco
  Eventi/ Whats Art. Poesia e musica sulla migrazione
  Sana, la ragazza uccisa dal padre in Pakistan
  Eventi/ “Girasoli di mare” a Macerata, sabato 18 giugno
  Maria Lampa. “Il silenzio del mare” di Asmae Dachan
  Onsur. Poesia e musica a sostegno del popolo siriano
  Asmae Dachan. “Non sono presente fisicamente, ma anche io partecipo alla giornata di ecumenica preghiera”
  Asmae Dachan. Partenza da Ancona: cos’è un confine?
  A Patrizia
  Asmae Dachan. Hassun, la vita dopo la morte
  Asmae Dachan. Siria, otto anni dopo
  Asmae Dachan. La vita da incubo di una giovane in una tendopoli siriana
  Siria, tra macerie e speranza: incontro a Recanati
  Asmae Dachan. Il klashen e il triciclo nello stesso baule
  Asmae Dachan. Il terrorismo spiegato a mio figlio
  Asmae Dachan. La nebbia, una buona compagna di viaggio
  Premio giornalismo “Universum Donna” ad Asmae Dachan, ambasciatrice di pace
  “Giornalisti del Mediterraneo”. Ad Asmae Dachan il premio della giuria
  Un progetto poesia con “Girasoli di mare” al “Donegani” di Sondrio
  Asmae Dachan. Sono un poeta che ha prestato la sua anima alla morte
  Asmae Dachan. Uno studente mi ha chiesto…
  Asmae Dachan. Lettera a Mohamed Bouazizi da un’attivista siriana
  Ordine Giornalisti Marche. Il premio "A passo di notizia" ad Asmae Dachan
  Vincenzo Donvito. Riflessioni di un patriota alla vigilia del 20 Settembre
  Enrico Peyretti. Due giugno: Caro senatore...
  Sondrio. Camminata della Repubblica. Accessibile a tutti
  2 giugno, festa della Repubblica
  Lidia Menapace. Festa della Repubblica
  Carlo Forin. Il governo Conte ha giurato in Quirinale
  Elisa Merlo. Belle scene di guerra
  Festa della Repubblica. Caro Presidente, cosa c'è da festeggiare?
  UDI Ferrara. Cittadine da 70 anni
  Lidia Menapace. 2 giugno repubblicano
  Lidia Menapace. Il Papa e il Presidente
  2 giugno: civile manifestazione di pace
  Marco Beltrandi. Per ore impedite a Roma la libera manifestazione del pensiero e dell'attività politica
  due di giugno
  Lidia Menapace. Viva la Repubblica!
  Ancora sul 2 giugno, adesso che la “festa” è passata
  Peppe Sini. Nove ruminazioni per la Festa della Repubblica
  Il 2 giugno. A Firenze e a Morbegno. Intanto, a Piateda...
  Morbegno-Talamona. 2 giugno 2011
  Un appello al Presidente della Repubblica affinché il 2 giugno sia festa della Costituzione. Senza parata militare
  Lidia Menapace. 2 giugno, Festa della sovranità popolare esercitata
  Parata militare. Il milione risparmiato non sarà per l'Abruzzo ma per Palermo
  Lidia Menapace. 2 giugno, Festa della Repubblica
  Piccoli esperimenti di democrazia
  Sondrio. I parlamentari 'valtellinesi' tacciono: tutto-va-ben, madama-la-marchesa?
  2 giugno, Festa della Repubblica e della Costituzione. Scriviamo al Presidente Napolitano
  Terzo racconto dal Parlamento. Mentre sgorga l'ingorgo, con un antico andazzo oligarchico
  Alex Zanotelli. Tangenti sulla vendita d’armi: quanto va ai partiti?
  Lidia Menapace. Le priorità
  Parola di donna… L’Arvangia al femminile per la Festa della Repubblica
  Annullata la parata del 2 giugno (1976)
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.4%
NO
 24.6%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy