Venerdì , 16 Novembre 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Arte e dintorni
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Alberto Figliolia. Sandro Chia alla Pinacoteca Comunale Casa Rusca di Locarno
'San Sebastiano', 2003 - olio su tela, 224 x 244 cm (Collezione privata) 
23 Settembre 2018
 

Si può andare oltre l'Avanguardia? Domanda “viziosa”, provocatoria? C'è un'Avanguardia più Avanguardia, un'Avanguardia dell'Avanguardia, o di quel concetto esiste un (imprecisato) monopolio da parte di qualche privilegiato e “astuto” soggetto/movimento? E l'Avanguardia, foss'anche la più spinta, può forse fare a meno dei lasciti della Tradizione? Poi è arrivata la Transavanguardia: Francesco Clemente, Enzo Cucchi, Nicola De Maria, Mimmo Paladino e... Sandro Chia. A quest'ultimo dedica una ricca e magnifica mostra – come sempre, prezioso e intelligente è l'allestimento – la Pinacoteca Comunale Casa Rusca di Locarno.

Come definire la pittura di questo maestro dell'arte contemporanea? “Narrazione onirica”, neoespressionismo, fauvismo monumentale, esistenzialismo panico? A ben vedere, le definizioni possono sprecarsi e ciascuna raccontare un pezzettino della composita ispirazione; nessuna etichetta o catalogazione è tuttavia bastevole a raccontare la ricerca e la parabola, non conclusa, di un artista così complesso e pure di impatto immediato: potente, vigoroso, eccentrico senza strafare, una fantasia che si nutre di corpi e colori senza indulgere in narcisistiche astruse astrazioni.

Dal San Sebastiano (2003, Olio su tela, 224 x 244 cm, Collezione privata) – erotico e bucolico nella sua contemplativa sofferenza – all'ironicamente tempestoso Quante storie per un bacio (1979, Olio su tela, 180 x 220 cm, Collezione privata) – composto nel mentre dell'ascolto di una commedia alla radio –, dal verde Pastorello eccitato (1980, Olio su tela, 180 x 201 cm, Collezione D'Ercole-Roma) al drammatico Hand Game (1981, Tecnica mista su carta, 199 x 153 cm, Collezione D'Ercole-Roma) – ah la piccola mortale lama dell'uomo senza volto... nel dipanarsi di una storia tragicamente indefinita, in bilico: il cui esito? –, dal Courageous Boy with Flag (1982, Olio e tessuto su tela, 234 x 198 cm, Thomas Ammann Fine Art-Zurigo) – l'incommensurabile triplice sguardo! – all'impressionante fuoco di A A Alchemic Accident (1984, Olio su tela, 170 x 150 cm, Collezione privata), è un percorso meraviglioso, sia dal punto di vista dei sensi che da quello sentimentale. Spettacolari, fuori dalle più canoniche e convenzionali righe, commoventi i due bronzi di Offerta d'amore s.d. (rispettivamente 147 x 54 x 45 cm e 152 x 40 x 62 cm, Collezione privata), i grandi piedi su un terreno che non sai se solido o vacillante, una sola ala a reggere il peso: ne serve sempre un'altra...).

Un'acuta citazione chagalliana s'intravede nel Mercante volante (1988, Olio su tela, 185 x 155 cm, Collezione privata), così come nella Melanconia del pittore (1999-2000, Olio su tela, 220 x 200 cm, Galleria Mazzoli-Modena) sembrerebbe esservi un richiamo ad Albrecht Dürer. Ed è bello anche perdersi in questo gioco di reinterpretazioni. Grottesco e delicato si rivela The Angel and his Pig (2006, Olio su tela, 170 x 150 cm, Collezione privata) – le ali dell'Annunciazione del Beato Angelico... E il felice spaesamento multivolto di See-Thru Trombone (2006, Olio su tela, 162 x 130 cm, Collezione privata) e di The Painter and His Son (2006, Olio su tela, 180 x 160 cm, Collezione privata)... Le opere, tutte di grande formato, sanno liberare un immenso afflato donando un'atmosfera immersiva a chi ne attraversa l'itinerario.

La parola a Rudy Chiappini, direttore dei Musei della Città di Locarno: «La Transavanguardia teorizza un ritorno alla manualità, alla gioia del dipingere, restituisce alla tela, al pennello e ai colori il loro posto nell'arte della pittura. Ricerca, pur nella disarticolazione della forma, rivisitata fino a divenire espressione instabile dell'interiorità e della condizione esistenziale dell'uomo, il recupero critico del senso dell'universalità della storia attraverso la narrazione, attraverso il recupero di modalità esecutive e materiali tradizionali (legno, ferro e terra), a significare l'eternità e l'immutabilità delle forze che animano l'uomo e la sua vicenda. […] Sandro Chia assimila e sintetizza con avidità intellettuale sia la tradizione classica, Masaccio e Michelangelo in primis, sia l'eredità culturale delle avanguardie del '900, da Carrà a De Chirico ma anche Cézanne e Chagall. Nelle sue opere dà vita, in un gioco di rimandi e citazioni, a composizioni di grande respiro, di imponente consistenza volumetrica, dal cromatismo esasperato, dove maestose figure sospese in una dimensione spazio-temporale fuori dal mondo trasmettono il senso di un'esistenza in mutamento, che trova nella pittura i suoi riferimenti e i suoi punti fermi».

Non sono usurpati gli aggettivi, per la pittura dell'artista nato a Firenze il 20 aprile 1946, opulento e immaginifico. E il suo “teatro della natura” assorbe la meditazione, mai ferma, sulla condizione umana: anche tragica, austera, ma piena e vitalistica. È, la sua, nel senso più ampio un'esuberante harmonia mundi.

 

Alberto Figliolia

 

 

Sandro Chia, a cura di Rudy Chiappini. Pinacoteca Comunale Casa Rusca, piazza Sant'Antonio, Locarno (CH). Fino al 6 gennaio 2019.

Orari: mar-dom 10-12/14-17, lun chiuso.

Ingresso: intero 12 CHF, ridotto 10 CHF, gratuito per le scuole e per gli studenti fino ai 16 anni.

Prenotazioni: +41 (0)917563185.

Info: tel. +41 (0)917563170; e-mail servizi.culturali@locarno.ch; siti Internet www.museocasarusca.ch, www.locarno.ch, www.facebook,com/Piancotecacasarusca, www.instagram.com/casarusca.

Catalogo: Rudy Chiappini (a cura di), edito da Locarno-Pinacoteca Comunale Casa Rusca, 144 pp., ill. a colori, CHF 35.


Foto allegate

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 73.3%
NO
 26.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy