Giovedì , 21 Giugno 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò africano
 
successivo  
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Roberto Malini. Francia. Mostra personale di René Bokoul 
A sostegno di Mokoko e della democrazia in Congo
25 Maggio 2018
 

L’arte per dire no agli abusi da parte dei regimi che negano il valore della libertà, per difendere la civiltà, la democrazia, il diritto. Dopo la grande mostra milanese “Apolidi, identità non disperse” e in contemporanea con la mostra, che inizierà il mese prossimo a Sassocorvaro (PU) e presenterà le opere degli Artisti dell’Olocausto, segnaliamo un evento d’arte e civiltà in Francia. Ad Angoulême, presso il CSCS/MJC Spazio Louis Aragon l’artista di origine congolese René Bokoul terrà una personale dall’8 al 29 giugno, il cui tema è “Dictatures d’Oyo: liberé Mokoko”.

«La mostra è organizzata a sostegno del generale Jean Marie Michel Mokoko», spiega il pittore, «candidato che vinse le elezioni presidenziali anticipate del 20 marzo 2016, arrestato arbitrariamente dal regime di Brazzaville – guidato dal dittatore Denis Sassou Nguesso – e condannato l’11 maggio scorso, dopo un processo durato cinque giorni, a 20 anni di detenzione».

La mostra di René Bokoul si propone di portare all’attenzione della comunità internazionale questa nuova azione iniqua da parte del dittatore, che ha annientato con l’arroganza e la violenza di chi è nemico della libertà la colonna portante della democrazia congolese. Mokoko non ha avuto la possibilità di proferire una sola parola a propria difesa, durante le udienze, perché l’intero processo non è stato che una crudele farsa e l’imputato non ha potuto disporre di alcuna garanzia né della possibilità di ottenere clemenza. «Dopo cento anni di sottomissione a poteri corrotti e senza scrupoli», conclude amaramente Bokoul, «il Congo è ora colpito da una nuova condanna, che non riguarda solo Mokoko, ma la speranza stessa di poter salutare il giorno della libertà. Libertà che ora chiediamo a gran voce. Libertà per Mokoko, prigioniero di una delle dittature più feroci del pianeta e simbolo della nuova Africa, che insegue un progetto di uguaglianza, democrazia e civiltà».

 

Roberto Malini


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.0%
NO
 25.0%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy