Venerdì , 15 Dicembre 2017
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Dialogo Tf
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Michele Tarabini. Riprendiamoci l'intimità
Foto di Elisabetta Andreoli
Foto di Elisabetta Andreoli 
10 Ottobre 2017
 

La pervasività della comunicazione è per certi versi strabordante: fotocamere, videocamere, te­le­ca­me­re occupano ormai tutti gli spazi, anche i più intrinseci e personali. A “maneggiare” questi strumenti sono spesso persone comuni, che sentono il bisogno di fotografare o filmare ogni luogo in cui si trovano o agiscono, per fissare quel particolare momento e non dimenticarlo, come se la coscienza avesse smarrito una sua dote fondamentale, la memoria. Ma sono soprattutto i professionisti della comunicazione globale a dettare legge; quelli pronti ad andare all'assalto, a riprendere tutto, a filmare chiunque e comunque, perché altrimenti non riuscirebbero a descrivere dei fatti, a raccontare una storia. “Oggi il pubblico vuole vedere tutto, pretende la vita e la morte in diretta”.

Ma chi l' ha detto? È solo un modo per vendere e guadagnare facile.

Siamo in un vortice dal quale è sempre più difficile non farsi risucchiare, ma dobbiamo rompere l'incantesimo e riprenderci l'intimità cui abbiamo diritto. Partiamo dal grande per arrivare al piccolo: se fossi il Papa (niente di meno!) proibirei alle televisioni di filmare all'interno dei luoghi di culto, a cominciare dalla Basilica di San Pietro, durante le funzioni religiose. L'incontro di una comunità di fedeli con il suo Dio, infatti, è qualcosa di profondamente intimo, che non dovrebbe essere turbato, e banalizzato, da “corpi estranei”. E che non solo una comunità religiosa ma anche una comunità politica, quando è riunita per discutere, e decidere, abbia bisogno di una sorta di intimità, sembra averlo capito anche un grande comunicatore come Matteo Renzi, che da qualche tempo riunisce la direzione del suo partito “a riflettori spenti”.

Ma tutti noi possiamo riavere quell'intimità che ci spetta se solo smettiamo di desiderare ciò che ci fa effetto e apriamo la mente e le braccia a ciò che ci fa stare bene.

 

Michele Tarabini


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
ISRAELE NELL'UNIONE EUROPEA. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo. Facciamolo!
 62.9%
Non so.
 1.1%
Non sono d'accordo.
 35.9%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy