Lunedì , 23 Ottobre 2017
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò africano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Alex Zanotelli. “Rompere questo maledetto silenzio sull’Africa” 
Appello alle giornaliste e ai giornalisti
‘La Stampa’, con Maria Teresa Pontara Pederiva da Trento, ha ripreso l’appello il 20 luglio scorso
‘La Stampa’, con Maria Teresa Pontara Pederiva da Trento, ha ripreso l’appello il 20 luglio scorso 
06 Agosto 2017
 

Scusatemi se mi rivolgo a voi in questa torrida estate, ma è la crescente sofferenza dei più poveri ed emarginati che mi spinge a farlo. Per questo come missionario uso la penna (anch’io appartengo alla vostra categoria) per far sentire il loro grido, un grido che trova sempre meno spazio nei mass-media italiani. Trovo infatti la maggior parte dei nostri media, sia cartacei che televisivi, così provinciali, così superficiali, così ben integrati nel mercato globale.

So che i mass-media, purtroppo, sono nelle mani dei potenti gruppi economico-finanziari, per cui ognuno di voi ha ben poche possibilità di scrivere quello che vorrebbe. Non vi chiedo atti eroici, ma solo di tentare di far passare ogni giorno qualche notizia per aiutare il popolo italiano a capire i drammi che tanti popoli stanno vivendo.

Mi appello a voi giornalisti/e perché abbiate il coraggio di rompere l’omertà del silenzio mediatico che grava soprattutto sull’Africa. (Sono poche purtroppo le eccezioni in questo campo!)

È inaccettabile per me il silenzio sulla drammatica situazione nel Sud Sudan (il più giovane stato dell’Africa), ingarbugliato in una paurosa guerra civile che ha già causato almeno trecentomila morti e milioni di persone in fuga.

È inaccettabile il silenzio sul Sudan, retto da un regime dittatoriale in guerra contro il popolo sui monti del Kordofan, i Nuba, il popolo martire dell’Africa, e contro le etnie del Darfur.

È inaccettabile il silenzio sulla Somalia in guerra civile da oltre trent’anni con milioni di rifugiati interni ed esterni.

È inaccettabile il silenzio sull’Eritrea, retta da uno dei regimi più oppressivi al mondo, con centinaia di migliaia di giovani in fuga verso l’Europa.

È inaccettabile il silenzio sul Centrafrica che continua ad essere dilaniato da una guerra civile che non sembra finire mai.

È inaccettabile il silenzio sulla grave situazione della zona saheliana dal Ciad al Mali dove i potenti gruppi jihadisti potrebbero costituirsi in un nuovo Califfato dell’Africa nera.

È inaccettabile il silenzio sulla situazione caotica in Libia dov’è in atto uno scontro di tutti contro tutti, causato da quella nostra maledetta guerra contro Gheddafi.

È inaccettabile il silenzio su quanto avviene nel cuore dell’Africa, soprattutto in Congo, da dove arrivano i nostri minerali più preziosi.

È inaccettabile il silenzio su trenta milioni di persone a rischio fame in Etiopia, Somalia, Sud Sudan, nord del Kenya e attorno al Lago Ciad, la peggior crisi alimentare degli ultimi 50 anni secondo l’ONU.

È inaccettabile il silenzio sui cambiamenti climatici in Africa che rischia a fine secolo di avere tre quarti del suo territorio non abitabile.

È inaccettabile il silenzio sulla vendita italiana di armi pesanti e leggere a questi paesi che non fanno che incrementare guerre sempre più feroci da cui sono costretti a fuggire milioni di profughi. (Lo scorso anno l’Italia ha esportato armi per un valore di 14 miliardi di euro!!!)

Non conoscendo tutto questo è chiaro che il popolo italiano non può capire perché così tanta gente stia fuggendo dalle loro terre rischiando la propria vita per arrivare da noi. Questo crea la paranoia dell’‘invasione’, furbescamente alimentata anche da partiti xenofobi. Questo forza i governi europei a tentare di bloccare i migranti provenienti dal continente nero con l’Africa Compact, contratti fatti con i governi africani per bloccare i migranti. Ma i disperati della storia nessuno li fermerà. Questa non è una questione emergenziale, ma strutturale al Sistema economico-finanziario. L’ONU si aspetta già entro il 2050 circa cinquanta milioni di profughi climatici solo dall’Africa. Ed ora i nostri politici gridano: “Aiutiamoli a casa loro”, dopo che per secoli li abbiamo saccheggiati e continuiamo a farlo con una politica economica che va a beneficio delle nostre banche e delle nostre imprese, dall’ENI a Finmeccanica.

E così ci troviamo con un Mare Nostrum che è diventato Cimiterium Nostrum dove sono naufragati decine di migliaia di profughi e con loro sta naufragando anche l’Europa come patria dei diritti.

Davanti a tutto questo non possiamo rimanere in silenzio. (I nostri nipoti non diranno forse quello che noi oggi diciamo dei nazisti?). Per questo vi prego di rompere questo silenzio-stampa sull’Africa, forzando i vostri media a parlarne. Per realizzare questo, non sarebbe possibile una lettera firmata da migliaia di voi da inviare alla Commissione di Sorveglianza della RAI e alle grandi testate nazionali? E se fosse proprio la Federazione Nazionale Stampa Italiana (FNSI) a fare questo gesto? Non potrebbe essere questo un’Africa Compact giornalistico, molto più utile al Continente che non i vari Trattati firmati dai governi per bloccare i migranti? Non possiamo rimanere in silenzio davanti a un’altra Shoah che si sta svolgendo sotto i nostri occhi.

Diamoci tutti/e da fare perché si rompa questo maledetto silenzio sull’Africa.

 

Alex Zanotelli

Napoli, 17 luglio 2017

 

 

Con piacere contribuiamo a diffondere questo appello di Alex Zanotelli, su segnalazione del Circolo Arci il Contatto di Sondrio, che lo ha inviato alle testate locali, «in coerenza con il percorso di cittadinanza attiva, ritenendo tale esortazione utile ad uno sviluppo culturale del territorio in senso glocale». (Red.)


Articoli correlati

  Valter Vecellio. Non sono “divertenti”, dunque non se ne deve parlare…
  Vetrina/ Roberto Malini. Risoluzione sulla pace
  Viareggio. Commozione per il film La canzone di Rebecca e l'inno Rom
  Processo contro Malini e Picciau: atteso per oggi il verdetto del giudice
  Genova, Parole su tela. Premio per la poesia ispirata ai capolavori di Palazzo Reale
  Pesaro, Rom/Diritti umani. Malini e Picciau assolti perché il fatto non costituisce reato
  Premi e concorsi/ Roberto Malini vince il Premio di poesia “Benfazeja” di San Paolo (Brasile)
  Teatro. Prima nazionale de “La forchetta di Mastro Scappi” alla Libera Università di Alcatraz
  Spot/ Spoken Word Poetry & Instragram Art Night
  Anteprima/ Paul Polansky, Roberto Malini. Il silenzio dei violini
  In libreria/ Patrizia Garofalo. Bligal di pietra e luce: riconoscere il tempo
  No desearás al vecino del quinto
  Genova. Life Festival - Voci a colori: parole che escono dal cor(p)o
  Maria G. Di Rienzo. Trickster
  Roberto Malini. La vita è… una giornata fra poeti
  Shoah: tavole rotonde, commemorazioni, concerti per ricordare
  Vetrina/ Roberto Malini. Dal diario di Veta, bambina Rom
  Vetrina/ Roberto Malini. Su ferite mortali ancora aperte
  Premi e concorsi/ Daniela Malini finalista all'“Amalia Vilotta”
  Vetrina/ Roberto Malini. In memoria del Mahatma Gandhi nell’anniversario della sua nascita
  Vetrina/ Roberto Malini. Il Vangelo di Giuda
  Karim Metref. È nato un nuovo stato africano?
  In libreria/ Anteprima: “Bligal di pietra e luce”
  Roberto Malini. Come si diventa poeti?
  Ravenna, cinema e diritti umani: a Roberto Malini il Premio “Dan Arevalos”
  Eventi/ Poesia a Genova
  Spot/ Genova, Casa America: la poesia di Roberto Malini dall'Italia al Brasile
  Addio, Pesaro. Una videopoesia, un invito a intraprendere un viaggio di civiltà
  Vetrina/ Roberto Malini. Fortunati coloro che possono vivere sulla terra
  Roberto Malini. Psicosi anti-Rom a Pesaro
  Andrea Mancaniello. L'uovo: pura poesia in un film sul valore della vita
  Alfred Breitman. Una poesia di Roberto Malini dedicata ai mendicanti
  Una poesia di Roberto Malini dedicata ad Anne Frank
  EveryOne. Un libro italiano di poesie conquista i Rom del Brasile
  Marcello Zuinisi/ Nazione Rom. Siamo tutti EveryOne
  Roberto Malini. Pesaro: Attivisti ancora davanti al giudice, come i Rom perseguitati
  Due parole: NO INC! È partito, davvero, il “Processo Cerroni”
  Premi e concorsi/ “Nuove Lettere” di Napoli: Roberto Malini finalista
  Vetrina/ Roberto Malini. Il patto di Malta
  Matt Malinowski. Cile. In marcia contro il femminicidio
  EveryOne Group. Donazione di Roberto Malini a favore del Museo della Shoah di Roma
  EveryOne Group: Pensatore cattolico critica evento di poesia contro l'omofobia
  Genova. Per ricordare Cesare Mazzolari e completare la scuola nel Sud Sudan
  Vetrina/ Roberto Malini. Il dolore
  Ferrara. Poesie sui Rom alla Biblioteca Ariostea
  Premi e concorsi/ Menzione Speciale al Premio Letterario Camaiore 2012 per “Il silenzio dei violini”
  Rom. Si va in Tribunale a Pesaro
  Vetrina/ Roberto Malini. Tortura
  Alba Montori. La memoria: Grüne Rose
  Esopo era ebreo?
  La dottoressa ci sta col colonnello
  Roberto Malini. Danciu, artista Rom perseguitato a Pesaro
  Roberto Malini/Kujtim Pacaku. Due poeti si incontrano all'alba...
  Il silenzio dei violini entra nei LibriVivi con la voce di Gino La Monica
  Marisa Cecchetti. Roberto Malini, Dichiarazione
  Premi e concorsi/ “Phralipé” 2013 all'attivista umanitario e scrittore Roberto Malini
  In libreria/ Roberto Malini. Dichiarazione
  Giornata della Memoria a Vercelli: le donne della Shoah
  Ferrara. Il silenzio dei violini alla Biblioteca Comunale Ariostea
  Viareggio. Al Welcome Square anteprima del film “La canzone di Rebecca” di Roberto Malini
  Vetrina/ Roberto Malini. Fra i due istanti
  C'è una nuova legge in Uganda/ There’s a New Law in Uganda
  Dario Picciau. La poesia di Roberto Malini conquista il Brasile
  Il popolo Rom in Italia attraverso l'obiettivo di Steed Gamero
  Teatro. A Milano, anteprima de “La forchetta di Mastro Scappi”
  Vetrina/ Roberto Malini. Tatarszentgyoergy
  Vetrina/ Roberto Malini. Un giorno senza vento, A Day Without Wind
  Vetrina/ Hamza Kashgari. Nel giorno del tuo compleanno...
  Vetrina/ Roberto Malini. Silenzio
  Giorno dell’Indipendenza di Israele a Vercelli
  In libreria/ Marisa Cecchetti. “Il giardino dei poeti quantici” di Roberto Malini
  Festa di Carugate: poesia e diritti umani con Roberto Malini
  “Ladri di fuoco, trafficanti di sogni”. Domenica 16 giugno al Suq di Genova
  Matteo Moca. Fenomenologia della percezione di Tree of Life
  In libreria/ È italiano il primo libro di poesie che uscirà nel 2014
  Spot/ Notte della Poesia con i Poeti per la Pace
  “Pan, dio della selva” di Roberto Malini
  Genova applaude i Ladri di Fuoco al Festival Internazionale di Poesia
  “Leggerò versi sulla Shoah per onorare le vittime della strage di Bruxelles”
  Vetrina/ Natale è tellus. 2
  Vetrina/ Roberto Malini. Oceano
  Genova, “Onde gravitazionali”: un successo la performance di Roberto Malini
  12 giugno 2014: oggi è il compleanno di Anne Frank
  Il vento della poesia nelle corde dei violini
  Vetrina/ R. Malini e P. Garofalo, A Simone
  Gordiano Lupi. La bella Antonia prima monica e poi dimonia (1972) di Mariano Laurenti
  Eventi/ La poesia di Roberto Malini va nello spazio con la Nasa
  Karim Metref. È nato un nuovo stato africano?
  Anteprima/ "Cenere sulle ciglia", il nuovo libro di poesia di Daniela Malini
  Aldo Ramassotto. Reportage dal Mali
  Roberto Malini: performance di poesia “Il giardino dei poeti quantici”
  Vetrina/ Roberto Malini. Bello come una stella
  Roberto Malini. I Poeti per i Diritti Umani cantano perché la speranza non muoia
  Spot/ Rom: poesia e arte. Con Rebecca Covaciu e Roberto Malini
  Premi e concorsi/ Tra Secchia e Panaro & Louise-Victorine Ackermann Award
  Gigi Fioravanti. Libia: la parola alle armi
  Milano. Con Emma Bonino da Domenica
  Marco Perduca. Il mandato di cattura di Gheddafi pone limiti a trattativa africana
  La scuola araba libica a Roma e a Milano
  Furio Colombo. Libia. Il Trattato c'è ancora
  Il Blogghino. Nel diluvio di parole...
  Movimento Nonviolento. Digiuno: un'azione nonviolenta per Libia e Giappone, militare e nucleare
  Frattini riferisca al parlamento gli ordini “terribili” di Gheddafi
  Manifestazione di solidarietà ai profughi del Corno D’Africa intrappolati in Libia
  Gordiano Lupi. La censura nei media cubani
  Marco del Ciello. La caduta di Tripoli, il futuro della Libia
  Bonino, Pannella, Valpiana. La nonviolenza di fronte all'uccisione di Gheddafi
  Pasquale Annicchino / Nadia Marzouki. “Ora abbiamo deciso di prendere in mano il nostro futuro”
  Libia. Manifestazione Radicale davanti a Montecitorio
  Libia: fermate la repressione
  Karim Metref. Marocco... E pur si muove
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. La Libia e L’Egitto hanno la febbre
  Enrico Peyretti. Dove sono i pacifisti?
  Mai complici del raìs! Mai complici dei regimi!
  Caterina Del Torto. In digiuno contro la guerra e il nucleare
  Tunisi. Bonino, Pannella e Perduca incontrano Ministro Kefi
  Enrico Peyretti. Guerra alla Libia
  Omar Santana. Chi difende Gheddafi?
  Emma Bonino, Saad Ibrahim. Il nuovo Egitto non deve nascere sulla vendetta
  L'aggressività americana alla prova di Libia e Siria
  “Dora” Valle d'Aosta / The Women's War. Storie di donne in guerra e pace
  Oltre i muri: da Cuba al Medio Oriente. La sfida per la democrazia
  Luigi Fioravanti. Degl'italici atavici costumi
  Dall'Egitto allo Yemen passando per l'Italia. L'8 marzo visto da Emma Bonino
  Yoani Sánchez: “Cuba non conceda asilo politico a Gheddafi!”
  Emma Bonino, Matteo Mecacci. Basta con gli allarmismi ingiustificati. Sospendere subito il trattato con la Libia
  Vittorio Bellavite. Sulla Libia la coscienza cristiana rifletta e reagisca
  Suliman Busedra. La Comunità libica in Italia
  Rosa Manauzzi. “In caso di pericolo chiamare mammà”
  Commercio internazionale d'armi: dal nuovo Governo ci aspettiamo un aumento di trasparenza
  Roberto Pereira. Lettera alla stampa di un ragazzo cubano
  Valter Vecellio. Appunti. Libia, ma anche nucleare, rischio terremoti, antrace, mafia nel Nord, sondaggi...
  Valter Vecellio. Che male ha fatto questo paese per avere simili (s)governanti?
  Piero Cappelli. Gheddafi, la fine nefanda di una dittatura
  Davide Delaiti. L’(in)attesa sconfitta Islamica in Libia
  Yoani Sánchez. Il nostro uomo a Tripoli
  Maria G. Di Rienzo. Voci nel vento
  Giannino. La fuga di Gheddafi
  Omar Santana. Tsunami Nord Africa
  Giuliano Pontara. Il dolore segue l'errore
  Alex Zanotelli. Tangenti sulla vendita d’armi: quanto va ai partiti?
  Un Convegno su “Armi, guerre, territorio”
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
ISRAELE NELL'UNIONE EUROPEA. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo. Facciamolo!
 62.4%
Non so.
 1.2%
Non sono d'accordo.
 36.5%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy