Mercoledì , 22 Novembre 2017
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Sport e Montagna > Ritratti
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Alberto Figliolia. A Emil Zátopek 
(Kopřivnice, 19 settembre 1922 - Praga, 22 novembre 2000)
16 Settembre 2016
 

Il sorriso stempiato, Emil, era

[il tuo marchio

e quella fatica antica della corsa...

Eri La locomotiva umana

per il tuo ansare dolente sulle piste

in bianco e nero dopo le macerie

del gran conflitto, fra i polverosi silenzi

della Guerra Fredda: ciondolava il tuo capo

nello sforzo calcolato e pur senza limiti,

giro dopo giro, chilometro dopo chilometro

alla meta sempre più vicina, sempre più remota.

Alle tue spalle spigolose, dietro la smorfia

del cronometro c'era sempre l'altro,

Alain... Alain Mimoun, l'uomo dei sei fratelli,

algerino di Francia, l'eterno secondo

(solo a Melbourne, in un mondo rovesciato, ti avrebbe scavalcato)

e nel costato, nel cuore, il giavellotto dell'amore

scagliato dal pallido braccio di Dana.

Dopo Londra Helsinki... Il tempio

dei boschi, laghi come occhi incastonati

nel silenzio, l'infinita luce boreale e Paavo Nurmi,

il tuo gemello separato solo dai lineari

capricci del tempo, come ultimo tedoforo.

E fu oro! Nei 5000 metri, nei 10000 metri,

nella maratona, con la ferrosa instancabile falcata,

con l'ansare doloroso fra le linee,

il capo ciondolante sulle vie del sogno.

Poi venne il tempo dei carri armati sovietici

a Praga, dopo gli illusori fiori di una primavera

bella e rovinosa, dolce e tormentosa,

e l'arresto di Dubček, il riformatore trasformato

in muratore, e il fuoco annichilente

sui vent'anni di Jan Palach in Piazza San Venceslao.

Per punire gli ideali a te, La locomotiva umana,

furon destinate le miniere di uranio,

ma quando scendevi nelle viscere della terra

tua era l'ombra, tua la memoria, tua la forza:

nessun potere avrebbe mai potuto spegnere

la tua corsa ansante, ciondolante, sognante,

Emil, eroe della fatica, tre volte oro a Helsinki 1952.

 

Alberto Figliolia


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
ISRAELE NELL'UNIONE EUROPEA. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo. Facciamolo!
 62.6%
Non so.
 1.1%
Non sono d'accordo.
 36.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy