Martedì , 21 Settembre 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Spettacolo > Notizie e commenti
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Metti una sera in piazza con la "Barfì&Friends"
Un momento dello spettacolo
Un momento dello spettacolo 
15 Ottobre 2006
 
Che cosa riesce a dire una Compagnia nata dialettale come la Barfì, quando si trova costretta sulla scena a tenere la bocca chiusa per ben cinquantacinque minuti? Per nulla facile impedire la parola a chi è abituato sì ad utilizzare un linguaggio complesso di segni, ma in modo spontaneo e a sostegno di ciò che sta dicendo. Una storia muta, per chi non è professionista del mimo, può essere una vera impresa.
Una sfida dunque, quella lanciata dal regista Fulvio Schiano ai protagonisti della performance L’ultima Fadiga replicata a fine agosto, in piazza San Martino. Immaginiamo i dubbi e le resistenze degli attori ai quali viene tolto improvvisamente l’audio… deve essere stata una vera fatica! Ma la sfida è riuscita, vista l’accoglienza del pubblico che ha riempito la piazza ed ha seguito con commozione, per la seconda volta, la storia di Cici Bonazzi, emigrante in Australia, ma con il cuore a Tirano.
Lo spettacolo aveva avuto il suo battesimo al teatro “Mignon” due anni fa ed aveva già suscitato grandi momenti di suggestione, sia per la particolarità della storia messa in scena, sia per l’uso di sequenze semplici, ma efficaci, a quadri, supportate da un ensamble di brani musicali appropriati e da una indovinata scenografia minimalista. Quell’idea di treno, solo una porta con un finestrino dal quale si affacciavano i personaggi, era perfetta per rappresentare il viaggio, il sogno e la speranza. E nel viaggio della speranza del concittadino Cici Bonazzi, i Tiranesi si sono riconosciuti.
Molto ricercati - come sempre - i costumi, preparati gli attori che hanno dovuto recitare la loro partitura fisica in sincronia con la musica, le immagini e le numerose scene che venivano ricreate sul palco, in pochi secondi, da quattro abili e quasi invisibili assistenti. Senza smagliature il mixaggio delle musiche, dei suoni e delle immagini. Importante la sottolineatura delle luci. La Compagnia Barfì&Friends si colloca, nello scenario delle filodrammatiche di valle, tra quelle che crescono in continuazione e ricercano modalità espressive sempre diverse. Chissà che cosa bolle di nuovo in pentola?
 
Roberta De Devitiis
(da Tirano & dintorni, ottobre 2006)

Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.8%
NO
 25.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy