Domenica , 21 Ottobre 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Spinus
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Vincenzo Donvito. E siamo nel 2016 non nel 1816!! 
Domani riparte la mattanza della caccia…
31 Agosto 2016
 

Firenze – È prevista per il 1° settembre un'anticipazione in Toscana dell'apertura della caccia, mentre per l'apertura vera e propria bisognerà attendere la terza domenica di settembre, con termine il 31 gennaio. Queste sono le date tradizionali, visto che la caccia di selezione agli ungulati* si svolge per tutto l'anno.

Siamo nel 2016, in un Paese come l'Italia, con 60 milioni di abitanti, autosufficienza alimentare e molto surplus esportato… e ancora ci sono i cacciatori (pare 80.000 nella sola Toscana, terra particolarmente popolata da queste persone). Cacciatori che uccidono per sport, ovviamente, e non per il motivo per cui la caccia è nata (procacciamento della carne per alimentarsi), e che per noi oggi non ha più senso. Ma lo sport è sport, e per alcuni non ci sono limiti che tengano, anche se si tratta di ammazzare essere viventi. Certo, se si trattasse di pratica e di divertimento di tiro col fucile, non mancherebbero occasioni per farlo, come anche avviene alle Olimpiadi, dove non si vincono medaglie ammazzando animali, ma solo dimostrando la propria capacità di mano ferma, di mira e di precisione. Ma la caccia non c'entra nulla con questo, perché si tratta di dimostrare a se stessi e agli altri la propria sportività ammazzando animali: inutilmente, visto che non servono per l'alimentazione.

Inoltre, chi sta in campagna, si prepari a sopportare l'invasione delle proprie proprietà (a meno che non siano recintate, ma spesso i recinti vengono “ignorati”) da parte dei cacciatori: la legge consente loro di farlo. E quindi è frequente che ci si ritrovi con proiettili vaganti sotto le finestre delle proprie case e/o con i rumori dei “rambo cacciatori” che passano impunemente nelle proprie proprietà, fin dalle prime luci dell'alba. È incredibile, ma abbiamo una legge del genere che anche dei referendum non sono stati in grado di abrogare, perché non consentiti dalla Corte Costituzionale.

Certamente c'è un indotto economico che vive e prospera nel settore, e se la caccia non ci fosse entrerebbe in crisi (è questo anche uno dei motivi dei cacciatori per giustificare la loro esistenza), ma il mondo cambia e le consuetudini barbare è bene che siano modificate anche con la conversione economica degli specifici settori. E non sarebbe neanche tanto difficile, visto che i cacciatori potrebbero sparare senza ammazzare nelle varie competizioni sportive, anche se non godrebbero del piacere di uccidere e del loro rapporto col sangue delle vittime, nonché coi cani addestrati alla bisogna.

Secondo noi, il grado di civiltà di un Paese si misura anche con l'esistenza o meno della caccia. E dove la caccia esiste, crediamo si possa serenamente parlare di inciviltà. Quel che ci stupisce (siamo volutamente ingenui) è che il legislatore, interessato ai voti dei cacciatori, fa finta che il problema non esista. Mentre i cacciatori e le loro associazioni ci inondano di cose tipo “equilibrio della biodiversità”. Che molti cacciatori siano rispettosi della natura è vero senza ombra di dubbio, ma a nostro avviso commettono un errore: gli equilibri, il rispetto, l'amore per la natura, se passano attraverso il sangue dei propri componenti… c'è qualcosa che non torna. E ripetiamo, siamo nel 2016, non nel 1816!!

 

Vincenzo Donvito, presidente Aduc

 

 

* A questo link per farsi un'idea di cosa sia, visto dalla parte dei cacciatori.


Articoli correlati

  Sen. Poretti. Milleproroghe: No a deroghe a favore dei cacciatori per ammazzare più animali
  Caccia. Presentato rapporto associazione vittime, stagione 2010/2011. Una strage
  Lezioni di caccia a scuola: Caso di Rocchetta Vara solo la punta di un iceberg?
  Caccia. Assurdo esame Ddl oggi in Senato
  Contro la caccia e per il rispetto della proprietà privata
  Michele Usuelli. Caccia in deroga in Lombardia
  Caccia. Consegnate al Senato 14mila firme per abolizione
  Roma. Martedì 3 febbraio, ore 14 conferenza stampa al Senato dell'Associazione Vittime della caccia, con Poretti, Perduca e Mellano
  Donatella Poretti e Alessandro Rosasco. Lezione di caccia a scuola?
  Caccia. L'Italia non può più ignorare la sentenza della Corte Europea
  Centro Ricerche per la Pace Viterbo. Proposte. Una campagna contro il commercio delle armi
  Caccia. 23 morti e 47 feriti in tre mesi non sono una notizia?
  Caccia. Rosasco a Veneziano: “La soluzione equilibrata esiste già. È la piena applicazione della legge 157/92”
  Stagione venatoria. Le vittime della caccia, morti e feriti non solo animali
  Anna Maria Ori / Primarosa Pia. Abolizione caccia e spam
  AVC: Nella più totale indifferenza delle istituzioni...
  Caccia. Contro l'accesso ai fondi privati per i cacciatori
  Milano. Impallinata la caccia in deroga!
  Caccia e accesso ai fondi privati
  Vittime della Caccia - stagione 2010-2011
  Riapertura caccia: 3 morti e 3 feriti, riprende a scorrere il sangue di animali e umani
  Neve e gelo: centinaia di migliaia di animali selvatici sono morti
  Contro la caccia. Manifestazione nazionale a Torino il 17 settembre
  Elisabetta Zamparutti. Caccia: prima vittoria contro deregulation. Serve mobilitazione
  Caccia. Piena soddisfazione per l’impugnazione del calendario venatorio ligure
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.6%
NO
 24.4%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy